TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Antitrust contro rinnovo senza gara per la Sardegna

E-mail Stampa PDF

Il Tirrenia Amsicora banchina13 febbraio 2019 l'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha fornito al ministero dei Trasporti alcune considerazioni sulla convenzione di servizio pubblico per la continuità territoriale e della Sardegna esprimendo la sua opposizione al rinnovo automatico con Tirrenia a causa della fusione con Moby.


Il bollettino diffuso il 18 marzo 2019 dall'Autorità Antitrust riporta le osservazioni deliberate il 13 febbraio sulla possibilità di rinnovare la convenzione di servizio pubblico per la Sardegna di Tirrenia, che scadrà a luglio 2020. Il presupposto della decisione dell'Autorità è la fusione di Tirrenia e Moby in Compagnia Italiana Navigazione, che risulta titolare della convenzione dopo l'acquisizione di Tirrenia, ricevendo 72 milioni l'anno di sussidi pubblici. Attualmente, la procedura di fusione delle due compagnie controllate da Onorato è sospesa a causa del ricorso presentato al Tribunale di Milano dai commissari della parte di Tirrenia commissariata, ossia la cosiddetta bad company. Secondo i commissari, la società che emergerà dalla fusione non offrirà garanzie patrimoniali sufficienti per il credito che lo Stato vanta nei confronti di Cin per l'acquisto del ramo "sano" di Tirrenia.
L'Autorità scrive che "dagli elementi acquisiti emerge che la società risultante dalla fusione risulterà gravata dai debiti ora facenti capo alle società partecipanti alla fusione e che la scadenza di tali debiti travalica l'orizzonte temporale dell'attuale Convenzione di alcuni anni". Inoltre, "sembra che uno dei presupposti per la realizzazione della fusione tra Moby e Cin sia la proroga dell'attuale scadenza della Convenzione (prevista per il 18 luglio 2020) quantomeno al 2022/2027". Questa è una situazione che secondo l'Antitrust presenta risvolti critici sotto il profilo concorrenziale. Dopo avere esaminato la questione da diversi punti di vista, l'Autorità chiede al ministero dei Trasporti di rinnovare la convenzione tramite gara e di "correggere eventuali distorsioni e attivare i meccanismi di confronto competitivo in grado di dissipare gli extra profitti di cui potrebbe beneficiare l'impresa aggiudicataria del servizio".

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 
Letture:: 1657

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed