Array ( [0] => 31 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Autisti a rischio doppio di apnea notturna


Secondo Fernando De Benedetto, direttore scientifico della Fondazione Italiana Salute, Ambiente, Respiro (Fisar), in Italia ci sono dodici milioni d'italiani a rischio Osas (sindrome delle apnee ostruttive nel sonno), ma solo il venti percento ne è consapevole. Questa malattia, in gran parte nascosta, rappresenta un pericolo per la circolazione stradale, perché ogni anno sono attribuiti all'Osa 12.300 incidenti, che causano 250 morti e oltre 12mila feriti. Per affrontare questo problema, la Fisar ha avviato un progetto che si articolerà in Italia tramite l'Aci. Nelle 1500 delegazioni dell'Automobile Club i cittadini potranno compilare un questionario che valuta il rischio Osas. In caso venga rilevata tale sindrome, si potrà attuare un esame diagnostico preciso con gli esperti della Fisar. Ricordiamo che la sindrome delle apnee ostruttive nel sonno può limitare la concessione o il rinnovo della patente.
Le persone affette da Osas smettono di respirare per pochi secondi fino a novanta volte ogni ora di sonno e ogni notte, senza accorgersene quasi mai, mentre durante il giorno possono sentirsi affaticati e così sonnolenti da addormentarsi molto facilmente nei momenti meno opportuni, tra cui la guida di un autoveicolo. Due soli secondi di disattenzione mentre si viaggia a 50 km/h equivalgono a guidare con gli occhi chiusi per 28 metri. Inoltre, l'Osas è uno dei maggiori fattori di rischio per malattie cardio e cerebrovascolari, che quadruplica la probabilità di ictus e raddoppia quella di ipertensione, diabete, aritmie.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Autotrasporto

  • Covid-19 aumenta il dumping nell’autotrasporto tedesco

    Covid-19 aumenta il dumping nell’autotrasporto tedesco

    L’associazione dei trasportatori tedeschi Bgl denuncia che già a poche settimane dall’inizio dell’emergenza della Covid-19 una parte dell’autotrasporto tedesco sta operando con tariffe troppo basse rispetto ai costi.

Logistica

  • Nuovo commissionatore Linde V08 per salire velocemente

    Nuovo commissionatore Linde V08 per salire velocemente

    Nelle grandi piattaforme logistiche l’aumento dei colli che richiedono uno stoccaggio più rapido può trasformarsi in un imbuto e rallentare il lavoro, soprattutto se un singolo piano di scaffali non basta. Per quest’attività Linde propone il nuovo commissionatore verticale V08 Linde che raggiunge i 2,80 metri di altezza.

Mare