Array ( [0] => 36 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

SchmitzCargobull chiude stabilimento per furgoni

Qualche dubbio era venuto alla presentazione del sito industriale, ricavato in un vecchio stabilimento di mattoni alla periferia della capitale. Una fabbrica piccola per il mercato da raggiungere, seppure alla avanguardia, costata non poco e nata con grandi ambizioni. Questa è la prima volta che la Schmitz pare avere fatto un passo falso. Con i V.KO Dry Van Schmitz voleva arrivare a produrre allestimenti per l'intera catena del trasporto professionale da 3,5 a 44 tonnellate. Per i dirigenti del Gruppo, il segmento dei mezzi furgonati sarebbe stato molto in crescita a seguito delle vendite online e così sarebbe stato utile presidiare anche questo comparto del trasporto professionale,
La nuova linea di allestimenti, costata 12,5 milioni di euro, era progetta per una produzione annua di 7500 kit cassonati. La qualità dei kit carrozzeria era convincente, ma era anche estremamente competitivo il settore con molti concorrenti da più anni specializzati negli allestimenti medio-piccoli. Quindi la produzione nell'assetto attuale non è stata giudicata economicamente efficiente nel lungo periodo.
I modelli isotermici V.KO COOL, dopo la positiva presentazione alla Iaa del 2018, restano invece in fase di studio e saranno prodotti negli stabilimenti già specializzati in isotermici come quello storico di Altenberge. Fino alla chiusura del sito di Berlino gli ordini già ricevuti e confermati saranno completati e consegnati ai clienti in conformità con gli accordi, ma la società non accetta più nuovi ordini. In caso di riparazioni di sovrastrutture V.KO, Schmitz Cargobull garantisce pezzi di ricambio e soluzioni adeguate tramite la sua rete.

Massimiliano Barberis

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • L’Europa riconosce le proroghe dei documenti di camion e autisti

    L’Europa riconosce le proroghe dei documenti di camion e autisti

    Il 20 maggio 2020, il Consiglio d’Europa ha definitivamente approvato il Regolamento che estende all’intera Unione Europea le proroghe attuate da alcuni Paesi sulle scadenze dei documenti degli autisti e le revisioni dei veicoli industriali. Rinvio anche delle tasse portuali.

Logistica

  • Confetra vuole più risorse per i porti

    Confetra vuole più risorse per i porti

    Commentando il Decreto Rilancio, il presidente di Confetra riconosce passi in avanti sulle agevolazioni fiscali, ma chiede maggiori risorse per i porti e un processo di semplificazione.

Mare