Confetra ribadisce, ASP restino pubbliche

Stampa

Nell'incontro svolto il 12 febbraio 2019 con il vice-ministro ai Trasporti, Edoardo Rixi, il presidente della confederazione del trasporto ha parlato della riforme delle Autorità di Sistema Portuale e della richiesta di Bruxelles di assoggettarle ad imposizione fiscale. Chiesta proroga degli incentivi per l'intermodalità.


Catania porto alto traghettiIl tema principale dell'incontro di oggi tra il presidente di Confetra, Nereo Marcucci, e il vice-ministro Rixi sono state le Autorità portuali e la loro eventuale riforma. La confederazione del trasporto ha ribadito che esse devono restare nell'ambito della Pubblica amministrazione, aggiungendo che per il governo dei porti bisogna rilanciare il coordinamento nazionale della portualità. Per farlo, ha precisato Marcucci, bisogna ridare "incisività ed efficacia" alla Conferenza nazionale delle ASP, con lo scopo di "procedere nella strategia di razionalizzazione centrale degli investimenti e delle azioni di semplificazione normativa e regolamentare che rappresentano, ad oggi, forse l'elemento di maggior gap competitivo per la portualità nazionale". Marcucci ha anche espresso il sostegno della confederazione al Governo e Assoporti nella vertenza con la Commissione Europea per non far assoggettare le ASP all'imposizione fiscale.
Nell'incontro, Marcucci e Rixi hanno anche parlato delle modalità di attuazione del Decreto Genova, soprattutto per i provvedimenti da attuare per sviluppare il traffico ferroviario che fa capo al porto. Marcucci ha anche chiesto il rinnovo per il 2019 delle misure a sostegno del trasporto intermodale, come il marebonus (combinato strada-mare) e ferrobonus (combinato strada-rotaia), oltre che degli sconti sui pedaggi autostradali dei veicoli industriali. Infine, Confetra chiede di proseguire il programma d'investimenti di Rete Ferroviaria Italiana, che "rappresenta la gamba infrastrutturale delle politiche per il rilancio del cargo ferroviario delle merci".

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!


Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti: