Array ( [0] => 10 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Aumentano i container a Gioia Tauro nel 2019


In una nota diffusa il 7 gennaio 2019, l'Autorità portuale di Gioia Tauro annuncia una netta ripresa dei traffici container nel porto, dopo due anni consecutivi di calo. Nel 2019, il porto calabrese ha movimentato 2.522.874 teu, pari all'8,4% in più rispetto all'anno precedente (valore che sale all'8,6% considerando le movimentazioni), trasportati da 1287 navi. L'Autorità precisa che " è aumentato il numero di portacontainer attraccate e lavorate presso il MedCenter Container Terminal che ha generato un relativo incremento del 5,1% con un innalzamento dei movimenti di circa 1,6 milioni e una relativa crescita percentuale dell'8,6. Si è giunti a questo traguardo perché lo scalo calabrese, nel corso dell'anno, ha mantenuto stabile la strada del rinnovamento, concretizzando la sua politica di sviluppo mirata a definire un chiaro cambio di tendenza e porre fine al periodo buio che ha segnato, negli ultimi anni, la vita dell'infrastruttura portuale". Questi valori confermano il primato di Gioia Tauro nel transhipment italiano dei container.
Lo scorso anno c'è stato un importante cambiamento: la società terminalista della compagnia Msc ha rilevato l'intero capitale del MedCenter Container Terminal, aumentando il numero delle proprie portacontainer che hanno scalato nelle banchine calabresi e avviando un programma di ammodernamento e potenziamento del terminal. Anche l'Autorità portuale ha avviato lavori, tra cui spiccano il rifacimento dei piazzali e delle vie di corsa, per aumentare la velocità delle gru di banchina e dei mezzi di movimentazione. L'Autorità continuerà le opere di manutenzione ordinaria e straordinaria con un investimento di oltre otto milioni di euro nel biennio 2020-2022.
"Attendiamo il 2020 per certificare un completo rilancio dei traffici portuali, che ha già dato i suoi frutti sin dal secondo semestre del 2019", ha dichiarato il commissario straordinario Andrea Agostinelli. "Ora ogni sforzo dell'Autorità portuale andrà profuso nella realizzazione dei collegamenti ferroviari con la rete nazionale e nella valorizzazione del gateway ferroviario, ormai realizzato. Di tutto questo abbiamo avuto positivi riscontri dal ministro dei Trasporti Paola De Micheli, e di questo parleremo nei prossimi giorni con i candidati alle prossime elezioni regionali". L'Autorità segnala anche l'aumento della produttività dei lavoratori, che ha registrato una crescita del 2,8% sulle navi madri e del 3% sulle feeder.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • Pioggia di multe ai camion fermi di notte sull’A22

    Pioggia di multe ai camion fermi di notte sull’A22

    Nel secondo fine settimana di ottobre, la Polizia Stradale ha inflitto ventidue multe agli autisti di altrettanti veicoli industriali che si erano fermati per rispettare i tempi di riposo nelle piazzole di sosta dell’autostrada A22. Scoperti anche due autobus che trasportavano merci in conto terzi: multa di oltre seimila euro.

Logistica

  • Operativo lo hub di Dhl a Malpensa

    Operativo lo hub di Dhl a Malpensa

    Il nuovo hub di Dhl nell’aeroporto della Malpensa ha iniziato a lavorare, senza ancora un'inaugurazione ufficiale. Si estende su una superficie di 55mila metri quadrati e ha richiesto un investimento di 109 milioni di euro. Aumenterà anche il traffico degli aerei. Ma i sindacati di base protestano a Orio al …

Mare

  • DB Schenker scende dalle portacontainer di Maersk

    DB Schenker scende dalle portacontainer di Maersk

    Lo spedizioniere tedesco DB Schenker starebbe lasciando le portacontainer di Maersk perché considera la compagnia marittima danese più un concorrente che un fornitore di servizi, dopo che ha integrato Damco nella sua struttura. Potrebbe essere l'inizio di una tendenza.