TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Procargo Line sospende linea con la Tunisia

E-mail Stampa PDF

La compagnia di navigazione ha deciso di chiudere la rotta marittima tra Cagliari e Zarzis, avviata nel 2018, per motivi economici e per l'instabilità politica dell'area.


Grendi scarico traghetto container cassettaA circa dodici mesi di distanza dalla sua presentazione, la nuova compagnia di navigazione Procargo Line, attiva fra la Sardegna e la Tunisia, ha già dovuto alzare bandiera bianca. Quantomeno temporaneamente. A confermarlo è l'amministratore delegato (e azionista) Euan Lonmon: "Attualmente la linea regolare Procargo Line sulla Tunisia è sospesa. Dopo nove mesi di operazioni sui porti di Sousse, Sfax e Zarzis la decisione della sospensione nasce da una serie di considerazioni che vanno dalla situazione economica e politica in Tunisia e Libia a considerazioni di tipo operativo ed economico".
La sospensione sembrerebbe essere solo temporanea, perché Lonmon aggiunge: "Positivamente si può rilevare che Procargo ha non solo il riconoscimento di linea regolare, ma sopratutto la garanzia di accosto nei porti minori della Tunisia. Durante i nove mesi di operatività la compagnia ha dimostrato grande flessibilità nel trasporto marittimo multipurpose, vale a dire ro-ro, container e general cargo, con l'innovativo sistema delle cassette". Procargo Line è convinta, anche sulla base delle richieste ricevute da parte delle autorità tunisine, "che in futuro lo sviluppo di questo tipo di trasporto verso i porti secondari tunisini e in particolare per il porto di Zarzis, vicino alla frontiera libica, sia di grande utilità per lo sviluppo economico di queste regioni periferiche e per gli scambi con l'Unione Europea".
Procargo Line è un progetto pensato e supportato dal Gruppo Grendi e sostenuto da investitori come la Vittorio Bogazzi e figli, la Porto di Carrara e lo stesso Euan Lonmon. Il servizio veniva assicurato dalla nave ro-ro Altinia (150 metri di lunghezza e 1.150 metri lineari di capacità) che è stata recentemente restituita al noleggiatore (Giovanni Visentini Trasporti Fluviomarittimi), il quale a sua volta l'ha dismessa.

Nicola Capuzzo

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 
Letture:: 803

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed