Array ( [0] => 10 )

Primo piano

  • Come prendono fuoco i veicoli industriali

    Come prendono fuoco i veicoli industriali

    Una ricerca del TT Club analizza le cause degli incendi sui veicoli industriali. La maggior parte nasce nelle ruote e nei freni. Consigli per prevenire questi incidenti.

Podcast K44

Normativa

Cronaca

    La Cin Tirrenia rischia il fallimento

    Doveva essere il piano di salvataggio della Compagnia Italiana di Navigazione, la società del Gruppo Onorato che controlla Tirrenia, ma si sta rivelando l’anticamera del fallimento. Il rischio è apparso il 15 aprile 2021, quando la Procura di Milano ha dichiarato inammissibile la richiesta di concordato in bianco presentata a luglio 2020 perché alla scadenza non ha ancora presentato una proposta di concordato preventivo o di omologa dell'accordo di ristrutturazione del debito, malgrado alcune proroghe concesse. Così, nell’udienza di oggi il collegio della Sezione Fallimentare presieduto da Alida Paluchowski ha respinto un'ulteriore richiesta di proroga avanzata dai legali di Cin e quindi la decadenza della protezione del concordato in bianco.

    Quindi, il pubblico ministero Roberto Fontana ha presentato la richiesta di fallimento, ma Cin ha ancora qualche giorno per presentare un nuovo concordato preventivo o un accordo di ristrutturazione. Il termine ultimo è il 6 maggio, quando il Tribunale deciderà sul fallimento e di amministrazione straordinaria. Con un ulteriore rischio, quello dell’apertura di un’inchiesta per bancarotta.

    Alla base della richiesta di fallimento c’è il debito scaduto di circa quattrocento milioni di euro, cui si aggiunge un passivo di duecento milioni. Una parte consistente del debito, pari a circa 180 milioni, deriva dall’acquisizione dallo Stato della Tirrenia perché Cin non ha ancora saldato tale somma. E proprio l’intransigenza dei commissari della “vecchia” Tirrenia è uno degli scogli su cui si scontra il salvataggio della Tirrenia.

    Ma la tempesta giudiziaria per il Gruppo Onorato non potrebbe fermarsi qua. Infatti, il Tribunale di Milano ha avviato un’inchiesta conoscitiva sulle spese di Moby emerse dopo che la compagnia ha presentato il 30 marzo 2021 il piano di concordato in continuità. Dall’analisi della relazione tecnica allegata al concordato, i magistrati milanesi hanno sottolineato alcuni trasferimenti di denaro avvenuti dal 2015 al 2020 a partiti politici, influencer e lobbisti e spese per regali e noleggio di auto di lusso.

    Nell’elenco ci sono anche i nomi di Beppe Grillo (che avrebbe ricevuto 200mila euro), della Casaleggio Associati (60mila euro), della Fondazione Open di Matteo Renzi (200mila euro), il Comitato Change legato a Giovanni Toti (100mila euro), del Partito Democratico (90mila euro) e di Fratelli d’Italia (10mila euro). Tra le spese che non sono direttamente correlate alla gestione del trasporto, i magistrati italiani hanno evidenziato quattro milioni e mezzo di euro per ristrutturare una villa in Costa Smeralda usata per “rappresentanza aziendale”, l’acquisto si alcuni appartamenti a Milano concessi in uso a rappresentanti del Consiglio di amministrazione, il noleggio di aerei e di autovetture Aston Martin, Rolls Royce, Mercedes e Maserati.

    Il piano di Moby prevede la vendita di asset aziendali, ma la società afferma in una nota che manterrà i posti di lavoro e le rotte attualmente servite, grazie anche ai due ro-ro che sono in fase di costruzione, che avranno capacità di 3750 metri lineari.

    © TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
    Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


      Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

      bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

     

     

    CONTENUTI SPONSORIZZATI

    Teleroute affronta il futuro con un fermo impegno sulla sicurezza
    Accordo tra Astre Italia e Keepintouch sui servizi alle flotte
    Accordo quadro tra Astre e Scania per l’acquisto di camion
    Astre ringrazia l’autotrasporto con un video
    Progetto ADRIPASS per avvicinare le regioni europee
    Con Astre Plus i lotti di pallet corrono nell’ultimo miglio
    Menu completo d’intralogistica per gli associati Astre
    LCT collabora con la Protezione Civile contro la Covid-19
    Accordo quadro tra Astre e Scania per l’acquisto di camion
    Astre ringrazia l’autotrasporto con un video
    previous arrow
    next arrow
    Slider

     

Videocast K44

Autotrasporto

Mare

  • Grimaldi acquista traghetti e terminal in Spagna

    Grimaldi acquista traghetti e terminal in Spagna

    Il gruppo armatoriale napoletano Grimaldi potenzia la sua presenza in Spagna tramite l’acquisto dalla Naviera Armas Trasmediterránea di cinque traghetti e due terminal portuali a Barcellona e Valencia.

TECNICA

Bruxelles studia la cybersicurezza nei veicoli autonomi

TECNICA

Alleanza tra Iveco e Plus per il camion autonomo

TECNICA

Aggancio automatico del semirimorchio di Jost

TECNICA

K44 Tecno: al volante (virtuale) del nuovo Renault Trucks T

TECNICA

Boston Dynamics presenta un robot per caricare i camion
previous arrow
next arrow
Slider

LOGISTICA

K44 podcast: come cambia l’offerta di lavoro nella logistica

LOGISTICA

Venezia vuole produrre idrogeno verde per il trasporto

LOGISTICA

Alibaba.com con Nola Business Park nel commercio elettronico

LOGISTICA

Allarme anche per la carenza di materie plastiche

LOGISTICA

Amazon aprirà tre logistiche in Veneto
previous arrow
next arrow
Slider

BREXIT

Camionisti esonerati dal tampone Covid tra GB e Francia

BREXIT

La Brexit svuota l’export britannico

BREXIT

Eurotunnel offre lo sdoganamento digitale

BREXIT

Nuovo quadro giuridico per eTir dal 25 maggio

BREXIT

La Brexit frena anche Amazon in Gran Bretagna
previous arrow
next arrow
Slider

CAMIONSFERA

Dkv avvia il pagamento telematico in Italia

CAMIONSFERA

Bosch produrrà microprocessori per veicoli in Germania

CAMIONSFERA

Dimezzato il potenziamento della ferrovia di Capodistria

CAMIONSFERA

Camionisti scioperano nei Paesi Bassi per aumento salario

CAMIONSFERA

Parte il bando per la galleria del Verghereto sull’E45

CAMIONSFERA

Ancora ritardi nelle consegne di camion in Europa e Usa

CAMIONSFERA

Piano di sorveglianza ministeriale per le gallerie

CAMIONSFERA

K44 podcast: come funziona l’assistenza 24h dei camion

CAMIONSFERA

Assolti due dirigenti Michelin per incidente a camionista

CAMIONSFERA

Bando per formazione autisti container

CAMIONSFERA

La Francia rifinanzia e rilancia la Torino-Lione

CAMIONSFERA

Ferrovie tedesche in contropiede sulla frana del Reno

CAMIONSFERA

Il Canale di Suez sta potenziando la sicurezza della navigazione

CAMIONSFERA

Il raddoppio della ferrovia adriatica fa solo un mezzo passo

CAMIONSFERA

Progetto di nuovo canale tra Mar Rosso e Mediterraneo
previous arrow
next arrow
Slider