Array ( [0] => 9 )

Primo piano

  • Il 2019 è peggior anno del cargo aereo del decennio

    Il 2019 è peggior anno del cargo aereo del decennio

    Le rilevazioni della Iata sul trasporto aereo delle merci del 2019 mostrano che è stato il peggiore anno dal 2009, quando scoppiò la crisi macroeconomica da cui il settore è emerso lentamente. Un’eventuale ripresa quest’anno potrebbe essere ostacolata dall’epidemia di coronavirus.

Podcast K44

Normativa

Anita critica sul secondo Brenner Meeting


Anita non si unisce al coro di lodi per il secondo Brenner Meeting, che si è svolto il 12 giugno a Bolzano. Anzi, afferma chiaramente che l'incontro "non ha portato risultati concreti". Per quanto riguarda il trasferimento delle merci dalla strada alla rotaia, su cui si è incentrato il vertice, l'associazione dell'autotrasporto spiega che "la futura galleria ferroviaria non sarà in grado di sostenere il flusso di dodici milioni di autovetture e 2,2 milioni di veicoli pesanti che ogni anno attraversano le Alpi attraverso il Brennero, né tantomeno questi volumi possono essere oggi trasferiti sull'esistente infrastruttura ferroviaria, sulla quale già oggi transita quantità di merce quasi pari a quella che viaggia attraverso la galleria del Gottardo in Svizzera".
Sull'altro importante punto fissato a Bolzano, ossia l'aumento dei pedaggi autostradali, Anita ritiene che "avranno soltanto l'effetto di un peggioramento della competitività dell'Italia e dell'Alto Adige, con conseguenti danni all'economia", mentre il dosaggio del veicoli in transito, già attuato dall'Austria, non porta risultati e non risolve il problema, anzi crea lunghe colonne di veicoli pesanti che sono socialmente dannosi per gli autisti e peggiorano l'impatto ambientale dell'autotrasporto.
Per affrontare il problema dell'inquinamento sull'asse del Brennero, il presidente di Anita, Thomas Baumgartner, propone soluzioni alternative a quelle concordate a Bolzano, come favorire l'uso di veicoli industriali alimentati a gas naturale liquefatto "che fanno dimezzare le emissioni acustiche, producono il 35% in meno di emissioni NOx e abbattono il particolato del 95% rispetto agli attuali motori di ultima generazione Euro VI". L'associazione propone anche l'abolizione del divieto di circolazione notturna in Austria, almeno per i veicoli con motori Euro VI o a gas naturale, e l'uso della terza corsia dell'A22 da Bolzano in direzione sud, col fine di ridurre gli intasamenti in certe ore del giorno o in concomitanza dei giorni festivi.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • Trasporto espresso sicuro e certificato di AsstrA

    Trasporto espresso sicuro e certificato di AsstrA

    L’aggregazione d’imprese di trasporto AsstrA offre un autotrasporto espresso con consegna tra 24 e 48 ore all’interno dell’Unione Europea, conforme con gli standard di sicurezza V1, V2, V3, V4 e V5.

Logistica

Mare

  • Collaborazione tra i porti di Venezia e Amburgo

    Collaborazione tra i porti di Venezia e Amburgo

    L’ Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale ha avviato una collaborazione con alcuni enti italiani e tedeschi per sviluppare tecnologie terminalistiche e doganali col porto di Amburgo.