Array ( [0] => 36 )

Primo piano

  • Regno Unito minaccia di anticipare la Brexit

    Regno Unito minaccia di anticipare la Brexit

    A meno di due mesi dall’uscita ufficiale del regno Unito dall’Unione Europea e alla vigilia dei negoziati per gli accordi in diversi settori, tra cui il trasporto, Londra minaccia che di ridurre la fase transitoria di sei mesi se nelle prossime settimane non avverranno “buoni progressi”.

Podcast K44

Normativa

Fusione nei componenti per camion


La tedesca ZF Friedrichshafen ha concluso un accordo definitivo per acquistare la statunitense Wabco al prezzo di 136,50 dollari per azione e con una spesa totale di sette miliardi di dollari. La chiusura dell'operazione è prevista per l'inizio del 2020 e questo enorme investimento farà nascere una multinazionale tecnologica nel settore automotive che produrrà un fatturato di 40 miliardi di euro fornendo componenti e servizi di mobilità per autovetture, veicoli commerciali e industriali e la tecnologia industriale. Wabco è specializzata nella progettazione e costruzione di sistemi per il controllo della frenata e di tecnologie e servizi che migliorano la sicurezza, l'efficienza e la connettività di veicoli industriali quali camion, autobus e rimorchi. I suoi prodotti e servizi diversificati comprendono sistemi frenanti integrati e per il controllo della stabilità, sospensioni pneumatiche, controlli per l'automazione della trasmissione, oltre a soluzioni per l'aerodinamica, la telematica e la gestione delle flotte. La società statunitense occupa 16mila persone in quaranta Paesi e fattura 3,3 miliardi di euro.
Quest'acquisizione rientra nella strategia Next Generation Mobility di ZF e amplierà le competenze della società tedesca, includendo per la prima volta soluzioni frenanti per veicoli commerciali e industriali. "Ciò gioca un ruolo importante per il controllo delle funzioni di guida automatizzata, comprese le manovre per la frenata di emergenza di camion e rimorchi", scrive ZF in una nota. "A seguito dell'acquisizione, i clienti di entrambe le società avranno in ZF un partner che può offrire loro un approccio sistemico totalmente integrato, nuovi sistemi di trazione per la mobilità elettrica e funzioni di guida autonoma. ZF si aspetta che le funzioni per la guida automatizzata saranno prima implementate nei veicoli commerciali e industriali e in aree di bassa complessità e traffico (ad esempio nei siti aziendali, negli aeroporti e in ambito agricolo). La combinazione dei business delle due aziende dovrebbe accelerare ulteriormente lo sviluppo di nuove tecnologie per consentire funzioni di guida autonoma a veicoli commerciali e industriali, rendendo ZF meno dipendente dall'andamento economico del settore delle autovetture".
In particolare, ZF punta a sviluppare soluzioni che permettono agli autoveicoli di "vedere", "pensare" e "agire". ZF ha già sviluppato sistemi di sensori e tecnologia informatica per le competenze che consentono ai veicoli di "vedere" e "pensare" e insieme con Wabco completerà l'offerta di tecnologie per veicoli commerciali e industriali per offrire soluzioni che consentono ai veicoli di "agire". ZF è già un fornitore di punta nel campo delle tecnologie per lo sterzo e la trasmissione.
"Crediamo che, insieme a Wabco, ZF possa dare forma al più importante fornitore globale di sistemi integrati per la tecnologia di veicoli commerciali e industriali, creando valore aggiunto e garanzie di lungo termine per i propri clienti, dipendenti e proprietari", ha spiegato Wolf-Henning Scheider, Ceo di ZF. "L'acquisizione di uno specialista e leader nei sistemi frenanti destinati a veicoli commerciali e industriali significa per ZF aggiungere un segmento di business stabile e in crescita e consente alla nostra attuale divisione per i veicoli commerciali e industriali di ampliare la propria expertise nel controllo della dinamica veicolare. Ciò porrà le fondamenta affinché ZF possa offrire alla propria clientela sistemi completi per soluzioni di mobilità sicure e automatizzate destinate a merci e persone. Ciò è anche nell'interesse dei nostri proprietari, la Fondazione Zeppelin e la Fondazione Dr. Jürgen and Irmgard Ulderup, poiché la transazione darà luogo a un rafforzamento sostenibile di ZF".

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • K44 podcast: come comportarsi in caso d’incidente

    K44 podcast: come comportarsi in caso d’incidente

    Questo episodio di K44 La voce del trasporto spiega che cosa si deve fare, che cosa non si deve fare e che cosa è consigliato fare nel caso un veicolo industriale sia coinvolto in un incidente di qualsiasi tipo.

Logistica

  • Sequestro di 11 milioni in coop logistica di Parma

    Sequestro di 11 milioni in coop logistica di Parma

    La Guardia di Finanza di Parma ha sequestrato undici milioni di euro a due cooperative del Gruppo Taddei che operano nella logistica per evasione fiscale. Occupano quasi un migliaia di persone, tra soci e dipendenti.

Mare

  • Scontro sull’autoproduzione tra i due fronti del porto

    Scontro sull’autoproduzione tra i due fronti del porto

    Alla Camera è in corso la discussione su un emendamento al Decreto Rilancio che stabilisce con chiarezza l’impossibilità dell'autoproduzione nelle operazioni di rizzaggio e derizzaggio dei traghetti. E si scalda lo scontro tra armatori e sindacati.