Array ( [0] => 10 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Fragile tregua a Gioia Tauro

Dopo lo sciopero di 72 ore del sindacato Sdl è il momento della trattativa. Al centro della discussione la gestione degli straordinari nel terminal Contship.
"Se non giunge una svolta positiva, riprenderemo lo sciopero in modo ancora più determinato". Con queste parole si chiude il comunicato del sindacato Sdl, che fa il punto della dura vertenza che sta opponendo l'organizzazione sindacale alla Contship, che gestisce il terminal container del porto calabrese attraverso la Medcenter. Una vertenza che nei giorni scorsi ha raggiunto momenti di alta tensione: da un lato il sindacato ha bloccato il porto per 72 ore, dall'altro la Contship ha minacciato di lasciare lo scalo. Entrambi sono stati convocati al ministero dei Trasporti, seppure in momenti separati. Nel frattempo, le organizzazioni confederali Cgil, Cilsl e Uil, insieme con Ugl, hanno firmato un'intesa, rifiutata dalla Sdl.

L'accordo tra sindacati confederali e la Medcenter è avvenuto il 13 febbraio. Secondo un comunicato dei sindacati firmatari: "l'accordo tende a garantire l'occupazione del porto ed il possibile recupero dei traffici. Mediamente i lavoratori intascheranno un aumento di 215 euro fissi mensili più 150 legati ad un minimo di produttività, oltre ad una polizza sanitaria cumulativa di complessivi 550.000 euro a copertura di particolari fabbisogni, con una cifra pro capite di 600 euro annui". Inoltre, l'accordo prevede un sistema di turni che "alleggerisce l'impegno dei lavoratori soprattutto di notte e nei festivi".

Il sindacato autonomo Sdl, che ha proclamato lo sciopero, non ha siglato l'accordo ed è stato ricevuto al ministero dei Trasporti per un "tavolo tecnico" il giorno successivo. Il principale punto contestato dal sindacato è la gestione degli straordinari. Fabrizio Tomaselli, coordinatore nazionale si Sdl intercategoriale, ha dichiarato a proposito: "Medcenter ha imposto una normativa riguardante lo straordinario, per la quale tale prestazione, oltre ad essere utilizzata in dose massiccia, oltre ad essere obbligatoria, oltre a comportare il raddoppio di alcune giornate di lavoro, fino a 12 ore consecutive, sta di fatto violando la legge e la contrattazione nazionale in quanto rappresenta un aumento fittizio delle ore di lavoro ordinario, mascherato da prestazione straordinaria". Ora, la Sdl attende gli esiti di un incontro con la sottosegretaria al Lavoro Rosi Rinaldi: "Nel caso di risultato negativo, i lavoratori saranno costretti a riprendere lo sciopero in modo ancor più incisivo", ammonisce Tomaselli.

Leggi tutte le notizie su:
Gioia Tauro

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • Dimissioni dei vertici camion dell’Unrae

    Dimissioni dei vertici camion dell’Unrae

    Annunciate le dimissioni improvvide del presidente della Sezione Veicoli Industriali, Franco Fenoglio, e di quello della Sezione Rimorchi dell'associazione dei costruttori di veicoli esteri Unrae.

Logistica

  • Le proposte di Fedespedi per il Recovery Fund

    Le proposte di Fedespedi per il Recovery Fund

    L'associazione degli spedizionieri Fedespedi indica le priorità per il trasporto delle merci e la logistica da inserire nel programma di spesa che il Governo italiano dovrà presentare all'UE per ottenere le risorse del Recovery Fund. Tre temi: digitalizzazione, connettività e sostenibilità.

Mare