Array ( [0] => 10 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Pi controlli nei porti USA

L'Amministrazione ha disposto accertamenti sui lavoratori portuali, dopo le denunce di scarsa sicurezza provenienti dai Teamsters e da un'indagine del Congresso.
Quattrocentomila lavoratori portuali saranno passati al setaccio, per verificare che non rappresentino una minaccia alla sicurezza nazionale. Lo ha annunciato Michael Chertoff, responsabile della Sicurezza Nazionale, da tempo inpegnato sul fronte del porto. L'attenzione sulla sicurezza degli scali USA è tornata in primo piano dopo l'acquisizione di P&O Ports da parte dell'araba DP World, che ha scatenato una vera e propria campagna d'allarme in tutti gli States, alimentata dal sindacato Teamsters e da una pattuglia bipartisan di senatori e deputati. Dietro ai toni demagogici e allarmistici della battaglia scatenata contro la gestione di alcuni terminal container da parte di DPW, questa campagna ha posto in risalto alcune lacune alla sicurezza, dovute non tanto ad investitori stranieri, quanto ad un certo lassismo nei controlli interni sul personale dei porti e sugli operatori che vi si recano quotidianamente per caricare e scaricare le merci.

Oltre agli accurati controlli sui lavoratori, l'agenzia della Sicurezza Nazionale sta creando dei pass a prova di falsificazione per le oltre 700mila persone che hanno accesso per motivi di lavori nei porti statunitensi, tra cui i camionisti e i conduttori dei treni. Chertoff ha anche avviato un processo di delocalizzazione della sicurezza, coinvolgendo nei controlli i porti di partenza dei container che arrivano negli Stati Uniti. Tale processo inizierà nei principali scali asiatici, dove il Segretario alla Sicurezza ha svolto recentemente delle visite per accordarsi su procedure e tecnologie.

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • K44 Podcast: Covid-19 visto dall’autotrasporto del sud

    K44 Podcast: Covid-19 visto dall’autotrasporto del sud

    Il podcast K44 La voce del trasporto racconta in questo episodio come un autotrasportatore artigianale pugliese ha vissuto la prima fase della pandemia di coronavirus, tra difficoltà a trovare le protezioni ai maggiori costi per la sicurezza fino ai ritardi nei pagamenti.

Logistica

  • Lannutti acquista 60mila mq a Fossano per logistica

    Lannutti acquista 60mila mq a Fossano per logistica

    La società di logistica e autotrasporto Lannutti ha concluso l’acquisizione dell’ex stabilimento Michelin di Fossano, in provincia di Cuneo, per servire l’intera provincia. L’impianto è già raccordato alla ferrovia.

Mare