Array ( [0] => 9 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Cronaca

    Neve: filtraggio per i camion

    Il protocollo siglato tra i rappresentanti dei gestori autostradali, gli autotrasportatori e il Governo prevede le nuove misure da attuare verso i veicoli commerciali nel caso di neve. Il nuovo sistema dovrebbe garantire la sicurezza, senza penalizzare troppo gli autotrasportatori. Ecco come funziona.
    Dopo i gravi disagi della nevicata dello scorso novembre, che ha bloccato il traffico in Piemonte e ha causato pesanti scambi d'accuse tra gestori autostradali e autotrasportatori, il Governo ha convocato i protagonisti per un chiarimento e, soprattutto, per stabilire le procedure in caso di forti nevicate. Dalle due riunioni fatte è emerso un protocollo d'intesa per regolare la circolazione dei mezzi pesanti.

    L'aspetto più innovativo è il "filtraggio dinamico". Esso rappresenta una sorta di compromesso tra chi (gestori autostradali in testa) vorrebbe bloccare il traffico dei veicoli industriali in caso di neve e chi, ovviamente gli autotrasportatori, sostiene che non è possibile, per motivi operativi e logistici (dove si fermerebbero i camion?). Così, il filtraggio dinamico evita il blocco totale indiscriminato, ma comporta l'incolonnamento dei mezzi pesanti all'interno dell'autostrada fino a quando non vengono ristabilite le condizioni di transitabilità. Se necessario, i camion possono anche essere parcheggiati all'esterno dell'autostrada, ma comunque "in prossimità degli svincoli".

    L'adozione del sistema di filtraggio viene decisa dalle società autostradali insieme ai compartimenti della Polstrada territorialmente competenti. Tale procedura vale per tutti i veicoli con peso totale superiore a 7,5 tonnellate. Resta in vigore l'obbligo delle catene, ove segnalato. Il provvedimento prevede due livelli d'allarme. Il primo indicato da un "codice giallo", che indica una situazione in cui la neve può essere rimossa facilmente dagli spazzaneve. In questo caso, la sosta dei veicoli (o il montaggio delle catene) viene imposta solamente se si prevede un aggravamento della situazione, con il probabile passaggio al livello successivo, contraddistinto dal "codice rosso".

    Il codice rosso segnala una situazione in cui la neve determina l'imbiancamento del manto stradale, nonostante l'impiego di tutti i mezzi antineve possibili. In questo caso, i camion vengono fermati in autostrada (o devono montare le catene), fino a quando non si ristabilisce la transitabilità. Per l'eventuale sosta dei camion, il documento adotta una formula piuttosto flessibile, in quanto tutti sono consapevoli della mancanza di spazio sufficiente. In una prima fase, i camion vengono incolonnati in una carreggiata autostradale. Se necessario, si possono poi usare anche aree di parcheggio interne all'autostrada e, come ultima risorsa, spazi esterni all'autostrada, ma comunque vicini agli svincoli.

    Il documento affronta anche il problema della comunicazione. Anche in questo caso, lo scorso novembre c'erano state polemiche relative alla tempestività dell'informazione. Ora, si prevede la possibilità di stipulare accordi con emittenti radiofoniche locali (FM), radioamatori e operatori telefonici (SMS) per integrare la comunicazione offerta dai concessionari autostradali tramite i pannelli a messaggio variabile, o dall'emittenza pubblica.

    L'allegato finale elenca i cinque codici previsti per gli allarmi in caso di neve. Sono così definti:

    Codice Zero: è appena stato emesso un bollettino o un allerta meteo di contenuto tale da rendere necessario un piano di comunicazione preventiva. Viene ritenuto "allerta di riferimento" quello emesso dal Dipartimento della Protezione Civile, salvo previsione peggiore emessa da altro autorevole ente nazionale o locale.

    Codice Verde: l'organizzazione del concessionario è pronta ad operare con fondo stradale regolarmente trattato; la precipitazione nevosa non è ancora iniziata.

    Codice Giallo: la precipitazione nevosa è iniziata. L'intensità non è critica ed è contrastata agevolmente dall'azione dei mezzi operativi; il traffico defluisce senza difficoltà. Sui tratti più impegnativi per tracciato e/o mix di traffico (elevata componente merci) i possibili rallentamenti non sono dovuti alle condizioni del fondo stradale.

    Codice Rosso: la precipitazione nevosa è intensa e rende necessario, anche sui tratti limitati, l'intervento di tutti i mezzi e le attrezzature disponibili; il traffico defluisce in modo rallentato sui tratti più impegnativi. In tale situazione è possibile registrare blocchi, anche momentanei, del traffico per cause direttamente o non direttamente connesse alla nevicata in corso.

    Codice Nero: si è appena verificato un blocco di traffico in una delle carreggiate per intraversamento di uno o più veicoli a causa del fondo stradale parzialmente/totalmente innevato. Il blocco può anche essere avvenuto per cause non direttamente correlabili alla precipitazione in atto (es sbandamento per eccesso di velocità, avaria con fermo del mezzo in carreggiata, ecc), che tuttavia continua ad essere molto intensa. In tale situazione i forti rallentamenti o il fermo comunque imposto alla circolazione, pertanto anche ai mezzi e alle attrezzature antineve, può determinare rapidamente la perdita del controllo della situazione e l'insorgere di un vero e proprio stato di crisi.


    DOCUMENTO: Il testo del Protocollo

    CONTENUTI SPONSORIZZATI

    Accordo quadro tra Astre e Scania per l’acquisto di camion
    Astre ringrazia l’autotrasporto con un video
    Progetto ADRIPASS per avvicinare le regioni europee
    Con Astre Plus i lotti di pallet corrono nell’ultimo miglio
    Menu completo d’intralogistica per gli associati Astre
    LCT collabora con la Protezione Civile contro la Covid-19
    previous arrow
    next arrow
    Slider

     

Videocast K44

Autotrasporto

  • Unatras vuole incontrare il ministro dei Trasporti

    Unatras vuole incontrare il ministro dei Trasporti

    L’unione dell’autotrasporto Unatras chiede al ministro dei Trasporti, Enrico Giovannini, di aprire un Tavolo di confronto per individuare le questioni più urgenti su cui intervenire, tra cui i recenti ostacoli apparsi in Germania e Austria.

Mare

  • I porti di Anversa e Zeebrugge uniti rincorrono Rotterdam

    I porti di Anversa e Zeebrugge uniti rincorrono Rotterdam

    I due principali porti container del Belgio, Anversa e Zeebrugge, si fondono per offrire un'unica entità al trasporto globale di container. Nel 2020 hanno movimentato 13,8 milioni di teu, più del traffico dell’intera portualità italiana e vicino a quello di Rotterdam.

TECNICA

K44 videocast: quale sarà il motore del 2040

TECNICA

GM sviluppa un sistema elettrico completo per logistica urbana

TECNICA

Schiphol sperimenta trattore per bagagli autonomo

TECNICA

La Cina progredisce nel camion autonomo

TECNICA

Semirimorchi aerodinamici di Schmitz Cargobull
previous arrow
next arrow
Slider

LOGISTICA

Due viceministri e un sottosegretario ai Trasporti

LOGISTICA

Allarme per l’approvvigionamento dei pallet in legno

LOGISTICA

Supermulta da 773 milioni e denunce a quattro società per i rider

LOGISTICA

Fercam apre da remoto una filiale in Svezia

LOGISTICA

Sindacati interrompono negoziato su Ccnl Logistica e Trasporto
previous arrow
next arrow
Slider

BREXIT

La Brexit frena anche Amazon in Gran Bretagna

BREXIT

DB Schenker riprende le spedizioni per Gran Bretagna

BREXIT

DHL Express sospende alcune spedizioni verso la Gran Bretagna

BREXIT

Palletways sospende spedizioni per Gran Bretagna

BREXIT

DPD riattiva le spedizioni con la Gran Bretagna
previous arrow
next arrow
Slider

CAMIONSFERA

Altera cronotachigrafo, multa di 5500 euro

CAMIONSFERA

Denunciato camionista in Sicilia per manomissione cronotachigrafo

CAMIONSFERA

Cambio al volante di Scania dal primo maggio

CAMIONSFERA

Pontremolese in concessione per completarla

CAMIONSFERA

Arresti a Napoli contro rapinatori dell’autotrasporto

CAMIONSFERA

Guida 21 ore in un giorno e senza AdBlue, multa per autista e azienda

CAMIONSFERA

Arriva un nuovo operatore per il telepedaggio in Italia

CAMIONSFERA

Indagine per omicidio stradale sul tamponamento dell’A32

CAMIONSFERA

Autotrasporto protesta contro due autovelox sulla Fi-Pi-Li

CAMIONSFERA

Sciopero degli autisti della logistica Amazon di Padova

CAMIONSFERA

Tampone in Germania, lunghe code al Brennero

CAMIONSFERA

Il 2021 inizia in positivo per i veicoli industriali

CAMIONSFERA

Ferrovia trans-afghana tra l’Asia centrale e il Mar Arabico

CAMIONSFERA

Pagamento telematico del pedaggio in Marocco con DKV

CAMIONSFERA

Ispettorato Lavoro concede lavoro a chiamata per i camionisti
previous arrow
next arrow
Slider