Array ( [0] => 36 )

Primo piano

  • Regno Unito minaccia di anticipare la Brexit

    Regno Unito minaccia di anticipare la Brexit

    A meno di due mesi dall’uscita ufficiale del regno Unito dall’Unione Europea e alla vigilia dei negoziati per gli accordi in diversi settori, tra cui il trasporto, Londra minaccia che di ridurre la fase transitoria di sei mesi se nelle prossime settimane non avverranno “buoni progressi”.

Podcast K44

Normativa

Chiude in rosso il 2018 dei furgoni


I mezzi commerciali leggeri chiudono il 2018 con una flessione del 6,3%, mostrando 182.100 immatricolazioni, ossia dodicimila in meno unità rispetto alle 194.269 del 2017. Nel solo dicembre 2018, la contrazione delle vendite è stata dell'11,6%, con 20.723 veicoli immatricolati rispetto ai 23.446 del 2017. Analizzando la struttura del mercato dei primi undici mesi del 2018, a fronte di un calo complessivo nel periodo del 5,7% privati e società hanno evidenziato una flessione più profonda (-8,1% e -7,4%). Sul fronte delle motorizzazioni, il 92% delle vendite hanno interessato veicoli diesel che, comunque, mostrano una riduzione dei volumi del 7,3% con 148.264 immatricolazioni. Cresce la benzina (+38,2%), con quasi un punto in più di quota sul totale (2,9%). Incremento a due cifre anche per le immatricolazioni di veicoli a metano, che si collocano al 2,6% di quota e dei veicoli elettrici, appena allo 0,4% del totale. Aumento anche del Gpl dell'1,5%, stabile all'1,9% del mercato, mentre flettono le vendite dei veicoli ibridi che, comunque, rappresentano lo 0,3% del mercato dei veicoli commerciali. La quota dei privati scende al 21,8% (-0,5%) con poco più di 35mila unità immatricolate, mentre le società si fermano al 48% del totale mercato (-0,9% a 77.388 unità). Il noleggio archivia i primi undici mesi 2018 con una leggera flessione dello 0,8%, recuperando 1,5 punti di quota e portandosi al 30,2% del totale mercato, grazie al lungo termine, in crescita dell'1,3% rispetto alla flessione del 12,1% del breve termine.
"Contrariamente alle attese di inizio anno, l'indisponibilità di prodotto e l'incertezza degli operatori in un contesto macroeconomico di rallentamento, ha riportato un altro segno meno nel mercato dei veicoli da lavoro, facendolo tornare ai livelli del 2010. In questi ultimi 8 anni, solo il 2016 e 2017 sono riusciti a recuperare i drammatici cali, posizionandosi intorno alle 200.000 immatricolazioni", ha spiegato Michele Crisci, presidente dell'Unrae, che ha fornito i dati. "La presenza del super-ammortamento in forma ridotta e l'esigenza di rinnovo di un parco circolante composto per oltre la metà da veicoli con più di dodici anni non sono riusciti ad accelerare il processo di svecchiamento dello stesso, con i conseguenti riflessi negativi su sicurezza e impatto ambientale. È tempo che il decisore pubblico intervenga in modo concreto con provvedimenti strutturali orientati al rinnovo dei veicoli più anziani e con misure che al momento non hanno purtroppo trovato spazio nell'ultima manovra finanziaria".

Massimiliano Barberis

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • Camion a due piazze causa multa all’autista

    Camion a due piazze causa multa all’autista

    La Polizia Locale di Lonato, Bedizzole e Calcinato ha fermato un autoarticolato dove viaggiava anche la fidanza dell’autista. Multa e ritiro del libretto di circolazione del camion.

Logistica

  • Enel entra nella logistica partendo dai porti

    Enel entra nella logistica partendo dai porti

    Dopo l’annuncio di un nuovo piano mirato a riconvertire aree portuali e retroportuali a depositi doganali per container e merci, il Gruppo Enel ha rivelato alcuni dettagli su quali saranno in concreto le idee e le ambizioni di Enel Logistics in questa nuova area di business.

Mare