TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

L’Ungheria acquista un pezzo del porto di Trieste

E-mail Stampa PDF

Il 5 luglio 2019 il Governo ungherese ha firmato un accordo con Teseco e Seastock per acquistare un'area nella zona Noghere, dove realizzerà un terminal multipurpose.


Trieste porto alto-mareDopo le anticipazioni dei giorni scorsi, il Governo ungherese ha compiuto un passo avanti decisivo per occupare una parte del porto di Trieste: la firma dell'accordo per acquisire da Teseco e Seastock un'area di 320mila metri quadrati nella zona Noghere, a sud-est dello scalo. È l'area dove sorgeva la raffineria Aquila, che ha una banchina con pescaggio di tredici metri, una piattaforma retrobanchina per lo stoccaggio e la movimentazione delle merci e collegata alla rete ferroviaria. Il Governo ungherese vuole investire cento milioni di euro per realizzare un terminal multipurpose dedicato al commercio estero del Paese.
L'autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale precisa in una nota che "il protocollo siglato agevolerà la risoluzione di alcune tematiche di interesse strategico per il porto di Trieste, quali ad esempio la risoluzione delle questioni relative allo stato di Sito Inquinato di interesse Nazionale (SIN) presso il Ministero dell'Ambiente, del Territorio e del Mare e la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia; la possibilità di attivare rapidamente sul sito, o su una porzione di esso, il regime di Porto Franco; il ripristino e l'adeguamento dei raccordi ferroviari pubblici esistenti con la stazione Aquilinia. Il tutto con il coinvolgimento del Comune di Muggia nella pianificazione dello sviluppo futuro dell'area".

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 
Letture:: 983

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed