Array ( [0] => 13 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Cronaca

    Board di Toll accetta l’offerta di acquisto di Japan Post


    I giapponesi sono scatenati nell'acquisizione d'imprese logistiche. A pochi giorni dalla firma dell'intesa con cui Kintetsu World Express acquisisce APL Logistics di Singapore dalla Neptune Orient Lines, il 18 febbraio 2015 giunge la comunicazione ufficiale di Toll Holdings che annuncia il via libera del Board alla proposta di acquisto dell'intero pacchetto azionario proveniente da Japan Post. L'offerta consiste in 9,04 dollari australiani per azione, pagati cash. In tutto, la Posta giapponese verserà cinque miliardi di dollari statunitensi, pari a circa 4,4 miliardi di euro.
    Questa operazione rivela l'ambizione della Posta giapponese a diventare un operatore logistico globale, partendo dalla forte posizione di Toll nell'area dell'Asia Pacifico. In pratica, l'azienda australiana manterrà la sua autonomia e la sua dirigenza, prendendosi carico delle attività di distribuzione globali di Japan Post, oltre ovviamente a mantenere la sua offerta di servizi e i suoi clienti. Resterà in carica anche l'attuale Ceo di Toll, Brian Kruger, che risponderà direttamente al Ceo di Japan Post, Toru Takahashi.
    "Dall'integrazione tra le attività di Japan Post e quelle di Toll, nascerà il quinto gruppo mondiale nella logistica", spiega il presidente di Toll, Ray Horsburgh. "Svilupperemo i servizi offerti ai nostri clienti". Per completare la transazione deve però arrivare l'approvazione da parte degli azionisti di Toll, che ricevono un'offerta decisamente interessante: secondo quanto dichiara la stessa Toll, infatti, la cifra di 9,04 euro per azione è superiore del 49% quella chiusa in Borsa martedì 17 febbraio 2015. Un comitato di esperti indipendenti stilerà una relazione, che sarà presentata agli azionisti a metà aprile.
    Toll è stata fondata da Albert Toll a Newcastle, Australia, nel 1888, come impresa di trasporto di carbone con carri trainati da cavalli. Dopo la sua morte, nel 1959, la società è stata acquisita da National Minerals e nel 1986 passò nelle mani di Paul Little (amministratore delegato) e Peter Rowsthorn (ex presidente), che nel 1993 la quotarono in Borsa all'Australian Stock Exchange.
    Oggi, Toll è la principale compagnia logistica australiana, articolata in cinque divisioni: Toll Global Express (spedizioni espresse nell'Asia Pacifico), Toll Global Forwarding (spedizioni aree e marittime globali), Toll Global Logistics (servizi di logistica per conto terzi e trasporto), Toll Resources and Government Logistics (servizi portuali e marittimi, servizi per elicotteri, logistica per settore petrolifero, relocation); Toll Domesting Forwarding (trasporti intermodali, di pallet espresso, spedizioni nell'intera Oceania). Toll opera in cinquanta Paesi del mondo con 1200 siti, impiegando 40mila persone. Ha un fatturato di 8,5 miliardi di dollari australiani, pari a circa 5,8 miliardi di euro.

    © TrasportoEuropa - Riproduzione riservata

     


      Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

     bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

    CONTENUTI SPONSORIZZATI

    Teleroute affronta il futuro con un fermo impegno sulla sicurezza
    Accordo tra Astre Italia e Keepintouch sui servizi alle flotte
    Accordo quadro tra Astre e Scania per l’acquisto di camion
    Astre ringrazia l’autotrasporto con un video
    Progetto ADRIPASS per avvicinare le regioni europee
    Con Astre Plus i lotti di pallet corrono nell’ultimo miglio
    Menu completo d’intralogistica per gli associati Astre
    LCT collabora con la Protezione Civile contro la Covid-19
    Accordo quadro tra Astre e Scania per l’acquisto di camion
    Astre ringrazia l’autotrasporto con un video
    previous arrow
    next arrow
    Slider

     

Videocast K44

Autotrasporto

Mare

  • Grimaldi acquista traghetti e terminal in Spagna

    Grimaldi acquista traghetti e terminal in Spagna

    Il gruppo armatoriale napoletano Grimaldi potenzia la sua presenza in Spagna tramite l’acquisto dalla Naviera Armas Trasmediterránea di cinque traghetti e due terminal portuali a Barcellona e Valencia.

TECNICA

Bruxelles studia la cybersicurezza nei veicoli autonomi

TECNICA

Alleanza tra Iveco e Plus per il camion autonomo

TECNICA

Aggancio automatico del semirimorchio di Jost

TECNICA

K44 Tecno: al volante (virtuale) del nuovo Renault Trucks T

TECNICA

Boston Dynamics presenta un robot per caricare i camion
previous arrow
next arrow
Slider

LOGISTICA

Alibaba.com con Nola Business Park nel commercio elettronico

LOGISTICA

Allarme anche per la carenza di materie plastiche

LOGISTICA

Amazon aprirà tre logistiche in Veneto

LOGISTICA

Prefetto di Piacenza chiede Tavolo governativo su FedEx

LOGISTICA

Deutsche Post stanzia sette miliardi nella logistica sostenibile
previous arrow
next arrow
Slider

BREXIT

Camionisti esonerati dal tampone Covid tra GB e Francia

BREXIT

La Brexit svuota l’export britannico

BREXIT

Eurotunnel offre lo sdoganamento digitale

BREXIT

Nuovo quadro giuridico per eTir dal 25 maggio

BREXIT

La Brexit frena anche Amazon in Gran Bretagna
previous arrow
next arrow
Slider

CAMIONSFERA

Bosch produrrà microprocessori per veicoli in Germania

CAMIONSFERA

Dimezzato il potenziamento della ferrovia di Capodistria

CAMIONSFERA

Camionisti scioperano nei Paesi Bassi per aumento salario

CAMIONSFERA

Parte il bando per la galleria del Verghereto sull’E45

CAMIONSFERA

Ancora ritardi nelle consegne di camion in Europa e Usa

CAMIONSFERA

Piano di sorveglianza ministeriale per le gallerie

CAMIONSFERA

K44 podcast: come funziona l’assistenza 24h dei camion

CAMIONSFERA

Assolti due dirigenti Michelin per incidente a camionista

CAMIONSFERA

Bando per formazione autisti container

CAMIONSFERA

La Francia rifinanzia e rilancia la Torino-Lione

CAMIONSFERA

Ferrovie tedesche in contropiede sulla frana del Reno

CAMIONSFERA

Il Canale di Suez sta potenziando la sicurezza della navigazione

CAMIONSFERA

Il raddoppio della ferrovia adriatica fa solo un mezzo passo

CAMIONSFERA

Progetto di nuovo canale tra Mar Rosso e Mediterraneo

CAMIONSFERA

Libera circolazione dei camion per tutto aprile
previous arrow
next arrow
Slider