TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Arresto per sfruttamento di camionisti in autotrasporto

E-mail Stampa PDF

Il titolare di una cooperativa che ha sede operativa a Cairate, in provincia di Varese, è accusato di avere violato ripetutamente la normativa sul lavoro, imponendo agli autisti di guidare fino a venti ore senza rispettare i tempi di riposo.


Polizia auto Lancia AvantiLa Polizia Stradale di Busto Arsizio ha scoperto un altro caso di sfruttamento degli autisti, accusando un uomo di 46 anni di avere costretto cinque autisti di veicoli industriali a violare in modo ripetitivo la normativa sui tempi di guida e di riposo, costringendoli a lavorare fino a venti ore consecutive e ricorrendo "ad artifici per eludere eventuali controlli di Polizia", scrive la Polstrada in una nota. Inoltre, l'uomo non ha rispettato neppure le norme sulla formazione e sulle visite mediche obbligatorie per i conducenti. "Si poteva accertare che i lavoratori erano costretti a lavorare con veicoli in pessime condizioni ed obbligati a proseguire il viaggio anche laddove la circostanza di talune anomalie venisse segnalata al datore di lavoro; arrecando in tal modo grave pericolo alla propria incolumità ed a quella degli altri utenti della strada", precisa la Polizia.
La Procura di Busto Arsizio ha svolto l'indagine usando anche intercettazioni telefoniche, pedinamenti e documenti e al termine ha incriminato il titolare della cooperativa d'intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro. Il comunicato della Polizia precisa che le vittime sarebbero cinque autisti, sottoposti "a condizioni di sfruttamento, approfittando del loro stato di bisogno". Oltre a essere costretti a violare i tempi di guida e di risposo, i camionisti avevano retribuzioni "sproporzionate rispetto alla quantità e qualità del lavoro prestato" e stabilite fuori dal contratto nazionale. Per apparire in regola verso i committenti, la coop di autotrasporto consegnava loro Durc falsi, che attestavano un'inesistente regolarità contributiva. E come se ciò non bastasse, il titolare della coop aveva denunciato un falso furto dei dischi dei cronotachigrafi, per impedire (inutilmente) la ricostruzione dei tempi di guida e di riposo.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 
Letture:: 2095

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed