TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Governo convoca l’autotrasporto al Transpotec

E-mail Stampa PDF

Il vice-ministro dei Trasporti ha convocato le associazioni degli autotrasportatori al padiglione sei della Fiera di Verona per la mattina di sabato 23 febbraio 2019 alle 9:30. Una decisione contestata da Trasportounito.


Tavolo punto interrogativoIl Salone dell'autotrasporto Transpotec di Verona diventerà anche sede istituzionale, grazie alla convocazione inviata il 20 febbraio alle associazioni dell'autotrasporto dal vice-ministro dei Trasporti, Edoardo Rixi, per un incontro formale che si svolgerà alle 9:30 di sabato 23 febbraio 2019 alla Sala Donizetti del padiglione 9, la stessa dove un'ora dopo si svolgerà un convegno indetto dall'Albo dell'Autotrasporto e dove sarà presente lo stesso Rixi. Quindi, l'incontro con le associazioni sarà necessariamente breve e probabilmente più che una discussione sarà l'occasione per il vice-ministro per annunciare qualche provvedimento, che poi potrebbe essere rilanciato nel convegno. Un'ipotesi è che il vice-ministro possa annunciare ulteriori stanziamenti, per esempio degli 80 milioni di euro necessari per pareggiare i conti dei fondi per l'autotrasporto o quelli chiesti dalle associazioni per contribuire al rinnovo del parco veicolare.
Questa convocazione non è piaciuta all'associazione Trasportounito, che in una lettera al vice-ministro diffusa il 20 febbraio la definisce "irrituale" e "politicamente originale sia per ragioni di contesto sia per le motivazioni, tanto serie quanto urgenti, da parte della categoria dell'autotrasporto, che si dovrebbero affrontare in un cooperante clima istituzionale e comunque lontano da interferenze fieristiche". Il segretario di Trasportounito, Maurizio Longo, aggiunge che "rimane il sospetto che la convocazione del padiglione 6 sia un modo conciliante per rinviare ulteriormente un confronto serio in cui si deve affrontare la gravissima crisi del settore che, sia chiaro, non si risolve e non si risolverà con l'assegnazione di maggiori o minori risorse economiche".
Longo precisa che "le risposte che chiede l'autotrasporto sono di natura normativa, strutturale e funzionale. Risposte vitali che il Suo dicastero non ha ancora, neanche lontanamente, messo a fuoco o, quantomeno, avvertito come esigenza". Poiché "la crisi in atto richieda formalmente e sostanzialmente sedi istituzionali per un confronto che male si attanaglia con gli stand di una fiera", Trasportounito non parteciperà all'incontro.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 
Letture:: 1399

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed