Array ( [0] => 36 )

Primo piano

  • Regno Unito minaccia di anticipare la Brexit

    Regno Unito minaccia di anticipare la Brexit

    A meno di due mesi dall’uscita ufficiale del regno Unito dall’Unione Europea e alla vigilia dei negoziati per gli accordi in diversi settori, tra cui il trasporto, Londra minaccia che di ridurre la fase transitoria di sei mesi se nelle prossime settimane non avverranno “buoni progressi”.

Podcast K44

Normativa

Crollano in Europa le immatricolazioni dei camion

A marzo 2020 la domanda di nuovi veicoli commerciali è diminuita del 47,3% in tutta l'Unione Europea, perché le misure per prevenire la diffusione del coronavirus hanno portato alla chiusura dei concessionari. Ogni segmento di mezzi commerciali è stato molto influenzato dalla ricaduta dell'epidemia Covid-19 e tutti e 27 i mercati dell'UE hanno registrato cali sostanziali. Quello più marcato è registrato proprio in Italia (-66,1%), seguita da vicina da Spagna (-64,4%) e Francia (-63,1%). Considerando il primo trimestre, il mercato europeo dei veicoli industriali si è contratto del 23,2% a 413.327 unità come conseguenza diretta del sostanziale rallentamento di marzo. I quattro principali mercati - ossia Spagna (-31,7%), Francia (-26,9%), Italia (-26,6%) e Germania (-14,4%) - hanno subito perdite a doppia cifra.

Le immatricolazioni di marzo dei veicoli commerciali leggeri – con massa complessiva fino a 3,5 tonnellate - hanno mostrato il peggiore risultato rispetto a tutti i segmenti. La domanda è diminuita della metà (-49,8%) rispetto all'anno precedente, con le immatricolazioni che sono crollate dalle 165.455 di marzo 2019 alle 83.141 unità di quest'anno. A eccezione dell'Ungheria, che ha registrato un declino più modesto rispetto agli altri paesi, tutti i mercati dell'UE hanno registrato cali percentuali a due cifre, compresi quelli principali.

In Italia le registrazioni dei leggeri sono crollate del 71,2% e la Spagna ha registrato un calo del 67,2%. Da gennaio a marzo, la domanda di nuovi furgoni nell'Unione europea è diminuita del 23,1%. Ciascuno dei quattro principali mercati dell'UE ha registrato risultati peggiori rispetto al 2019. La Spagna ha registrato il calo maggiore (-33,5%), seguita da Italia (-29,4%), Francia (-27,3%) e Germania (-11,8%).

Nel segmento di massa complessiva superiore a 3,5 tonnellate, le immatricolazioni europee hanno continuato a risentire del rallentamento della domanda, con un calo del 35,6%. I quattro maggiori mercati dell'UE hanno registrato cali significativi il mese scorso: Francia (-49,3%), Italia (-33,5%), Spagna (-30,8%) e Germania (-27,6%). Considerando l’intero trimestre, 66.376 veicoli industriali sono stati immatricolati in tutta l'Unione Europea, in calo del 24,8% rispetto allo stesso periodo del 2019. In questo caso Germania (-26,4%) e Francia (-23,1%) hanno registrato le maggiori perdite, seguita da Spagna (-15,1%) e Italia (-12,3%) con cali leggermente minori.

Se stringiamo l’analisi al segmento di peso superiore a 16 tonnellate, durante il terzo mese del 2020 la domanda europea di nuovi veicoli industriali è diminuita in modo significativo (-38,0%), segnando il nono mese consecutivo di declino. A seguito della pandemia di Covid-19 le immatricolazioni sono calate in tutti i mercati europei e in particolare in Francia, dove la domanda di camion pesanti è caduta di oltre la metà (-50,2%). Durante il primo trimestre dell'anno, le vendite di autocarri pesanti sono diminuite in tutti i principali mercati, con Francia (-27,7%) e Germania (-25,9%) che hanno registrato i maggiori ribassi. Questo ha portato le immatricolazioni totali a 54.168 camion pesanti a marzo 2020, ovvero il 26,9% in meno rispetto allo scorso anno.

Massimiliano Barberis

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

  bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 

 

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • L’autotrasporto chiede un incontro su ArcelorMittal

    L’autotrasporto chiede un incontro su ArcelorMittal

    Cinque sigle dell’autotrasporto chiedono un incontro al Governo per affrontare i problemi degli autotrasportatori dell’acciaio che lavorano con l’ArcelorMittal, soprattutto il ritardo dei pagamenti e la revisione delle condizioni contrattuali.

Logistica

  • Cresce il cluster di Covid-19 nella logistica di Bologna

    Cresce il cluster di Covid-19 nella logistica di Bologna

    Dopo i 107 casi di positività al coronavirus, i controlli dell’Ausl di Bologna hanno rivelato almeno diciotto persone positive che operano nella vicina piattaforma Tnt. I sindacati chiedono provvedimenti per fermare il contagio.

Mare

  • Sciopero del SiCobas al Conateco di Napoli

    Sciopero del SiCobas al Conateco di Napoli

    Il sindacato di base SiCobas ha bloccato per alcune ore l’accesso del terminal container del porto di Napoli Conateco nell’ambito di una vertenza contro il licenziamento di alcuni lavoratori. Ripercussioni anche nella viabilità cittadina.