TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Grimaldi cerca mille marittimi italiani

E-mail Stampa PDF

La compagnia marittima napoletana conferma l'acquisizione del traghetto Cartour Gamma da New TTT Lines ma pone condizioni per rilevare i dipendenti della società siciliana. Chiede anche una banchina nel porto di Napoli e annuncia l'assunzione di mille marittimi.


Grimaldi Eurocargo Barcellona navigaIl Gruppo Grimaldi chiede spazio nel porto di Napoli e in un giorno ha firmato nuovi investimenti in navi per circa mezzo miliardo di euro. A rivelarlo è stato lo stesso amministratore della compagnia marittima partenopea, Emanuele Grimaldi, in occasione dell'evento "La due giorni di Alis" organizzata a Sorrento. Grimaldi ha annunciato la firma dell'ordine per sei nuove unità ro-ro che saranno costruite dal cantiere cinese Jinling e l'acquisto del traghetto Cartour Gamma, a cui si aggiungono altri due traghetti che saranno ceduti al Gruppo Grimaldi da Attica nell'ambito della cessione di Hellenic Seaways che ha appena ottenuto semaforo verde dall'Antitrust greco.
"Siamo alla ricerca non più di 500 ma mille marittimi italiani perché abbiamo appena firmato nuovi acquisti importanti", ha dichiarato Grimaldi, ricordando che il suo gruppo ha attualmente in costruzione venti nuove navi. "La New TTT Lines verrà chiusa perché era una società che da anni perdeva soldi e abbiamo firmato per l'acquisto del traghetto Cartour Gamma (valore 50 milioni di euro) che armeremo con settanta marittimi italiani e sarà impiegato sulle rotte verso la Grecia. Oltre a ciò entrerà nella nostra flotta la nave Superfast 12 (valore 75 milioni) e l'aliscafo più grande del mondo (in grado di trasportare duemila persone e il cui valore è di 25 milioni) che passerà al nostro gruppo nell'ambito dell'affare che porterà alla cessione del nostro 49% in Hellenic Seaways. Infine abbiamo ripreso la nostra nave ro-ro Florencia che operava con New TTT Lines".
A proposito delle proteste e degli scioperi attuati dai marittimi dell'azienda fino a pochi giorni fa controllata congiuntamente con il gruppo Caronte&Tourist, Grimaldi ha detto: "Ai marittimi di New TTT Lines ho detto che sono disposto a imbarcarli sulle mie navi che, però, operano sulla linea fra Brindisi, Igoumenitsa e Patrasso e con il contratto di secondo livello del Gruppo Grimaldi che, a detta dei sindacati, è uno dei migliori in Italia. Non tutti però sono disponibili a spostarsi da Napoli".
A proposito dello scalo del capoluogo campano l'armatore ha rivelato che il suo gruppo ha chiesto all'Autorità Portuale una banchina in concessione (tramite la New TTT Lines che rimane viva come impresa portuale ex articolo 16) e fino a quando non potranno competere in condizioni uguali agli altri operatori, la linea con Catania partirà da Salerno. "Nel porto di Napoli, così come in altri scali italiani, rimangono da risolvere delle rendite di posizione e non intendiamo dover pagare qualcuno che non offre un servizio solo perché ha una banchina, né possiamo correre il rischio di portare le navi a una banchina pubblica non sapendo se l'ormeggio è libero", ha affermato l'armatore partenopeo. "Abbiamo chiesto un terminal in concessione all'Autorità Portuale di Napoli e, se non ci verrà data, continueremo a portare la linea a Salerno dove impiegheremo navi con maggiore capacità per trasportare merci".

Nicola Capuzzo

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!


 
Letture:: 2932

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed