Array ( [0] => 10 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Cronaca

    Multa da 60 milioni per Italia Marittima


    Oggetto della sanzione sono alcune navi prese a noleggio a scafo nudo (con contratto di Bare Boat Charter) e iscritte nel Registro Internazionale Marittimo con la possibilità quindi di accedere alla tonnage tax (il regime fiscale forfettario per le navi iscritte di cui possono disporre dal 2003 le società armatoriali italiane grazie alle legge 30/1998).
    La vicenda è esplosa nei giorni scorsi quando Pierluigi Maneschi, numero uno della società controllata dalla taiwanese Evergreen, ha comunicato ai sindacati che i vertici asiatici del gruppo sono pronti a spostare la sede e la flotta in un altro Paese comunitario se fosse confermata la sanzione inflitta dalle Fiamme Gialle. A distanza di qualche giorno, però, è emerso un documento riepilogativo della questione che ha spiegato più nel dettaglio come oggetto delle contestazioni della Guardia di Finanza non sarebbero (come sembrava in un primo momento) le navi di proprietà italiana iscritte nel Registro Internazionale e ammesse al regime fiscale forfetario della Tonnage Tax, bensì solo quelle operate da Italia Marittima con contratti di noleggio a scafo nudo.
    Nel documento citato si legge infatti che "il verificatore, non potendo suo malgrado disconoscere l'esistenza del Registro Internazionale e la tonnage tax, ha creato un suo personale ragionamento basato su un'interpretazione distorta della normativa in tema di ritenuta a titolo d'imposta sui redditi percepiti sul territorio italiano da soggetti non residenti (art.25, 4 comma DPR 600/1973). Tale articolo recita che è operata [...] una ritenuta del 30% a titolo di imposta sull'ammontare dei compensi corrisposti a non residenti per l'uso o la concessione in uso di attrezzature industriali, commerciali o scientifiche che si trovano nel territorio dello Stato. L'amministrazione finanziaria ha chiarito come criterio base ai fini della presenza del bene nel territorio dello Stato quello dell'individuazione del luogo in cui vi è uso prevalente del bene. In sostanza, se il bene viene utilizzato prevalentemente all'estero, può concludersi che manca il requisito della territorialità e che, quindi, i relativi compensi non sono tassabili in Italia».
    I finanzieri, secondo quanto riferito da Italia Marittima ai rappresentanti sindacali, avrebbero eccepito che la peculiarità internazionale della tassa scatta quando la nave si trova nelle acque territoriali di un Paese straniero e secondo i funzionari pubblici anche le acque internazionali, non essendo per definizione di un Paese specifico, sarebbero anche italiane. Quindi quando l'unità navale opera nelle nostre acque territoriali e in quelle internazionali sarebbe, secondo questa interpretazione, assoggettata al regime fiscale ordinario nazionale, quindi con l'applicazione della ritenuta d'imposta sul canone di noleggio a scafo nudo. La Guardia di Finanza ha computato quelli che secondo lei erano giorni di navigazione "extra-territoriali" e su di essi ha calcolato questa sanzione di 60 milioni di euro. In realtà le acque internazionali non sono "di proprietà" di nessuno e per questo sembra difficile poter sostenere che, essendo di tutto il mondo, appartengano anche all'Italia.
    Il gruppo Evergreen vuole ovviamente che venga fatta chiarezza e prepara il trasloco all'estero. Nel frattempo è stato già trasmesso un segnale chiaro: tre navi portacontainer, inizialmente destinate alla flotta di Italia Marittima, andranno invece a rafforzare la controllata britannica Evergreen UK, probabile candidata ad accogliere la flotta battente bandiera tricolore, se gli eventi dovessero precipitare.

    Nicola Capuzzo

    © TrasportoEuropa - Riproduzione riservata

     


      Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

     bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

    CONTENUTI SPONSORIZZATI

    Accordo quadro tra Astre e Scania per l’acquisto di camion
    Astre ringrazia l’autotrasporto con un video
    Progetto ADRIPASS per avvicinare le regioni europee
    Con Astre Plus i lotti di pallet corrono nell’ultimo miglio
    Menu completo d’intralogistica per gli associati Astre
    LCT collabora con la Protezione Civile contro la Covid-19
    previous arrow
    next arrow
    Slider

     

Videocast K44

Autotrasporto

  • Unatras vuole incontrare il ministro dei Trasporti

    Unatras vuole incontrare il ministro dei Trasporti

    L’unione dell’autotrasporto Unatras chiede al ministro dei Trasporti, Enrico Giovannini, di aprire un Tavolo di confronto per individuare le questioni più urgenti su cui intervenire, tra cui i recenti ostacoli apparsi in Germania e Austria.

Mare

  • I porti di Anversa e Zeebrugge uniti rincorrono Rotterdam

    I porti di Anversa e Zeebrugge uniti rincorrono Rotterdam

    I due principali porti container del Belgio, Anversa e Zeebrugge, si fondono per offrire un'unica entità al trasporto globale di container. Nel 2020 hanno movimentato 13,8 milioni di teu, più del traffico dell’intera portualità italiana e vicino a quello di Rotterdam.

TECNICA

K44 videocast: quale sarà il motore del 2040

TECNICA

GM sviluppa un sistema elettrico completo per logistica urbana

TECNICA

Schiphol sperimenta trattore per bagagli autonomo

TECNICA

La Cina progredisce nel camion autonomo

TECNICA

Semirimorchi aerodinamici di Schmitz Cargobull
previous arrow
next arrow
Slider

LOGISTICA

Due viceministri e un sottosegretario ai Trasporti

LOGISTICA

Allarme per l’approvvigionamento dei pallet in legno

LOGISTICA

Supermulta da 773 milioni e denunce a quattro società per i rider

LOGISTICA

Fercam apre da remoto una filiale in Svezia

LOGISTICA

Sindacati interrompono negoziato su Ccnl Logistica e Trasporto
previous arrow
next arrow
Slider

BREXIT

La Brexit frena anche Amazon in Gran Bretagna

BREXIT

DB Schenker riprende le spedizioni per Gran Bretagna

BREXIT

DHL Express sospende alcune spedizioni verso la Gran Bretagna

BREXIT

Palletways sospende spedizioni per Gran Bretagna

BREXIT

DPD riattiva le spedizioni con la Gran Bretagna
previous arrow
next arrow
Slider

CAMIONSFERA

Altera cronotachigrafo, multa di 5500 euro

CAMIONSFERA

Denunciato camionista in Sicilia per manomissione cronotachigrafo

CAMIONSFERA

Cambio al volante di Scania dal primo maggio

CAMIONSFERA

Pontremolese in concessione per completarla

CAMIONSFERA

Arresti a Napoli contro rapinatori dell’autotrasporto

CAMIONSFERA

Guida 21 ore in un giorno e senza AdBlue, multa per autista e azienda

CAMIONSFERA

Arriva un nuovo operatore per il telepedaggio in Italia

CAMIONSFERA

Indagine per omicidio stradale sul tamponamento dell’A32

CAMIONSFERA

Autotrasporto protesta contro due autovelox sulla Fi-Pi-Li

CAMIONSFERA

Sciopero degli autisti della logistica Amazon di Padova

CAMIONSFERA

Tampone in Germania, lunghe code al Brennero

CAMIONSFERA

Il 2021 inizia in positivo per i veicoli industriali

CAMIONSFERA

Ferrovia trans-afghana tra l’Asia centrale e il Mar Arabico

CAMIONSFERA

Pagamento telematico del pedaggio in Marocco con DKV

CAMIONSFERA

Ispettorato Lavoro concede lavoro a chiamata per i camionisti
previous arrow
next arrow
Slider