TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Sistri ritorna da ottobre 2013

E-mail Stampa PDF

Un decreto del ministero dell'Ambiente stabilisce che il sistema di tracciamento dei rifiuti entrerà in vigore in due fasi: dal 1° ottobre 2013 per i rifiuti pericolosi e da marzo 2014 per tutti gli altri rifiuti speciali. Pagamento del contributo resterà sospeso per tutto il 2013.


"Saranno eliminate le pesantezze burocratiche ed amministrative e sarà fondamentale la collaborazione con le imprese coinvolte", assicura il ministro dell'Ambiente, Corrado Clini, presentando la resurrezione del Sistri. Il decreto ministeriale stabilisce che dal 1° ottobre 2013 il sistema telematico sarà obbligatorio per i produttori di rifiuti pericolosi con più di dieci dipendenti e per gli enti e le imprese che gestiscono rifiuti pericolosi, mentre per tutte le altre imprese l'avvio del sistema è fissato per il 3 marzo 2014 (ma potranno comunque applicare il Sistri su base volontaria dal 1° ottobre prossimo). In tutti i casi, il pagamento della quota relativa al 2013 sarà sospeso per l'intero anno.
"Ho presentato il progetto a Confindustria che lo ha condiviso, apprezzando il grande rilievo che abbiamo voluto dare alla collaborazione con le imprese", afferma il ministro Clini. "Vanno letti in quest'ottica anche i sei mesi che ci separano dall'avvio del sistema per i produttori di rifiuti pericolosi. Obiettivo di questa fase preparatoria è anche quello di consolidare la collaborazione con le imprese coinvolte e di eliminare le pesantezze burocratiche e amministrative che sono state avvertite come un limite del progetto".
Il calendario prevede quindi alcune procedure di verifica per l'aggiornamento dei dati delle imprese per le quali il sistema partirà ad ottobre, che si svolgerà dal 30 aprile al 30 settembre 2013. Una verifica analoga per le altre imprese sarà svolta dal 30 settembre 2013 al 28 febbraio 2014. "Il nuovo programma per l'avvio del Sistri, superando le problematiche emerse in passato, confido possa rappresentare un presidio di legalità e trasparenza per tutta la filiera dei rifiuti", ha concluso Clini.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter bisettimanale con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 
Letture:: 3208

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed