Podcast K44

Primo piano

Cronaca

Dalle aziende

Normativa

  • DB Schenker potenzia intermodalità mare-aereo

    15 Luglio 2014 - La società logistica tedesca ha aperto un hub multimodale in Giappone, che servirà il servizio di trasporto combinato cielo-mare tra Asia ed Europa. Ed effettua un trasporto eccezionale tra Germania e Canada usando tre modalità.

  • Petroliera Shoku Maru esplode nel mare del Giappone

    29 Maggio 2014 - Alle tre del mattino (ora GMT) del 29 maggio 2014, a bordo della petroliera giapponese Shoku Maru è avvenuta un'esplosione, che ha causato un violento incendio. Il comandante è disperso, mentre sette membri dell'equipaggio sono stati ricoverati in ospedale.

  • Giappone approva treno a levitazione magnetica

    29 Giugno 2011 - Il Governo giapponese ha approvato il progetto per la costruzione di una nuova linea ferroviaria ad altissima velocità, dove i convogli a levitazione magnetica raggiungeranno la velocità di 500 km/h. La monorotaia collegherà la capitale Tokyo con Osaka, che distano 515 chilometri, in solo un'ora di viaggio.

  • Il Giappone riparte anche nello shipping

    18 Aprile 2011 - "Tutti i porti del Giappone sono di nuovo operativi e, dal punto di vista tecnico, non ci sono ostacoli ad operare in quell'area", afferma Gian Enzo Duci, presidente dell'European Community Association of Ship Brokers and Agent (l'associazione europea degli agenti marittimi) che ha spiegato come la situazione, dal punto di vista dell'operatività portuale, si sia già normalizzata nonostante rimangano in certi casi preoccupazioni sulla radioattività dell'acqua di mare.

  • Giappone avvia controlli su radiazioni navi

    13 Aprile 2011 - Il Governo giapponese ha deciso di controllare l'emissione radioattiva delle navi che caricano container destinati all'esportazione nei porti di Tokyo, Kawasaki e Yokohama. Questo provvedimento, entrato in vigore l'11 aprile 2011, ha lo scopo di rassicurare i Governi stranieri sulla sicurezza degli scali, ma anche di prevenire le verifiche che stanno ormai estendendosi in diversi porti d'arrivo.

  • Giappone, compagnie incontrano il Governo su radiazioni

    4 Aprile 2011 - Venerdì primo aprile 2011, rappresentanti del Governo giapponese e delle compagnie marittime si sono incontrati a Yokohama per discutere sull'impatto che l'allarme causato dalle perdite radioattive della centrale atomica di Fukushima può avere sul traffico globale delle merci che partono dal Giappone.

  • Fukushima allontana le navi

    30 Marzo 2011 - Hapag-Lloyd e Claus-Peter Offen hanno deciso di evitare Tokyo e Yokohama, mentre il timore della contaminazione radioattiva di merci, container e perfino navi sta crescendo tra i vettori che servono le rotte della baia di Tokyo. Ma il Governo giapponese e le istituzioni mondiali dello shipping, tra cui l'IMO, diffondono i comunicati rassicuranti sulle conseguenze della centrale nucleare di Fukushima.

  • Timori radioattivi nella logistica del Giappone

    23 Marzo 2011 - Dopo il terremoto e lo tsunami, che hanno distrutto sei porti e numerosi chilometri di strade ed autostrade, ora sono le radiazioni emesse dalla centrale nucleare di Fukushima che stanno creando grossi problemi al trasporto nazionale ed internazionale giapponese. Infatti, il timore di contaminazioni sta spingendo compagnie aeree e marittime a dirottare aerei e navi dai terminal e dagli aeroporti di Tokyo.

  • Ancora critico il trasporto in Giappone

    22 Marzo 2011 - Il trasporto giapponese soffre ancora delle conseguenze dello tsunami, che ha messo fuori uso sei porti ed ha rallentato l'attività di quelli rimasti operativi. Al maremoto, si è aggiunto anche l'incidente alla centrale nucleare di Fukushima, che sta aumentando i controlli sulla radioattività delle merci giapponesi in export.

  • Container lenti in tutto il Giappone

    18 Marzo 2011 - Lo tsunami che ha sconvolto la costa giapponese sta creando forti disagi nel trasporto marittimo dei container. Oltre ai sei porti distrutti, e quindi completamente inagibili, le operazioni negli scali rimasti indenni risultano comunque ritardate, a causa della congestione provocata dalla loro parziale chiusura.

  • Effetto Tsunami su navi italiane in Giappone

    16 Marzo 2011 - Il gigantesco moto ondoso che ha colpito le coste nord-orientali del Giappone ha avuto gravi effetti anche su diverse navi italiane. Le più colpite, al momento, sembrano essere due unità in costruzione presso il cantiere Yamanishi nei pressi di Sendai per conto di Sidernavi, società armatoriale partecipata da Romeo Group, Premuda, Italcementi, Duferco e Iud.

  • Chiusi sei porti in Giappone

    14 Marzo 2011 - Le autorità giapponesi non hanno ancora stilato un resoconto preciso dei gravissimi danni provocati dal terremoto e dal successivo tsunami che ha sconvolto le coste del Paese lo scorso venerdì, ma secondo alcune fonti di stampa asiatiche sei porti che svolgono traffico internazionale sono attualmente inattivi. E potrebbero rimanerlo per parecchi mesi.

Videocast K44

Autotrasporto

Mare

  • Bruxelles non indagherà su aumento noli container

    Bruxelles non indagherà su aumento noli container

    Le associazioni internazionali degli spedizionieri ECS e Ceclat hanno incontrato i rappresentanti delle Direzione Concorrenza della Commissione Europea per chiedere l'avvio di un'indagine sull'aumento dei noli marittimi per i container. Ma Bruxelles risponde che non può farlo.

TECNICA

Nuovi carrelli diesel e Gpl di Still

TECNICA

Gli Usa si preparano alla guida autonoma dei camion

TECNICA

UE finanzia con 20 milioni il camion autonomo

TECNICA

Uber vende la divisione sulla guida autonoma

TECNICA

Ford Trucks amplia la gamma dei camion in Italia
previous arrow
next arrow
Slider

LOGISTICA

Trasporto e logistica in sciopero il 29 gennaio

LOGISTICA

Ceva entra nella logistica globale dei vaccini Covid-19

LOGISTICA

Primo incontro nazionale tra sindacati e Amazon

LOGISTICA

DB Schenker riprende le spedizioni per Gran Bretagna

LOGISTICA

Sciopero nazionale SiCobas di due giorni in FedEx TNT
previous arrow
next arrow
Slider

BREXIT

DB Schenker riprende le spedizioni per Gran Bretagna

BREXIT

DHL Express sospende alcune spedizioni verso la Gran Bretagna

BREXIT

Palletways sospende spedizioni per Gran Bretagna

BREXIT

DPD riattiva le spedizioni con la Gran Bretagna

BREXIT

Aumentano le richieste di tampone Covid-19 da GB
previous arrow
next arrow
Slider

CAMIONSFERA

Nuove proroghe per patenti e CQC a luglio 2021

CAMIONSFERA

Perizia Tribunale scagiona camionista dell’incidente Zanardi

CAMIONSFERA

Tre camionisti morti in un incidente in Spagna

CAMIONSFERA

Multa di 79mila euro in Danimarca per tempi di guida

CAMIONSFERA

Chiesto processo per due camionisti per investimento su A2

CAMIONSFERA

K44 podcast: la grande trappola del Kent

CAMIONSFERA

Sindacati francesi mobilitano gli autisti di veicoli industriali

CAMIONSFERA

Scoperti 22 kg di cocaina su un camion bulgaro

CAMIONSFERA

Italia e Germania alleate contro i divieti dell’Austria

CAMIONSFERA

Il mercato dei veicoli industriali limita le perdite del 2020

CAMIONSFERA

Il britannico Consortium Purchasing ordina 2250 camion Scania

CAMIONSFERA

Sequestrato un panino al prosciutto a camionista proveniente da GB

CAMIONSFERA

Massicci investimenti delle ferrovie russe sull’asse Europa-Asia

CAMIONSFERA

Consegnati in Italia i primi nuovi Scania V8 da 770 CV

CAMIONSFERA

Prosegue l’obbligo del test Covid-19 da GB alla Francia
previous arrow
next arrow
Slider