TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Mercedes apre la finestra sul camion del futuro

E-mail Stampa PDF

Al Salone di Hannover IAA 2014, il costruttore tedesco rilancia sull'innovazione con il prototipo Future Truck 2015, che racchiude le più avanzate tecnologie per la sicurezza e la produttività in una cabina dalla linea rivoluzionaria. Vi sveliamo come si guiderà tra dieci anni.


Mercedes Future Truck 2025 stradaDopo avere rivelato lo scorso luglio il sistema di guida autonoma Highway Pilot, La Stella compie un passo in avanti e mostra ad Hannover l'insieme delle innovazioni che intende introdurre progressivamente nel veicolo industriale entro il prossimo decennio, compreso un design completamente nuovo basato, come afferma lo stsso costruttore tedesco, sull'emozione e sull'intelletto. Un disegno che sfrutta anche la possibilità di allungare i complessi veicolari, già approvata dall'Unione Europea, per aumentare penetrazione aerodinamica e sicurezza. L'intero progetto di Mercedes si chiama Future Truck 2025.
Il Future Truck 2025 non è un disegno o un prototipo statico: viaggia come un normale camion, agganciato a un semirimorchio anch'esso all'avanguardia, progettato per ridurre al minimo la penetrazione aerodinamica. Questo complesso ha esordito alla presentazione organizzata da Mercedes-Benz alla vigilia dello IAA 2014, dove è giunto sulle sue ruote, ovviamente in modalità di guida autonoma e con al volante Wolfang Bernhard, responsabile Trucks di Mercedes-Benz.
Mercedes Future truck 2025 posto guida autonomaLa cabina del Future Trucks 2025 non è una rivisitazione di quelle attuali, ma mostra un concetto completamente nuovo. Le linee curve e morbide possono piacere o meno, ma sono il meglio dell'attuale ricerca aerodinamica. Il principio cui s'ispira è la "chiarezza sensoriale", che si distingue dalle linee aggressive di molte cabine di oggi: superfici arcuate, linee morbide e continue e senza giunzioni. Spariscono le aperture per l'aria  e perfino i fari. L'illuminazione, infatti, è completamente al led e integrata nella carrozzeria. Anzi, ci sono led anche nella calandra. Spariscono anche i retrovisori, sostituiti da telecamere compatte. Il parabrezza ha la foma di una visiera ed è sovrastato da un'aletta parasole integrata e un tetto aerodinamico. L'unica eredità dai camion di oggi è la stella al centro del frontale.
Mercedes Future Truck poltronaLa rivoluzione prosegue all'interno, dove si distinguono tre aree: il posto di guida, una poltrona appoggiata alla perete posteriore, che sostituisce il sedile del passeggero, e il letto, posto nella parte superiore per lasciare più spazio ai movimenti. Con questo allestimento, i progettististi hanno guadagnato ben due metri quadrati. Tutto all'insegna della sobrietà e dell'efficienza, bilanciati dai colori caldi dei materiali naturali, tra cui il legno, che riveste il pianale fino alla plancia portastrumenti.
La plancia non ha pulsanti, leve o indicatori analogici, sostituiti da un touchpad e da un tablet staccabile, che sostituisce gli interruttori, e due display verticali ai lati, che riportano le immagini delle telecamere esterne. Spariscono anche le bocchette di aereazione, sostituite da un sistema di areazione indiretta. Il sedile del guidatore può arretrare e girarsi di 45 gradi quando il camion viaggia in modalità di guida autonoma. In questo caso, l'autista può staccare il tablet che cambia funzione e mostra applicazioni dedicate ad altre funzioni, come scrivere documenti, programmare un itinerario o comunicare. Ma se vuole, può anche usarlo per governare il camion.
Mercedes Future truck tabletIl Future Truck 2015 espande le funzionalità del radar, che oggi troviamo solo nella parte anteriore per mantenere le distanze di sicurezza o per attivare la frenata d'emergenza. Il radar frontale ha due sensori, uno a lungo raggio, con portata di 250 metri e angolo di 18°, e uno a corto raggio, con portata di 70 metri e angolo di 130°. La parte anteriore è controllata anche da una telecamera stereoscopica posta nella parte superiore del parabrezza, che ha portata di 100 metri e angolo orizzontale di 45° e verticale di 27°. Questa telecamera identifica la strada, i segnali stradali, i pedoni, ostacoli fermi o in movimento e lo spazio libero. Serve per la guida autonoma e per riconoscere eventuali situazioni di emergenza. Il controllo sui lati avviene tramite radar posti nelle fiancate, a monte dell'asse posteriore, che hanno portata di 60 metri e angolo di 170° in senso longitudinale.
Tutti questi apparati offrono l'innovativa funzione di Blind Spot Assit, che probabilmente vedremo già sugli attuali Actros. I radar coprono l'intera fascia laterale del camion, per tutta la lunghezza dell'autoarticolato, fino a due metri avanti al frontale. Così, eliminano i tradizionali punti morti dei retrovisori. Ma questo sistema non si limita a segnalare al conducente la presenza di altri utenti della strada: lo avvisa anche della possibile collisione con un ostacolo fermo e lo aiuta nei cambi di corsia. Tutti i sensori del Future Truck 2025 dialogano tra loro, fornendo un'immagine completa dell'intera area circostante al veicolo. A ciò si aggiungono le informazioni stradali. Le potenzialità del sistema sono innumerevoli: può correggere automaticamente la traiettaoria se il veicolo sta andando fuori strada, nel caso per esempio di un colpo di sonno.
Mercedes Future Truck 2025 planciaIl Future Truck 2025 comunica anche con gli altri autoveicoli e con l'ambiente circostante. Queste capacità saranno progressivamente integrate in tutte le prossime generazioni di autoveicoli e nell'infrastruttura stradale. Le informazioni comprendono posizione e tipo di veiolo, dimensioni, direzione e velocità di marcia, eventuali accelerazioni o rallentamenti. Questa comunicazione potrà prevenire numerosi incidenti, come il tamponamento a causa di una coda o di un veicolo fermo dietro a una curva. Ma serve anche per sapere le condizioni del traffico in tempo reale lungo la strada che si sta percorrendo.
Tutte le tecnologie che abbiamo descritto s'integrano nel sistema più sofisticato apparso finora in un veicolo industriale: la guida autonoma Highway Pilot, che assicura la marcia del camion in autostrada anche senza alcun intervento dell'autista (che comunque deve restare seduto al suo posto, anche se ruotato di 45 gradi). In questa condizione, il camion può affrontare qualisiasi situazione. Ma non può cambiare autonomamente corsia o uscire dall'autotrasda, neppure per entrare in un'ara di servizio. Insomma, il conducente è sempre indispensabile, ma lo Highway Pilot lo aiuta nelle fasi più stancanti e monotone, come la guida autostradale sulle lunghe distanze.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!


 
Letture:: 5018

Camionsfera TV

Banner Trasporto Online 180x250 marzo 2016

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed