La logistica cerca nuove competenze

Stampa

Si apre una fase d'innovazione che non prevede solo tecnologia e robot, perché la presenza dell'uomo sarà ancora fondamentale. Il comparto richiede figure professionali come ingegneri, venditori ed esperti informatici nell'ambito di una crescente digitalizzazione.


Computer camion grafici FotoliaIl 7 marzo 2019 si è tenuto a Milano il convegno "L'evoluzione dei ruoli nel settore della logistica". È stata l'occasione per presentare la ricerca realizzata da Gi Group – multinazionale del lavoro – e da Assologistica che hanno fornito un quadro sullo sviluppo delle professionalità nei prossimi tre/cinque anni, in un comparto, quello logistico, sempre attivo e in continua trasformazione. Con un fatturato in aumento nel 2018 per il quinto anno consecutivo (circa 82 miliardi), 97mila operatori attivi e un valore complessivo dell'outsourcing che vale il 40,5 percento delle attività complessive, il settore della logistica conto terzi presenta un'elevata dinamicità e attraversa una fase di profondo cambiamento. Mentre fra i non addetti ai lavori prevale un'idea di un ambito caratterizzato da attività lavorative operative, ad ampia manualità e basso valore aggiunto che lo rende poco attrattivo, chi opera nel mercato avverte il mutamento della logistica che diventa sempre più digitale e tecnologica (sia a livello hardware che software), sempre più ecologica e sostenibile, sempre più omnicanale, sempre più moderna (4.0).
In questo scenario, Gi Group Divisione Logistica, Assologistica e OD&M Consulting, con lo studio "Evoluzione dei ruoli della logistica" hanno ritenuto importante realizzare un'analisi delle strategie in atto nel settore. L'obiettivo primario riguarda il futuro: individuare soluzioni efficaci in ambito di gestione risorse umane, con particolare attenzione alle fasi della ricerca e selezione e della formazione e sviluppo. In particolare, la ricerca si è concentrata nell'analizzare i ruoli degli operatori logistici (multisettore, specializzati, e-commerce), delle società di servizi e delle aziende di distribuzione, lasciando fuori dal perimetro di studio i ruoli connessi ai trasporti intermodali e di lunga tratta e agli spedizionieri.
Sul totale dei ruoli mappati, il 34 percento risultano in crescita, il 17 percento in declino (aree amministrative e servizi generali), mentre il restante 49 percento rimane stabile. Al primo posto per oltre il 50 percento di professioni in crescita di importanza si trova la funzione "engineering", seguita da quelle "sales" e IT; a seguire, con il 50 percento dei ruoli in ascesa le funzioni risorse umane, assistenza clienti, acquisti, dogana e gestione asset.
Fra i ruoli più ricercati abbiamo: Logistic Engineer, per l'ingegnerizzazione del processo di miglioramento continuo del layout del magazzino in base alle necessità dei clienti e per l'analisi dei dati; Solution Designer per le migliori soluzioni cliente; Gestori Fornitore di rete per selezionare e garantire l'affidabilità dei fornitori esterni, Customer Consultant per rispondere in modo proattivo ai clienti, ma anche ruoli IT orientati ai medesimi come i Customer Engagement, per definire cosa può essere realizzato a livello software per soddisfare il bisogno del cliente. E poi ancora Specialisti Ottimizzazione Trasporti che utilizzano i big data, per coordinare e assicurare il processo di distribuzione, Manutentori specializzati in sistemi automatici, ma anche Real Estate Manager per valorizzare i siti più prossimi ai centri urbani riducendo gli impatti energetici dell'attività.
L'asticella delle complessità nella logistica sta crescendo a tutto tondo e i modelli di lavoro si stanno modificando. Cambia anche il ruolo dell'autista (patente B): rappresenta l'immagine dell'azienda e a lui è richiesto di sviluppare competenze comunicative e di saper utilizzare gli equipaggiamenti tecnologici. Dalla ricerca risulta crescente la richiesta di autisti specializzati in installazione e trasporto di materiali specifici e molti operatori del settore lamentano la capacità di reperire autisti qualificati e affidabili.

Davide Debernardi

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!


Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti: