Array ( [0] => 36 )

Primo piano

  • Come avviene lo sfruttamento degli autisti extracomunitari

    Come avviene lo sfruttamento degli autisti extracomunitari

    Una ricerca mostra che la pandemia di Covid-19 ha accentuato i fenomeni di sfruttamento nell’Unione Europea di camionisti immigrati dai Paesi extra-comunitari da parte di catene di sub-appalto nell’autotrasporto, sorte soprattutto nell’Est. Ecco come funziona il sistema.

Podcast K44

Normativa

Frenano a giugno i veicoli commerciali


In Italia è un mercato a due velocità: a giugno i pesanti crescono e i commerciali entro le 3,5 tonnellate calano. Secondo le rilevazioni dell'Unrae, a metà 2018 il mercato dei veicoli commerciali si attesta sui livelli del 2017, in crescita dopo tanti anni bui. Quindi con un inizio positivo, a doppia cifra, a gennaio, per registrare un continuo calo da febbraio che fa segnare un -0,1 per cento in generale, con 89.916 veicoli commerciali immatricolati, mentre un anno fa furono 90.044. Giugno segna 15.880 immatricolazioni di veicoli nuovi, in calo del 4,3 per cento rispetto ai 16.592 di giugno 2017. Ora si prevede che alla fine dell'anno in corso i veicoli leggeri da lavoro toccheranno le 196.000 unità (+1 per cento).
Negli anni scorsi i sostegni fiscali come il super-ammortamento e la Nuova Sabatini avevano offerto molto ossigeno alla categoria e gli operatori sperano che il nuovo governo confermi gli ulteriori sgravi per il settore e nei prossimi sei mesi il mercato cresca di qualche punto percentuale. Ma i dubbi sono tanti. Una certezza, invece, è offerta dall'analisi per alimentazione dei mezzi venduti, che conferma la consueta predominanza del diesel, che rappresenta quasi il 93 per cento delle vendite, come lo scorso anno. Ottima la prestazione del metano (+15,2 per cento) e degli ibridi diesel-elettrico (+62,4), mentre ancora non si crede molto alle alimentazioni elettriche, che accusano una flessione del -26,1 per cento rispetto ai primi cinque mesi 2017. Poco meglio vanno le motorizzazioni gpl/benzina.
A livello europeo, i dati dell'Acea sui primi cinque mesi offrono un panorama differente: a maggio 2018 le immatricolazioni di veicoli commerciali leggeri sono cresciute del 4,3 per cento. Tutti i principali mercati dell'UE hanno ottenuto buoni risultati, ad eccezione dell'Italia (-2 per cento). Spagna (+ 9,3%), Germania (+ 2,4%), Regno Unito (+ 2,4%) e Francia (+ 1,8%) hanno visto aumentare la domanda di mezzi commerciali. Complessivamente si registrano per cinque mesi 176.545 nuove immatricolazioni in tutta l'Unione Europea. In questo periodo, la domanda di nuovi furgoni ha portato a un totale di 857.431 unità. La crescita maggiore è stata registrata in Spagna (+ 11,7%), Francia (+ 5,3%), Germania (+ 4,8%) e molto poco in Italia (+ 1,1%) e in Gran Bretagna (-1,4%).

Massimiliano Barberis

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • Sei Stati dell’Est contro il Primo Pacchetto Mobilità

    Sei Stati dell’Est contro il Primo Pacchetto Mobilità

    Secondo indiscrezioni provenienti dalla Francia, sei Paesi comunitari stanno presentando ricorso alla Corte di Giustizia Europea contro alcuni provvedimenti del Primo Pacchetto Mobilità, che riforma l’autotrasporto internazionale.

Logistica

  • Arcese potenzia la logistica in Romania

    Arcese potenzia la logistica in Romania

    La filiale rumena di Arcese Trasporti ha affittato una piattaforma logistica di 6500 metri quadrati nel parco logistico WDP di Dragomirești, dove è già presente con un impianto di 4500 metri quadrati.

Mare

  • Grendi potenzia ro-ro e logistica in Sardegna

    Grendi potenzia ro-ro e logistica in Sardegna

    Il Gruppo Grendi aumenta la frequenza della rotta per rotabili tra Marina di Carrara e Cagliari e conferma l'investimento sulla piattaforma logistica di Olbia, che si affianca a quelle di Cagliari e Sassari.