Scavati 9 km del tunnel della Torino-Lione

Stampa

Il 23 settembre 2019 la fresa Federica ha abbattuto la parete di roccia che separava i primi chilometri della galleria di base dalla grande camera della discenteria di La Paz, sul versante francese.

Torino Lione cantiere talpaGli scavi per la galleria di base della nuova ferrovia Torino-Lione sono iniziati da tempo in Italia e Francia, ma in gran parte riguardano gallerie di servizio. Oggi si è invece completato un primo segmento di nove chilometri del tunnel dove passeranno dal 2023 i treni. L'evento è avvenuto sul versante francese, dove la fresa battezzata Federica ha abbattuto la parete di roccia che la separava dalla grande camera ai piedi della discenderia di La Paz, che è una galleria si 2480 metri completata nel 2009. L'opera è stata compiuta dai 450 lavoratori impiegati dal raggruppamento d'imprese che si è aggiudicato il primo lotto, del valore di circa 390 milioni. Lo scavo è avvenuto 24 ore su 24, sette giorni su sette. Questi primi nove chilometri sono considerati i più impegnativi, perché lo scavo è avvenuto incontrando carbone e acqua. Dopo tre anni di lavoro ininterrotto Federica si ferma e viene smontata.
Con l'abbattimento del diaframma di La Paz, i lavori per la galleria sono al 18%. Ora sono in corso le gare per appaltare gli altri quattro lotti, mentre sono già attivi quattro cantieri a Saint-Martin-La-Porte (Francia) dove, per ragioni geologiche si scava con metodo tradizionale; a Saint-Jean-de-Maurienne (Francia) per la stazione provvisoria, che in seguito diventerà il nuovo hub multimodale con la stazione internazionale; a Saint-Julien-de-Montdenis (Francia), per la tranchée couverte, galleria artificiale che sarà l'entrata del tunnel di base; a Chiomonte (Italia) che si prepara ad aprire i lavori per il tunnel di base sul lato italiano.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!


Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti: