Array ( [0] => 26 [1] => 14 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Cronaca

    Il trasporto combinato cresce ma è frenato da troppi vincoli

    Il trasporto combinato strada-rotaia ha la capacità di crescere sopra la media rispetto alle altre modalità, il potenziale di mercato potrebbe essere molto più elevato, valorizzando i vantaggi di questa formula, ma una serie di carenze ne limitano l’espansione. All’orizzonte le luci non mancano, a patto di individuare i nodi da sciogliere e soprattutto intervenire tempestivamente.

    È questo in estrema sintesi il quadro che emerge dal dettagliatissimo rapporto “Trasporto combinato alla luce del Green Deal europeo” pubblicato a maggio 2021 dall’Uirr, l’Unione internazionale delle società di trasporto combinato strada-rotaia, un’organizzazione europea che promuove il trasporto intermodale e alla quale aderiscono una quarantina di operatori, praticamente tutti i protagonisti del settore.

    Il trasporto combinato può offrire una soluzione concreta alla sfida della decarbonizzazione voluta dall’Unione europea: il 25% delle emissioni di gas a effetto serra nel Vecchio continente può essere ricondotto ai trasporti e quelli su strada rappresentano il 72% rispetto al totale, mentre la ferrovia appare molto più virtuosa. Ecco perché, secondo l’Uirr il trasporto intermodale rappresenta in sé già una soluzione ottimale.

    Le indicazioni scaturite dal rapporto sono precise e circostanziate. Per prima cosa occorre arrivare a un quadro normativo che garantisca condizioni di parità tra ferrovia e strada, agendo sui costi esterni e sulla fiscalità, ma anche su un’attenta politica di regolazione delle tariffe di accesso alla rete ferroviaria. Accanto a questo anche una riduzione dei costi amministrativi e burocratici che appesantiscono la gestione ferroviaria. Il trasporto ferroviario delle merci nonostante sia considerato 85 volte più sicuro rispetto a quello su strada (indagine Railfreight Forward 2020) sopporta una quota sproporzionata per coprire i costi della sicurezza, senza trarre un vantaggio commerciale.

    Così come occorre anche intervenire sulla gestione ferroviaria. I treni passeggeri vengono considerati prioritari rispetto al trasporto merci nell’assegnazione delle tracce di transito e degli orari e in caso di perturbazione nell’esercizio sono privilegiati: è sempre il treno merci che va “in buca”. Questo ovviamente comporta costi aggiuntivi e perdita di competitività.

    Secondo l’Uirr bisogna anche favorire tutte quelle misure che riducono gli ostacoli per l’accesso al trasporto intermodale: mentre la gestione dei container è standardizzata, la movimentazione delle casse mobili e soprattutto dei semirimorchi presenta ancora limiti soprattutto per i carichi non gruabili. Su quest’ultimo aspetto bisogna cambiare le disposizioni tecniche in modo che il trasporto intermodale possa essere gestito senza ulteriori vincoli.

    Gli operatori del combinato possono anche fare la loro parte, ma se dall’altro lato ci sono carenze infrastrutturali, il trasporto risulta comunque penalizzato. Ecco perché la rete ferroviaria lungo i principali corridoi europei deve essere interamente percorribile senza limiti di sagoma e di lunghezza dei treni negli scali e senza limiti di capacità con percorsi del tutto interconnessi.

    Le specifiche tecniche di interoperabilità ci sono, ma queste devono essere tradotte in pratica, favorendo un vero mercato europeo nella trazione e nel trasporto. Tutto questo insieme all’innovazione tecnologica del materiale, con la digitalizzazione e l’automazione. Sullo sfondo, poi deve muoversi l’Europa, rafforzando la rete Ten-T e aggiornando i regolamenti sui corridoi ferroviari.

    Piermario Curti Sacchi

    © TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
    Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


      Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

      bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

     

     

    CONTENUTI SPONSORIZZATI

     

Videocast K44

Autotrasporto

  • Rinviato l’incontro dell’autotrasporto al Mims

    Rinviato l’incontro dell’autotrasporto al Mims

    L’incontro tra le associazioni dell’autotrasporto e la vice-ministra del ministero Mims (ex Trasporti) è stato rinviato dal 14 settembre a una data imprecisata dell’inizio di ottobre. Si parlerà anche di carenza di autisti.
K44 podcast, come l’idrogeno muoverà il camion

TECNICA

K44 podcast, come l’idrogeno muoverà il camion
Parte la produzione del Nikola Tre in Germania

TECNICA

Parte la produzione del Nikola Tre in Germania
L’Iveco autonoma risorgerà nel 2022

TECNICA

L’Iveco autonoma risorgerà nel 2022
Cresce la famiglia di locomotive più potenti per merci

TECNICA

Cresce la famiglia di locomotive più potenti per merci
Maxi carri ferroviari per i container tra Europa e Cina

TECNICA

Maxi carri ferroviari per i container tra Europa e Cina
previous arrow
next arrow
Granarolo riacquisisce il controllo di Zeroquattro Logistica

LOGISTICA

Granarolo riacquisisce il controllo di Zeroquattro Logistica
Green Pass obbligatorio anche per trasporto e logistica

LOGISTICA

Green Pass obbligatorio anche per trasporto e logistica
Dhl apre logistica nell’aeroporto di Bologna

LOGISTICA

Dhl apre logistica nell’aeroporto di Bologna
K44 podcast, come l’idrogeno muoverà il camion

LOGISTICA

K44 podcast, come l’idrogeno muoverà il camion
Torello aumenta la logistica a Bologna

LOGISTICA

Torello aumenta la logistica a Bologna
previous arrow
next arrow
Londra rinvia alcuni controlli doganali al 2022

BREXIT

Londra rinvia alcuni controlli doganali al 2022
Aumentano le retribuzioni dei camionisti britannici

BREXIT

Aumentano le retribuzioni dei camionisti britannici
In Gran Bretagna sovrapprezzi per carenza di autisti

BREXIT

In Gran Bretagna sovrapprezzi per carenza di autisti
Distributori a secco in GB per mancanza di autisti

BREXIT

Distributori a secco in GB per mancanza di autisti
Da ottobre passaporto per camionisti diretti in GB

BREXIT

Da ottobre passaporto per camionisti diretti in GB
previous arrow
next arrow
Difficile il rimborso autostradale per l’autotrasporto

CAMIONSFERA

Difficile il rimborso autostradale per l’autotrasporto
La ferrovia del Frejus compie 150 anni e li dimostra

CAMIONSFERA

La ferrovia del Frejus compie 150 anni e li dimostra
Novità del Decreto Infrastrutture per le Cqc estere

CAMIONSFERA

Novità del Decreto Infrastrutture per le Cqc estere
L’Iveco autonoma risorgerà nel 2022

CAMIONSFERA

L’Iveco autonoma risorgerà nel 2022
K44 videocast – carenza autisti, confronto tra GB e Italia

CAMIONSFERA

K44 videocast – carenza autisti, confronto tra GB e Italia
Torneranno in cantiere 300 lavoratori del Terzo Valico

CAMIONSFERA

Torneranno in cantiere 300 lavoratori del Terzo Valico
Mecar perde il suo amministratore delegato Gianandrea Ferrajoli

CAMIONSFERA

Mecar perde il suo amministratore delegato Gianandrea Ferrajoli
Podcast K44, i primi 125 anni del camion

CAMIONSFERA

Podcast K44, i primi 125 anni del camion
Patenti superiori gratis per disoccupati in Campania

CAMIONSFERA

Patenti superiori gratis per disoccupati in Campania
Londra semplificherà gli esami per la patente camion

CAMIONSFERA

Londra semplificherà gli esami per la patente camion
Ferrovia Parma-Suzzara si rinnova guardando al Brennero

CAMIONSFERA

Ferrovia Parma-Suzzara si rinnova guardando al Brennero
L’Europa richiama l’Italia per i ritardi della Torino-Lione

CAMIONSFERA

L’Europa richiama l’Italia per i ritardi della Torino-Lione
Camionista evita rapina con incendio sull’autostrada A16

CAMIONSFERA

Camionista evita rapina con incendio sull’autostrada A16
Supermulta da 18mila euro per guida senza carta tachigrafica

CAMIONSFERA

Supermulta da 18mila euro per guida senza carta tachigrafica
Austria rilancia sulla patente camion a 17 anni

CAMIONSFERA

Austria rilancia sulla patente camion a 17 anni
previous arrow
next arrow