Array ( [0] => 10 )

Primo piano

  • Virgin Atlantic Cargo atterra alla Malpensa

    Virgin Atlantic Cargo atterra alla Malpensa

    Virgin Atlantic Cargo avvierà da settembre 2020 due servizi settimanali tra l’aeroporto di Londra Heathrow e quello di Milano Malpensa con capacità di cinquanta tonnellate per ogni volo.

Podcast K44

Normativa

Tirrenia lascia Napoli e Cagliari

Nel 2014, Tirrenia trasferì la sede legale a Cagliari per poi portarla a Milano nel giugno del 2018. Il 21 gennaio 2020 la compagnia marittima ha confermato la chiusura della sede sarda, insieme con quella di quella storica di Napoli. Restano aperti gli uffici di Milano, Roma, Livorno e Portoferraio dove sarà trasferito il personale delle due sedi chiuse. Almeno in teoria, perché non è detto che tutti i sessanta dipendenti dei due uffici chiusi vogliano o possano traslocare, perdendo così il posto.
In una nota, la compagnia del Gruppo Onorato spiega che "in continuità con il processo di riorganizzazione avviato nell'anno 2019, la società intende completare il suo piano di modifica dell'attuale assetto organizzativo, siccome non più rispondente alle esigenze di efficientamento e di ottimizzazione della gestione delle risorse, già rese note, e a quella di assicurare un più adeguato controllo dei costi aziendali in favore della creazione di ulteriori i poli aggregati idonea allo scopo".
I sindacati si sono opposti alla chiusura delle sedi di Napoli e Cagliari che "completerebbe, così, dopo un anno circa la 'deportazione' delle lavoratrici e dei lavoratori della Cin Tirrenia che, a condizioni umilianti e del tutto svincolate da effettive esigenze di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale, hanno subito una devastazione della loro vita privata e professionale".
I sindacati ricordano che "Cin Tirrenia, sulla base di un contratto di servizio ministeriale, è destinataria di importanti risorse pubbliche per lo svolgimento dei collegamenti per la continuità territoriale marittima con le isole almeno fino a luglio 2020″, aggiungendo che "è pretestuosa, pertanto questa riorganizzazione, se di riorganizzazione si tratta, che si spiega solo con la precisa volontà dell'azienda di chiudere le sedi".
I sindacati temono che questo sia il primo passo di una strategia che potrà coinvolgere altri posti di lavoro, anche perché quest'anno scadrà la convenzione con lo Stato per la continuità territoriale, che comporta un contributo pubblico di circa 72 milioni di euro. Il Governo ha deciso di mettere a gara questo contributo, quindi non è sicuro che sia rinnovato a Tirrenia. Se ciò non avverrà Tirrenia potrebbe dichiarare l'esubero di un migliaio di marittimi.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • Pioggia di multe ai camion fermi di notte sull’A22

    Pioggia di multe ai camion fermi di notte sull’A22

    Nel secondo fine settimana di ottobre, la Polizia Stradale ha inflitto ventidue multe agli autisti di altrettanti veicoli industriali che si erano fermati per rispettare i tempi di riposo nelle piazzole di sosta dell’autostrada A22. Scoperti anche due autobus che trasportavano merci in conto terzi: multa di oltre seimila euro.

Logistica

  • Operativo lo hub di Dhl a Malpensa

    Operativo lo hub di Dhl a Malpensa

    Il nuovo hub di Dhl nell’aeroporto della Malpensa ha iniziato a lavorare, senza ancora un'inaugurazione ufficiale. Si estende su una superficie di 55mila metri quadrati e ha richiesto un investimento di 109 milioni di euro. Aumenterà anche il traffico degli aerei. Ma i sindacati di base protestano a Orio al …

Mare

  • DB Schenker scende dalle portacontainer di Maersk

    DB Schenker scende dalle portacontainer di Maersk

    Lo spedizioniere tedesco DB Schenker starebbe lasciando le portacontainer di Maersk perché considera la compagnia marittima danese più un concorrente che un fornitore di servizi, dopo che ha integrato Damco nella sua struttura. Potrebbe essere l'inizio di una tendenza.