Array ( [0] => 9 )

Primo piano

  • Tutti assolti nel processo Kurt Beier per sfruttamento autisti

    Tutti assolti nel processo Kurt Beier per sfruttamento autisti

    Il Tribunale di Sønderborg ha assolto il titolare dell’azienda di autotrasporto danese Kurt Beier Transport e gli altri tre imputati nel processo per usura nei confronti di trenta autisti. Ma due imputati devono pagare una multa di circa 13.400 e 3300 euro.

Podcast K44

Normativa

Cronaca

Autotrasporto

  • K44 podcast, trasporto carburante antifrode e sicuro

    K44 podcast, trasporto carburante antifrode e sicuro

    Per contrastare le frodi sul carburante e aumentare la sicurezza del trasporto, il Consorzio Transadriatico ha avviato il programma Legalità & CaloZero, che prevede speciali sigilli a fibra ottica nelle autocisterne. Lo descrive il presidente Natalino Mori in questo episodio del podcast K44.

    Filiera del container cerca soluzioni per Genova


    Il crollo del ponte Morandi ha reso più difficile e costoso il flusso "orizzontale" dei container a Genova, ossia quello che collega il bacino di Sampierdarena con quello di Prà. Per evitare il collasso causato dall'intreccio con il traffico elle autovetture, si sta costruendo una via dedicata ai veicoli pesanti all'interno dello stabilimento Ilva, ma bisogna tenere conto che è una soluzione d'emergenza, che tra l'altro costringerà i camion a procedere con velocità da cantiere. Per gli autotrasportatori è necessario quindi ridurre il flusso orizzontale, cambiando alcuni processi operativi del ciclo del container. Per trovare una soluzione comune della filiera hanno incontrato il 28 agosto i rappresentanti degli spedizionieri e degli agenti marittimi.
    La mattina, gli autotrasportatori (tramite Fita Cna, Confartigianato Trasporti, Fai Conftrasporto, Fiap e Trasportounito) hanno incontrato Spediporto, ossia i soli spedizionieri, per trovare un'intesa sui punti da presentare poi agli agenti marittimi, incontrati nel pomeriggio. "Chiediamo uno sforzo dell'intera filiera, comprese le compagnie marittime, per ridurre il traffico di veicoli industriali tra i due bacini portuali, che è pari a circa il trenta percento di quello che insiste sul porto", spiega Giuseppe Bossa, coordinatore dell'Osservatorio Autotrasporto di Genova. "In concreato abbiamo chiesto di puntare sulla verticalizzazione del trasporto di container, ossia i collegamenti tra Genova e l'entroterra riducendo i flussi orizzontali tra bacini".
    Uno dei metodi per farlo è evitare, per esempio, che un camion che porta un container pieno a un terminal di levante debba caricarne uno vuoto per un terminal di ponente, o viceversa. Lo stesso camion dovrebbe quindi ricaricare al terminal di scarico un container per l'entroterra. Il punto critico di questa soluzione è che le compagnie marittime avrebbero meno container da imbarcare sulle navi che scaricano i pieni e che sono destinati ad altri porti del mondo, perché dovrebbero tenere una scorta di vuoti nei terminal genovesi, con un incremento di costi nella loro logistica dei vuoti. "Ci rendiamo conto degli eventuali disagi per le compagnie, ma l'intero sistema portuale deve affrontare questa emergenza. Se bisogna muovere container vuoti da levante a ponente, si può eventualmente farlo di notte", aggiunge Bossa.
    Un secondo intervento è condividere i container tra le compagnie, aumentando un sistema che già in parte avviene ora. "Per esempio, un container pieno di una compagnia caricato nel porto di Genova e scaricato nell'entroterra invece di tornare vuoto nel porto può essere trasportato con lo stesso camion in un'altra località dell'entroterra per ricaricarlo e poi imbarcarlo a Genova, anche con carichi di altre compagnie marittime, riducendo così la movimentazione dei vuoti", precisa Bossa. Nella riunione della mattina autotrasportatori e spedizionieri hanno parlato anche di provvedimenti già affrontati durante la vertenza sui tempi di attesa, precedente al crollo del ponte.
    Al termine di questa riunione, le parti hanno condiviso alcune richieste da sottoporre alle compagnie marittime e ai terminalisti. Alle compagnie chiedono sei interventi: obbligo del buono di consegna elettronico o spedito per email; obbligo della rimessa in termini elettronica; riutilizzo dei container vuoti in import; restituzione e ritiro vuoti aperta su più depositi; ritiro vuoti e consegna pieni con prenotazione o lettera di vettura aperta fuori dall'orario di ufficio (ossia dalle 4.00 alle 9.00 e dalle 17.00 alle 22.00); estensione del Free Time.
    Ai terminalisti, gli autotrasportatori e gli spedizionieri chiedono un orario omogeneo di apertura dalle 4.00 alle 22.00 sia nei terminal, sia nei depositi cittadini asserviti al porto; bilanciamento dei container vuoti sui due bacini di levante e ponente; individuazione di un'area retroportuale per il rilancio dei container vuoti sull'asse Voltri Rivalta e Sampierdarena Rivalta; indicazione del numero di sigillo su interchange; verifica dello stato del container in uscita. In linea generale, gli operatori chiedono di definire una linea di comunicazione congiunta per superare il concetto di consegna e ritiro tassativo della merce. Infine, autotrasportatori e spedizionieri hanno deciso di chiedere un incontro con il ministero dei Trasporti e l'Agcom per discutere dei costi supplementari causati da questa emergenza.
    Nel pomeriggio, gli autotrasportatori e gli spedizionieri hanno incontrato i rappresentanti degli agenti marittimi, rappresentati da Assagenti e di alcune compagnie marittime. "Con loro abbiamo ripreso i punti condivisi la mattina con gli spedizionieri con lo scopo di ottimizzare i viaggi", spiega Giuseppe Tagnochetti, coordinatore per la Liguria di TrasportoUnito. "In pratica, con loro vogliamo trovare soluzioni condivise per semplificare le procedure documentali, evitare attese, viaggi a vuoto e ritardi dei veicoli e cercare depositi per ottimizzare la gestione dei container vuoti così da impiegarli razionalmente sui due bacini".
    Trasportounito valuta che il crollo del Morandi faccia perdere all'autotrasporto container che gravita su Genova il 35% della sua produttività: "I provvedimenti illustrati ieri potrebbero farci recuperare il cinque percento di tale perdita. Anche con altri provvedimenti e alternative sulla viabilità non arriveremo comunque a un recupero completo della produttività, quindi resteranno dei costi supplementari, che non possono cadere sulle spalle dei soli autotrasportatori. Chiediamo quindi anche agli altri operatori di condividere questo sacrificio attraverso un'analisi degli extra costi".
    Il passo successivo prevede che Assagenti produca un proprio documento sulla base di quello firmato da autotrasporto e Spediporto per portare poi una posizione comune all'Autorità portuale, che aprirà un Tavolo con le compagnie marittime per trovare soluzioni condivise da tutti. L'obiettivo è chiudere questo percorso prima della completa ripresa delle attività del porto.

    © TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
    Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

     


      Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

     bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

    CONTENUTI SPONSORIZZATI

     

Videocast K44

Sponsorizzato

  • Cosa offre Amazon Relay ai trasportatori

    Cosa offre Amazon Relay ai trasportatori

    Amazon necessita di sempre maggiore capacità di trasporto, che viene alimentata grazie ad un programma dedicato, chiamato Amazon Relay. Ecco come funziona e come le imprese di autotrasporto vi possono aderire.
Quando il semirimorchio produce energia

TECNICA

Quando il semirimorchio produce energia
Il videocast K44 racconta le innovazioni del Solutrans

TECNICA

Il videocast K44 racconta le innovazioni del Solutrans
Scania svela telecamere retrovisori e serbatoio a goccia

TECNICA

Scania svela telecamere retrovisori e serbatoio a goccia
Contenitore per trasporto aereo fino a -70°

TECNICA

Contenitore per trasporto aereo fino a -70°
Ford Trucks entra nei servizi municipali

TECNICA

Ford Trucks entra nei servizi municipali
previous arrow
next arrow
Dsv crea rete logistica automatica e connessa per e-commerce

LOGISTICA

Dsv crea rete logistica automatica e connessa per e-commerce
Dhl Express prova camion a idrogeno nel Benelux

LOGISTICA

Dhl Express prova camion a idrogeno nel Benelux
Il mondo del trasporto teme restrizioni per la variante Omicron

LOGISTICA

Il mondo del trasporto teme restrizioni per la variante Omicron
Gls apre centro di smistamento a Padova

LOGISTICA

Gls apre centro di smistamento a Padova
Frode fiscale e truffa nella logistica a Ferrara

LOGISTICA

Frode fiscale e truffa nella logistica a Ferrara
previous arrow
next arrow
Il nuovo terminal di Calais non piace a traghetti e camion

BREXIT

Il nuovo terminal di Calais non piace a traghetti e camion
Pescatori francesi hanno bloccato le merci nella Manica

BREXIT

Pescatori francesi hanno bloccato le merci nella Manica
Gran Bretagna allenta i lacci del cabotaggio stradale

BREXIT

Gran Bretagna allenta i lacci del cabotaggio stradale
Italmondo crea sdoganamento in Belgio per trasporti in GB

BREXIT

Italmondo crea sdoganamento in Belgio per trasporti in GB
Peggiora la crisi logistica in Gran Bretagna

BREXIT

Peggiora la crisi logistica in Gran Bretagna
previous arrow
next arrow
Il progetto Rail Baltica fa un passo avanti in Lettonia

CAMIONSFERA

Il progetto Rail Baltica fa un passo avanti in Lettonia
Controlli sugli autisti dei corrieri in Belgio

CAMIONSFERA

Controlli sugli autisti dei corrieri in Belgio
Iru chiede provvedimenti UE contro l’Austria sul Brennero

CAMIONSFERA

Iru chiede provvedimenti UE contro l’Austria sul Brennero
La Slovenia potenzia l’asse centrale delle ferrovie

CAMIONSFERA

La Slovenia potenzia l’asse centrale delle ferrovie
31 miliardi per la rete Fs, ma molte opere sono sulla carta

CAMIONSFERA

31 miliardi per la rete Fs, ma molte opere sono sulla carta
Operatori in campo per superare i limiti dell’AlpTransit

CAMIONSFERA

Operatori in campo per superare i limiti dell’AlpTransit
Undici arresti a Piacenza per sfruttamento di cento autisti

CAMIONSFERA

Undici arresti a Piacenza per sfruttamento di cento autisti
Webuild in soccorso degli austriaci per il Brennero

CAMIONSFERA

Webuild in soccorso degli austriaci per il Brennero
Polonia semplifica l’immigrazione degli autisti extra-UE

CAMIONSFERA

Polonia semplifica l’immigrazione degli autisti extra-UE
Carabinieri scoprono false patenti polacche

CAMIONSFERA

Carabinieri scoprono false patenti polacche
In Austria nuova tratta della Westbahn a quattro binari

CAMIONSFERA

In Austria nuova tratta della Westbahn a quattro binari
UE proroga le eccezioni al tempo di guida in Germania

CAMIONSFERA

UE proroga le eccezioni al tempo di guida in Germania
Cambia il protocollo Covid-19 per l’autotrasporto

CAMIONSFERA

Cambia il protocollo Covid-19 per l’autotrasporto
Iveco accelera l’ingresso in Borsa

CAMIONSFERA

Iveco accelera l’ingresso in Borsa
Per Bureau Veritas sono a rischio 1900 ponti in Italia

CAMIONSFERA

Per Bureau Veritas sono a rischio 1900 ponti in Italia
previous arrow
next arrow