TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Basf acquista barche fluviali a fondo piatto

E-mail Stampa PDF

La multinazionale della chimica affronta la crisi della secca del Reno con l'acquisto d'imbarcazioni merci con fondo piatto, che possono navigare anche con poca acqua.


Reno battello secca FotoliaLa siccità che sta colpendo dalla scorsa estate la Germania ha drasticamente abbassato il livello dell'acqua sul Reno, la principale idrovia del Paese che serve anche la Svizzera e i Paesi Bassi trasportando milioni di tonnellate di merci da e per i porti marittimi del Nord. L'acqua bassa riduce il carico dei battelli fluviali per le merci e addirittura il 19 ottobre ne ha impedito la navigazione a Basilea, che è un importante scalo, soprattutto per l'industria chimica. Le merci hanno difficoltà a spostarsi sui camion, per la carenza cronica di autisti che colpisce la Germania, e sulla ferrovia, per la saturazione della capacità. Così, alcuni stabilimenti hanno subito ritardi e ridotto la produzione. Tra questi c'è il gigante della chimica Basf, che ha rallentato l'enorme impianto di Ludwigshafen.
L'esperienza di questi mesi ha mostrato alla multinazionale chimica che la secca del Reno è una sfida logistica costata finora 50 milioni di euro, perché solo un terzo delle merci necessarie allo stabilimento di Ludwigshafen che normalmente viaggiano su fiume può essere trasferito su strada o rotaia. In attesa che le piogge autunnali ristabiliscano i livelli minimi per la navigazione, e ci vorrà comunque tempo, la Basf ha deciso di attrezzarsi per future siccità, che ritiene possibili, probabilmente a causa dei cambiamenti climatici. Il 13 novembre 2018, ha dichiarato che intende acquistare nuove imbarcazioni merci con fondo piatto, che quindi possono navigare anche con acqua bassa. Inoltre, sta valutando anche l'acquisto di aliscafi e d'installare una pipeline nel letto del fiume.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 
Letture:: 1360

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed