TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Ferma la consegna di card per cronotachigrafo

E-mail Stampa PDF

Fino alla pubblicazione del Decreto ministeriale sulla Gazzetta Ufficiale le Camere di Commercio non possono consegnare le nuove carte, neppure alle officine per la taratura e la manutenzione.


Carta tachigrafo autista anonimaIl vero caos sul rinnovo delle carte per il cronotachigrafo non è ancora avvenuto solo perché fino a metà giugno abbiamo potuto distribuire quelle provenienti da altri Paesi europei, ma il 15 giugno è terminato il periodo transitorio che permetteva la "importazione" delle card dall'estero e per distribuire quelle fatte in Italia bisogna aspettare la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del decreto ministeriale sulle istruzioni per l'omologazione. Per comprendere che cosa sta succedendo bisogna sapere che dal 15 giugno, giorno in cui è entrato in vigore il cronotachigrafo di seconda generazione per tutti i veicoli industriali di nuova generazione, le Camere di Commercio possono rilasciare solo le carte compatibili con questo equipaggiamento. Le devono avere necessariamente le officine autorizzate che svolgono la taratura e la manutenzione dei cronotachigrafi e gli organi di controllo, mentre autisti e imprese possono usare quelle precedenti. Però, nel momento in cui un autista o un'impresa chiede una nuova carta, perché inizia l'attività o perché è scaduta o ha smarrito quella in suo possesso, bisogna necessariamente dargliene una di nuova generazione.
Le norme comunitarie prevedono che fino al 15 giugno gli Stati che per vari motivi non riuscivano a produrre proprie card potevano chiederle ad altri Paesi comunitari. Ed è quello che è avvenuto in Italia per le prime carte delle officine, che provenivano dalla Francia. Ma ora questa fonte si è esaurita e fino alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto ministeriale che definisce le caratteristiche delle nuove carte le Camere di Commercio non possono distribuirle. Quindi, le officine che non hanno ottenuto le nuove carte non possono tarare i cronotachigrafi sui camion di nuova immatricolazione, mentre autisti e autotrasportatori che hanno chiesto una nuova carta devono aspettare. E non si sa quando sarà pubblicato il Decreto.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 
Letture:: 4252

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed