Array ( [0] => 10 )

Primo piano

  • Il 2019 è peggior anno del cargo aereo del decennio

    Il 2019 è peggior anno del cargo aereo del decennio

    Le rilevazioni della Iata sul trasporto aereo delle merci del 2019 mostrano che è stato il peggiore anno dal 2009, quando scoppiò la crisi macroeconomica da cui il settore è emerso lentamente. Un’eventuale ripresa quest’anno potrebbe essere ostacolata dall’epidemia di coronavirus.

Podcast K44

Normativa

Piano operativo di Gioia Tauro 2020-2022


Il Piano operativo 2020-2021 del porto di Gioia Tauro comprende la realizzazione di diverse opere strutturali, dedicate sia al rilancio nel comparto dei container, sia a diversificare le attività. In una nota, l'Autorità portuale precisa che " l'obiettivo è differenziare l'offerta e, quindi, d'integrare i servizi di water-front con quelli del retroporto e della logistica intermodale, per rilanciare le attività portuali e, così, assicurare la leader dello scalo nel circuito internazionale del Mediterraneo". La prima opera considerata è la costruzione di un bacino di carenaggio che, data la vocazione dello scalo, sarà dedicato soprattutto alla manutenzione delle portacontainer medio-grandi, che richiede un investimento di 40 milioni di euro. Più avanti nel tempo è prevista resecazione delle banchine di ponente nei tratti G-H-I, finanziati con un ulteriore investimento di 20 milioni di euro e l'adeguamento strutturale della pavimentazione di banchina nel tratto C, con una spesa di tre milioni. Questo progetto dovrebbe creare da 150 a 200 posti di lavoro. Altre opere di edificazione riguardano gli alloggi della Capitaneria di Porto e il Punto di entrata doganale di ispezione frontaliera.
Riguardo a quest'ultima, l'Autorità spiega che "è un'importante attività, grazie alla quale il porto di Gioia Tauro si conferma la porta d'ingresso nazionale di specifiche merci, che richiedono il controllo sanitario in entrata, e dove sarà possibile, in un'unica unità, espletare tutti i controlli richiesti, in modo da ottimizzare e velocizzare la fase di fermo del container". Il Piano operativo provvede anche i fondali con diverse attività di manutenzione ordinaria con l'obiettivo di spianare a intervalli regolari nel tempo, le dune sottomarine del canale portuale, create dall'azione dinamica delle eliche delle navi durante le manovre di partenza ed attracco alle banchine.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • K44 podcast: come comportarsi in caso d’incidente

    K44 podcast: come comportarsi in caso d’incidente

    Questo episodio di K44 La voce del trasporto spiega che cosa si deve fare, che cosa non si deve fare e che cosa è consigliato fare nel caso un veicolo industriale sia coinvolto in un incidente di qualsiasi tipo.

Logistica

  • Sequestro di 11 milioni in coop logistica di Parma

    Sequestro di 11 milioni in coop logistica di Parma

    La Guardia di Finanza di Parma ha sequestrato undici milioni di euro a due cooperative del Gruppo Taddei che operano nella logistica per evasione fiscale. Occupano quasi un migliaia di persone, tra soci e dipendenti.

Mare

  • Scontro sull’autoproduzione tra i due fronti del porto

    Scontro sull’autoproduzione tra i due fronti del porto

    Alla Camera è in corso la discussione su un emendamento al Decreto Rilancio che stabilisce con chiarezza l’impossibilità dell'autoproduzione nelle operazioni di rizzaggio e derizzaggio dei traghetti. E si scalda lo scontro tra armatori e sindacati.