Array ( [0] => 9 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Cronaca

    Nuovo rinvio a giudizio per la Di Nino Trasporti


    La causa penale che coinvolge due titolari e sette dipendenti della Di Nino Trasporti non è terminata con il "non luogo a procedere" stabilito nel luglio 2014 dal Tribunale di Sulmona, perché la procura della città abruzzese ha in seguito presentato un ricorso alla Corte di Cassazione, che ha rimandato il fascicolo al giudice dell'udienza preliminare. Quest'ultimo ha deciso di rinviare a giudizio nove persone, ossia i vertici e alcuni responsabili della logistica dell'azienda.
    La vicenda è iniziata nell'aprile del 2014, dopo che alcuni autisti della Di Nino Trasporti accusarono l'azienda, dopo essere stati licenziati, di sfruttamento, che sarebbe stato attuato anche con la manomissione dei cronotachigrafi dei camion. Dopo la denuncia, la Polizia Stradale di Pratola Peligna ha avviato un'indagine, che avrebbe rilevato l'applicazione di calamite su alcuni cronotachigrafi. Al termine dell'inchiesta, i responsabili e alcuni dipendenti dell'azienda sono stato denunciati per estorsione, falso e truffa ai danni dello Stato, favoreggiamento personale e voto di scambio (riguardo alle elezioni provinciali del 2010). Cinque autisti sono stato denunciati per favoreggiamento personale.
    Il primo processo è avvenuto già nel 2014 con una decisione positiva per gli imputati: infatti, il 10 luglio di quell'anno il Tribunale di Sulmona ha dichiarato il non luogo a procedere per tutti perché il fatto non sussiste. Ma la Procura ha impugnato questa decisione alla Corte di Cassazione, che nel marzo del 2015 ha annullato la sentenza del Tribunale di Sulmona. Il 10 marzo, il Gup ha deciso di rinviare a giudizio tutti gli imputati e la prima udienza del processo è prevista per il 4 ottobre 2016.
    Dopo questa decisione, l'azienda di autotrasporto ha diffuso un comunicato che ribadisce la sua innocenza: "Siamo già stati riconosciuti innocenti una prima volta e siamo certi che continueremo a provare la nostra totale estraneità alle infamanti accuse mosse da personaggi il cui valore morale e la cui condotta anche penale è discutibile e degna di essere stigmatizzata".
    Secondo l'azienda, gli autisti che hanno sporto denuncia sono "stati animati da un unico spirito di rivalsa per essere stati tutti licenziati e per aver perso sia in primo che in secondo grado le vertenze di lavoro", scrive la Di Nino nella nota. "E non solo, trattasi di personaggi tra i quali molti sono noti alla giustizia penale; tanto per citarne alcuni esempi, uno di questi accusatori, è stato condannato dal Tribunale di Modena non meno di due mesi fa per essersi appropriato del carburante di proprietà della nostra società vendendolo a estranei di nazionalità estera. Per un altro, già condannato per sfruttamento della prostituzione, pende dinanzi al Tribunale di Sulmona un processo per calunnia per averci falsamente accusato di fatti mai accaduti; ed uno è stato rinviato a giudizio per averci minacciato. Questi alcuni dei profili dei nostri accusatori".

    © TrasportoEuropa - Riproduzione riservata
    Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

     


      Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

     bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

    CONTENUTI SPONSORIZZATI

    Accordo quadro tra Astre e Scania per l’acquisto di camion
    Astre ringrazia l’autotrasporto con un video
    Progetto ADRIPASS per avvicinare le regioni europee
    Con Astre Plus i lotti di pallet corrono nell’ultimo miglio
    Menu completo d’intralogistica per gli associati Astre
    LCT collabora con la Protezione Civile contro la Covid-19
    previous arrow
    next arrow
    Slider

     

Videocast K44

Autotrasporto

Mare

TECNICA

K44 videocast: quale sarà il motore del 2040

TECNICA

GM sviluppa un sistema elettrico completo per logistica urbana

TECNICA

Schiphol sperimenta trattore per bagagli autonomo

TECNICA

La Cina progredisce nel camion autonomo

TECNICA

Semirimorchi aerodinamici di Schmitz Cargobull
previous arrow
next arrow
Slider

LOGISTICA

K44 videocast: il motore del 2040, seconda parte

LOGISTICA

Nasceranno sedici distributori di biometano per camion

LOGISTICA

Un generale esperto in logistica per l’emergenza Covid

LOGISTICA

Sicilia vuole eliminare il pedaggio per camion a biocarburante

LOGISTICA

È corretto il nuovo nome del ministero dei Trasporti?
previous arrow
next arrow
Slider

BREXIT

La Brexit frena anche Amazon in Gran Bretagna

BREXIT

DB Schenker riprende le spedizioni per Gran Bretagna

BREXIT

DHL Express sospende alcune spedizioni verso la Gran Bretagna

BREXIT

Palletways sospende spedizioni per Gran Bretagna

BREXIT

DPD riattiva le spedizioni con la Gran Bretagna
previous arrow
next arrow
Slider

CAMIONSFERA

Circolare ministero ex Trasporti su proroghe patenti e Cqc

CAMIONSFERA

Sicilia vuole eliminare il pedaggio per camion a biocarburante

CAMIONSFERA

Altera cronotachigrafo, multa di 5500 euro

CAMIONSFERA

Denunciato camionista in Sicilia per manomissione cronotachigrafo

CAMIONSFERA

Cambio al volante di Scania dal primo maggio

CAMIONSFERA

Pontremolese in concessione per completarla

CAMIONSFERA

Arresti a Napoli contro rapinatori dell’autotrasporto

CAMIONSFERA

Guida 21 ore in un giorno e senza AdBlue, multa per autista e azienda

CAMIONSFERA

Arriva un nuovo operatore per il telepedaggio in Italia

CAMIONSFERA

Indagine per omicidio stradale sul tamponamento dell’A32

CAMIONSFERA

Autotrasporto protesta contro due autovelox sulla Fi-Pi-Li

CAMIONSFERA

Sciopero degli autisti della logistica Amazon di Padova

CAMIONSFERA

Tampone in Germania, lunghe code al Brennero

CAMIONSFERA

Il 2021 inizia in positivo per i veicoli industriali

CAMIONSFERA

Ferrovia trans-afghana tra l’Asia centrale e il Mar Arabico
previous arrow
next arrow
Slider