Array ( [0] => 13 )

Primo piano

  • Tribunale di Milano revoca commissariamento di Ceva Logistics

    Tribunale di Milano revoca commissariamento di Ceva Logistics

    La Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Milano ha accolto la richiesta di revocare in anticipo l’amministrazione giudiziaria della Divisione Contract Logistics di Ceva Logistics Italia, imposta nel maggio 2019 nell’ambito dell’inchiesta sul Consorzio Premium Net.

Podcast K44

Normativa

Amazon entra nel mondo dei rider


Doppio colpo quasi contemporaneo di Amazon nella consegna nell'ultimo miglio con due iniziative, una per ora solamente finanziaria e l'altra operativa. La prima riguarda l'investimento di 575 milioni di euro in Deliveroo, una delle nuove società specializzate nella consegna di cibo cotto dai ristoranti al domicilio, che viene svolta in prevalenza con fattorini in bicicletta pagati a cottimo. Deliveroo sta raccogliendo fondi e fino a oggi ha ottenuto 1,53 miliardi di dollari, quasi la metà dei quali arrivano da Amazon. La società spiega che questa raccolta serve per aumentare la squadra d'ingegneri, potenziare il servizio di consegna, innovare il settore della produzione di cibo e sviluppare nuovi prodotti. Amazon non ha chiarito quale sia la sua strategia sull'ingresso anche in questo comparto.
Il secondo passo nell'ultimo miglio consiste nell'introduzione in Italia e Gran Bretagna del servizio Counter, che consiste nella consegna della spedizione all'acquirente attraverso una rete di negozi convenzionati, disponibile sia per le spedizioni standard, sia per quelle con tempo di consegna in un giorno. Questo servizio rientra in Amazon Hub, che comprende anche gli armadietti automatici Lockers. "Per Counter abbiamo impiegato una tecnologia che migliora e modifica radicalmente il servizio click& collect", spiega Patrick Supanc, direttore del servizio Lockers e Punti di ritiro. "Siamo lieti che i nostri clienti possano finalmente usufruire di questo servizio presso le migliaia di punti vendita disponibili, ma non abbiamo intenzione di fermarci qui. Stiamo infatti già cercando di coinvolgere nuovi partner e vogliamo estendere questa opportunità anche i piccoli negozi di quartiere e alle catene affinché le attività commerciali di tutte le dimensioni possano beneficiare dell'espansione della rete di punti di ritiro Counter".
In Italia la fase iniziale coinvolge i punti vendita Giunti, Fermopoint e SisalPay. Amazon spiega che "dopo aver completato l'ordine su Amazon.it o Amazon.co.uk, i clienti procederanno al pagamento e selezioneranno il punto di ritiro Counter più comodo in base alle loro esigenze. Non appena l'ordine sarà consegnato presso il punto di ritiro selezionato, i clienti riceveranno una mail di notifica con un codice a barre univoco oltre all'indirizzo e agli orari di apertura del punto vendita. Da quel momento, avranno quattordici giorni di tempo per ritirare l'ordine. Una volta giunti in negozio, i clienti mostreranno il codice a barre ricevuto al personale del punto vendita che lo scansionerà e provvederà alla consegna del pacco".

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • Trasportounito mobilita l’autotrasporto ligure

    Trasportounito mobilita l’autotrasporto ligure

    L’associazione degli autotrasportatori Trasportounito pone un ultimatum di 48 ore per risolvere l’emergenza viabilistica in Liguria, poi avvierà manifestazioni fino al fermo dei servizi. Il porto programma ingressi dei camion a fasce orarie.

Logistica

Mare

  • Scontro sull’autoproduzione tra i due fronti del porto

    Scontro sull’autoproduzione tra i due fronti del porto

    Alla Camera è in corso la discussione su un emendamento al Decreto Rilancio che stabilisce con chiarezza l’impossibilità dell'autoproduzione nelle operazioni di rizzaggio e derizzaggio dei traghetti. E si scalda lo scontro tra armatori e sindacati.