TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Fedespedi chiede chiarimenti su pesatura container

E-mail Stampa PDF

A un anno dagli emendamenti alla normativa internazionale Solas, l'associazione degli spedizionieri richiede precisazioni sulla figura dello shipper nei certificati di pesatura dei container diretti all'imbarco.


Genova VTE stazione pesatura camion containerL'assegnazione di un apposito incarico da parte delle aziende clienti per la pesatura certificata dei container, laddove richiesta alle imprese di spedizione, nel caso di compravendita internazionale di merce caricata in FCL (Full Container Load) e con resa alle condizioni EXW (Ex-Works) o FCA (Free Carrier). Questa è la posizione annunciata in una nota del 1° ottobre 2017 dalla Fedespedi – Federazione Nazionale delle Imprese di Spedizioni Internazionali, l'organizzazione imprenditoriale che rappresenta e tutela gli interessi delle aziende che organizzano il trasporto delle merci utilizzando tutte le modalità - visto il permanere di prese di posizione, discussioni e contrasti a oltre un anno di distanza dall'entrata in vigore degli emendamenti alla Convenzione Solas, che impongono il certificato di pesatura dei container.
Più in particolare, la necessità della formalizzazione di uno specifico mandato per la determinazione del cosiddetto VGM (Verified Gross Mass) è dovuta al fatto che tale attività, indispensabile per l'imbarco della merce a bordo della nave, non è compresa tra le prestazioni accessorie al contratto di spedizione.
La Federazione Nazionale delle Imprese di Spedizioni Internazionali rigetta qualunque confusione in merito al ruolo dello Shipper in quanto, quando l'impresa di spedizione si pone come tale, ciò è solamente in ossequio al contratto di spedizione così come definito dal Codice Civile, in base al quale l'impresa di spedizioni assume l'obbligo di concludere, in nome proprio e per conto del mandante, un contratto di trasporto e di compiere le operazioni ad esso accessorie.
Fedespedi, inoltre, auspica che su questa complessa e delicata questione si possa trovare una soluzione chiarificatrice nella prassi commerciale oppure ad opera dei competenti organismi internazionali, in quest'ultimo caso stabilendo a livello di Incoterms la ripartizione dell'obbligo di pesatura certificata dei container e i relativi oneri tra venditore-mittente e compratore-destinatario.
Fedespedi confida, infine, che il prossimo decreto che il Ministero Infrastrutture e Trasporti andrà ad emettere in ottemperanza al recente Decreto Ministeriale 6 aprile 2017 (pubblicato in Gazzetta Ufficiale numero 132 del 9 giugno 2017), che ha recepito la Direttiva Comunitaria n. 2015/719 sui pesi e dimensioni dei veicoli commerciali nella quale si stabilisce che è il caricatore a dover fornire l'indicazione sul peso della merce, sia l'occasione perché, nel caso di trasporto di merci in container destinate ad essere imbarcate su nave, si pervenga al necessario coordinamento fra quest'ultima regolamentazione e la disciplina Solas in merito ai documenti dichiarativi del peso del container o della cassa mobile trasportati.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!


 
Letture:: 1750

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed