Array ( [0] => 36 )

Primo piano

  • Nuovo quadro giuridico per eTir dal 25 maggio

    Nuovo quadro giuridico per eTir dal 25 maggio

    Il 25 maggio entrerà in vigore il nuovo quadro giuridico per la completa digitalizzazione della procedura Tir a livello globale. Può servire anche per i trasporti da e per la Gran Bretagna.

Podcast K44

Normativa

Cronaca

    Kögel Italia avrà una nuova sede


    Michele Mastagni, a capo della parte commerciale italiana della Kögel, si mostra molto soddisfatto dei dati dello scorso anno con oltre duemila immatricolazioni tricolore: "Siamo in continua crescita in Italia e una sede principale ha una sua fondamentale importanza nei programmi di sviluppo italiani ed europei, A metà 2018 l'andamento del mercato non è più così accattivante perché le immatricolazioni hanno avuto un lieve calo. Il nuovo Governo dovrebbe fare bene per il trasporto come il precedente, ma finché non si vedono le proposte gli acquisti languono. I clienti stanno aspettando altri incentivi. Il parco mezzi italiano è troppo vecchio, ha rimorchi pesanti, che consumano e molto poco sicuri. Un camion moderno ha una serie di tecnologie per la sicurezza del carico e del mezzo stesso che devono dialogare con il semirimorchio 24 ore su 24. I vecchi semirimorchi ne sono del tutto privi, basta pensare agli impianti frenanti".
    Kögel ha incontrato la stampa all'inizio luglio a Monaco di Baviera per illustrare che cosa esporrà allo IAA 2018, mostrando la potenza del terzo costruttore europeo di rimorchi d'Europa. "Stiamo investendo sul post vendita", aggiunge Massimo Dodoni, amministratore delegato vendite di Kögel per i veicoli nuovi e usati e l'aftermarket, "e dai 16.750 trailer prodotti nelle nostre tre fabbriche nel 2017 arriveremo quest'anno a 20mila". Il Gruppo ha integrato anche il potenziale del brand Humbaur (specializzato in veicoli per il trasporto dell'ultimo miglio), che tramite Ulrich Humbaur ha acquisito la Kögel alcuni anni fa, ha una capacità di circa 70mila trailer all'anno, un fatturato di 580 milioni di euro e 1700 dipendenti. Per il 2018 ha in previsione nuovi investimenti per aumentare l'efficienza e la produttività con altri impianti di saldatura e sistemi di avvitamento robotizzati. "Per l'Europa del Sud", prosegue Dodoni, "attualmente abbiamo un portafoglio ordini di 6.500 rimorchi, con una crescita del 63 per cento, con una previsione finale di 10mila ordini. Per l'Europa occidentale si parte da 5.700 ordini, una crescita del 34 percento e una previsione finale di ottomila ordini. Nel complesso attualmente le cifre reali parlano di 12.087 ordini che rappresentano rispetto al 2017 una crescita del 48,13 percento, che ci porterà a superare senza dubbio le 18mila unità".

    Massimiliano Barberis

    © TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
    Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

     


      Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

     bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

    CONTENUTI SPONSORIZZATI

    Teleroute affronta il futuro con un fermo impegno sulla sicurezza
    Accordo tra Astre Italia e Keepintouch sui servizi alle flotte
    Accordo quadro tra Astre e Scania per l’acquisto di camion
    Astre ringrazia l’autotrasporto con un video
    Progetto ADRIPASS per avvicinare le regioni europee
    Con Astre Plus i lotti di pallet corrono nell’ultimo miglio
    Menu completo d’intralogistica per gli associati Astre
    LCT collabora con la Protezione Civile contro la Covid-19
    Accordo quadro tra Astre e Scania per l’acquisto di camion
    Astre ringrazia l’autotrasporto con un video
    previous arrow
    next arrow
    Slider

     

Videocast K44

Autotrasporto

Mare

  • Grimaldi acquista traghetti e terminal in Spagna

    Grimaldi acquista traghetti e terminal in Spagna

    Il gruppo armatoriale napoletano Grimaldi potenzia la sua presenza in Spagna tramite l’acquisto dalla Naviera Armas Trasmediterránea di cinque traghetti e due terminal portuali a Barcellona e Valencia.

TECNICA

Bruxelles studia la cybersicurezza nei veicoli autonomi

TECNICA

Alleanza tra Iveco e Plus per il camion autonomo

TECNICA

Aggancio automatico del semirimorchio di Jost

TECNICA

K44 Tecno: al volante (virtuale) del nuovo Renault Trucks T

TECNICA

Boston Dynamics presenta un robot per caricare i camion
previous arrow
next arrow
Slider

LOGISTICA

Amazon aprirà tre logistiche in Veneto

LOGISTICA

Prefetto di Piacenza chiede Tavolo governativo su FedEx

LOGISTICA

Deutsche Post stanzia sette miliardi nella logistica sostenibile

LOGISTICA

Il profilo di chi cerca lavoro nella logistica

LOGISTICA

Prosegue lo sciopero SiCobas alla FedEx
previous arrow
next arrow
Slider

BREXIT

Camionisti esonerati dal tampone Covid tra GB e Francia

BREXIT

La Brexit svuota l’export britannico

BREXIT

Eurotunnel offre lo sdoganamento digitale

BREXIT

Nuovo quadro giuridico per eTir dal 25 maggio

BREXIT

La Brexit frena anche Amazon in Gran Bretagna
previous arrow
next arrow
Slider

CAMIONSFERA

Bosch produrrà microprocessori per veicoli in Germania

CAMIONSFERA

Dimezzato il potenziamento della ferrovia di Capodistria

CAMIONSFERA

Camionisti scioperano nei Paesi Bassi per aumento salario

CAMIONSFERA

Parte il bando per la galleria del Verghereto sull’E45

CAMIONSFERA

Ancora ritardi nelle consegne di camion in Europa e Usa

CAMIONSFERA

Piano di sorveglianza ministeriale per le gallerie

CAMIONSFERA

K44 podcast: come funziona l’assistenza 24h dei camion

CAMIONSFERA

Assolti due dirigenti Michelin per incidente a camionista

CAMIONSFERA

Bando per formazione autisti container

CAMIONSFERA

La Francia rifinanzia e rilancia la Torino-Lione

CAMIONSFERA

Ferrovie tedesche in contropiede sulla frana del Reno

CAMIONSFERA

Il Canale di Suez sta potenziando la sicurezza della navigazione

CAMIONSFERA

Il raddoppio della ferrovia adriatica fa solo un mezzo passo

CAMIONSFERA

Progetto di nuovo canale tra Mar Rosso e Mediterraneo

CAMIONSFERA

Libera circolazione dei camion per tutto aprile
previous arrow
next arrow
Slider