Array ( [0] => 10 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

La filiera del trasporto genovese punterà su Roma

Il 10 luglio non è terminato il caos viabilistico in Liguria, come aveva annunciato la ministra dei Trasporti, Paola De Micheli. Ora la nuova data è il 15 luglio, ma è molto difficile che sia rispettata e gli operatori dell’autotrasporto genovese sono convinti che prima della fine del mese la situazione non potrà migliorare. Intanto, l’associazione degli spedizionieri Spediporto stima che ogni settimana la congestione comporti un costo di 250 milioni di euro e siccome l’emergenza dura da almeno un mese, si sarebbe bruciato almeno un miliardo di euro. Il calcolo parte del presupposto che ogni giorno nel nodo genovese transitino circa 30mila veicoli industriali e ogni ora del loro ritardo costi alle imprese di autotrasporto circa due milioni di euro.

Confetra Liguria sottolinea anche che il caos autostradale comporta anche costi sul lungo periodo al sistema portuale ligure, che rischia di perdere traffici marittimi a favore di altri porti. Già alcune compagnie marittime consigliano i clienti a deviare i container su diversi scali del nord Italia. Per spingere il Governo a risolvere con urgenza questa emergenza, le associazioni della filiera del trasporto genovese si stanno riunendo intorno al comitato Salviamo Genova e la Liguria. Vi hanno aderito Spediporto, Trasportounito Liguria, Assagenti, Assiterminal e le segreterie genovesi di Confcommercio, Confindustria, Cna, Confartigianato, Confesercenti, Confetra e Fai Conftrasporto. Hanno annunciato l'adesione anche le associazioni degli spedizionieri dei doganalisti e degli agenti marittimi di La Spezia.

Il comitato ha indetto una manifestazione il 22 luglio che si dirigerà a Roma con veicoli industriali e autobus. L’obiettivo finale è il ministero dei Trasporti, dove i rappresentanti del trasporto ligure chiederanno alla ministra azioni immediate e risolutive. La ministra De Micheli ha dichiarato che incontrerà rappresentanti del sindacato durante la sua visita a Genova il 21 luglio.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

  bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 

 

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • K44 podcast: quando il camion frena da solo

    K44 podcast: quando il camion frena da solo

    Questo episodio del podcast K44 La voce del trasporto parla dell'ultima generazione dei sistemi di rallentamento e franta automatica dei veicoli industriali, che sono uno dei principali sistemi di sicurezza sulla strada.

Logistica

  • Arrestato “emiro vesuviano” per frode fiscale sui carburanti

    Arrestato “emiro vesuviano” per frode fiscale sui carburanti

    La Guardia di Finanza di Napoli ha chiuso l’inchiesta soprannominata Emiro Vesuviano con gli arresti domiciliari di un imprenditore di San Giorgio a Cremano operante nel commercio di carburanti, che avrebbe attuato una frode fiscale da dieci milioni di euro.

Mare

  • DB Schenker scende dalle portacontainer di Maersk

    DB Schenker scende dalle portacontainer di Maersk

    Lo spedizioniere tedesco DB Schenker starebbe lasciando le portacontainer di Maersk perché considera la compagnia marittima danese più un concorrente che un fornitore di servizi, dopo che ha integrato Damco nella sua struttura. Potrebbe essere l'inizio di una tendenza.