Array ( [0] => 10 )

Primo piano

  • Iru chiede riduzione dell’età per patenti superiori

    Iru chiede riduzione dell’età per patenti superiori

    Per affrontare la carenza di autisti, l’organizzazione mondiale dell’autotrasporto Iru chiede ai Governi di abbassare l’età per ottenere le patenti e le certificazioni per autista di veicoli industriali a diciotto anni.

Podcast K44

Normativa

La situazione delle rotte container tra Italia e Usa

Secondo dati Drewery, la rotta Rotterdam-New York si attesta ad una spot rate di 1.824 dollari (dati aggiornati a fine gennaio 2018) e 409.519 teu (dati Container Trade Statistics di ottobre 2017) e ci sarebbero segnali di stabilità e moderata crescita per il breve e medio periodo, complice anche la fase di crescita del Pil dell'eurozona del 2,9% nel 2017. Il motore trainante dell'export europeo è costituito dal comparto automobilistico, che fornisce componenti all'industria d'assemblaggio messicana, settima produttrice di vetture al mondo e prima verso gli Usa. Altri importanti settori dell'export europeo sono il chimico-farmaceutico, quello dei macchinari e dell'aeronautica.
Data la positiva congiuntura, anche la rotta tra Mediterraneo e Nord America beneficia di maggiore stabilità e volume, con Italia e Spagna che dopo decenni registrano una crescita di out-put industriale (+4,4% secondo dati Istat di Settembre 2017). L'Italia, in particolare, ha registrato un volume di affari in export con il Nord America pari a circa 60 miliardi di dollari, ossia l'11% del totale export dell'Italia verso il resto del mondo (9% Usa e 2% tra Messico e Canada).
L'import dalla regione Nord Americana verso l'Europa è su livelli più moderati, sia in termini di volume che di valore delle merci (dalla regione si esportano soprattutto beni primari o semi-lavorati come resine, cellulosa e prodotti forestali). Sulla rotta New York-Rotterdam la spot rate a fine gennaio si attesta a 502 dollari per quaranta piedi mentre il volume è di 228.489 teu (dati Container Trade Statistics di ottobre 2017).
L'offerta delle compagnie di navigazione sulla rotta dall'Italia verso il Nord America rispecchia l'attuale aggregazione del settore su scala mondiale con servizi settimanali e rotazione tra i 35 e i 49 giorni per la costa est degli Stati Uniti e Golfo del Messico e tra i 70 e 77 giorni per quelli con destinazione finale California via Panama.
In particolare, i collegamenti della 2M (Maersk + MSC) offrono servizi settimanali da Gioia Tauro, Napoli, Livorno, La Spezia e Genova verso New York, Boston, Baltimora, Norfolk, Savannah, Charleston e ritorno e da Gioia Tauro, Napoli e La Spezia verso i porti del Golfo (Port Everglades, Vera Cruz, Altamira, Houston, New Orleans, Miami) con navi da 6600 teu.
I due principali concorrenti, Ocean Alliance (CMA CGM, COSCO, OOCL con slot charter di Evergreen e APL) e The Alliance (K-Line, NYK, MOL a partire da febbraio sotto il nome O.N.E. con slot charter di Hapag Lloyd, Zim e Yang Ming) offrono i porti alternativi di Salerno, Livorno e Genova con porti di arrivo New York, Norfolk, Savannah, Miami per la prima e New York, Baltimore, Norfolk e Savannah per la seconda con navi da 4500 teu.
Hapag Lloyds, con slot chartering ad Hamburg Sud, Zim e CMA, offre una alternativa a 2M sul Golfo del Messico dai porti di Cagliari, Livorno e Genova con destinazione Caucedo, Miami, Vera Cruz, Altamira, Houston e New Orleans. Al momento MSC e Hapag Lloyd, con chartering ad Hamburg e Zim, sono le uniche due compagnie ad offrire un passaggio diretto verso i porti del Nord Pacifico (Long Beach, Oakland, Seattle, Vancouver) via Panama, con rispettivamente dieci navi da 9000 teu per MSC e 11 da 4500 per Hapag. Unico out-sider negli schemi globali delle alleanze la Grimaldi, che con servizio di trasbordo ad Anversa offre da Salerno e Livorno spazio con-ro (container + roll on roll off) con destinazione Halifax, New York, Baltimore, Norfolk, Charleston, Miami e Houston.
In conclusione, la nostra istantanea 2018 sul trasporto container tra Italia e Nord America è, con le dovute cautele, moderatamente positiva. Una stabilità dei noli, accompagnata ad una certa ripresa dell'eurozona sembrerebbe suggerire nel medio periodo opportunità di crescita per trasportatori e spedizionieri attivi sulla tratta dall'Italia. Dal punto di vista delle compagnie di navigazione, l'attuale assetto tripolare tra MSC e Maersk, lasse CMA-COSCO-OOCL e quello ONE-Hapag sembrano suggerire una certa stabilità dell'offerta, con potenziali effetti benefici sugli utenti in termini di stabilità delle rate e di affidabilità del servizio.

Piergiuseppe Paternó

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

  • Con Astre Plus i lotti di pallet corrono nell’ultimo miglio

    Con Astre Plus i lotti di pallet corrono nell’ultimo miglio

    A due anni dalla sua introduzione in Italia, il servizio di trasporto espresso di pallet Astre Plus si espande anche all’estero. Il direttore Davide Napolitano spiega le caratteristiche che lo distinguono dai servizi tradizionali e i vantaggi per affiliati e clienti.

Videocast K44

Autotrasporto

Logistica

Mare

  • Tirrenia vuole chiudere alcune rotte con la Sardegna

    Tirrenia vuole chiudere alcune rotte con la Sardegna

    L’amministratore delegato di Tirrenia, Massimo Mura, ha annunciato che dal 1° dicembre la compagnia eliminerà alcuni collegamenti in regime di continuità territoriale con la Sardegna a causa dell’incertezza sulla proroga della convenzione.