Array ( [0] => 10 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Coronavirus, chi pagherà i costi dei container vuoti?

In questa fase iniziale di contrasto all'epidemia del coronavirus cinese, emerge che le conseguenze più gravi nella filiera logistica riguardano il trasporto aereo, a causa delle riduzione della stiva belly degli aerei passeggeri, provocata dalla sospensione dei voli diretti da e per la Cina attuata da sempre più compagnie e Stati. Ma la federazione internazionale degli spedizionieri Fiata pone in primo piano un tema che riguarda il trasporto marittimo dei container e che potrebbe far crescere la tensione tra spedizionieri e compagnie marittime, ossia i costi che potranno derivare dai container vuoti in giacenza nei porti. Ora li pagano gli spedizionieri, nell'ambito di un normale ciclo di trasporto, ma se la permanenza dei container vuoti dovesse aumentare per il coronavirus, la Fiata afferma che gli extra-costi dovranno pesare sulle compagnie marittime. In una nota diffusa il 31 gennaio 2020, la Fiata spiega che la sua posizione è chiara, ossia "dove gli eventi sono fuori dal controllo dello spedizioniere internazionale, come sta accadendo in Cina, le compagnie di navigazione devono prendersi carico di questi sovrapprezzi" e in particolare stallie e di detention charges. "Gli eventi cinesi non devono essere un'opportunità per le compagnie di navigazione di fare profitti per compensare altri costi operativi", ha dichiarato Stéphane Graber, direttore generale della Fiata. "Questo è il momento per loro di esercitare una responsabilità aziendale che soddisfi completamente le attese della comunità in circostanze così difficili. La Fiata e i suoi associati, e più in generale la comunità del commercio, osserveranno con attenzione come tale responsabilità sarà esercitata". © TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it  
Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

Logistica

  • Enel entra nella logistica partendo dai porti

    Enel entra nella logistica partendo dai porti

    Dopo l’annuncio di un nuovo piano mirato a riconvertire aree portuali e retroportuali a depositi doganali per container e merci, il Gruppo Enel ha rivelato alcuni dettagli su quali saranno in concreto le idee e le ambizioni di Enel Logistics in questa nuova area di business.

Mare