TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Operativa la navigazione satellitare europea

E-mail Stampa PDF

Telespazio parabole FucinoIl 15 dicembre 2016 è stato firmato a Bruxelles il contratto che affida a Spaceopal la gestione operativa del Galileo System Operator, il nuovo sistema di localizzazione e navigazione satellitare istituito dall'Unione Europea.


La gara per Galileo è stata indetta dall'European GNSS Agency ed è stata vinta dalla joint-venture Spaceopal, formata dall'italiana Telespazio (Leonardo-Finmeccanica/Thales) e dalla DLR-GfR (controllata dall'agenzia spaziale tedesca DLR). Il contratto dura dieci anni e ha un valore di un miliardo e mezzo di euro. "Spaceopal avrà la responsabilità della gestione del sistema satellitare Galileo e delle sue prestazioni", spiega Telespazio in una nota. "In particolare, delle operazioni e controllo del sistema, della sua sicurezza, della gestione del servizio, della logistica e manutenzione di sistemi e infrastrutture, dei servizi a supporto degli utenti".
La gestione del sistema satellitare Galileo avviene tramite i due centri di controllo situati nel centro spaziale Piero Fanti del Fucino (in Abruzzo) e nel sito DFR di Monaco di Baviera, e il GNSS Service Center di Madrid, con l'ausilio di una rete di siti e stazioni distribuiti in tutto il mondo e connessi tramite il Galileo Data Distribution Network.
L'avvio del sistema satellitare permette di attivare un nuovo servizio di localizzazione e navigazione alternativo a quello statunitense Gps, che ora serve l'intero mercato. Ma la costellazione dei satelliti non è ancora completa, perché ne orbitano diciotto dei trenta previsti, quindi Galileo ora lavora in collaborazione con il Gps, fornendo comunque informazioni più precise di quest'ultimo. Il sistema europeo – che sarà pienamente operativo nel 2020 – richiede specifici sistemi di ricezione, che per ora sono montati su pochi navigatori satellitari. L'Unione Europea ha imposto che tutti i veicoli immatricolati dal 2018 siano compatibili con Galileo.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!


 
Letture:: 1486

Camionsfera TV

Banner Trasporto Online 180x250 marzo 2016

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed