Array ( [0] => 10 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Apre prima fase porto cubano di Mariel


Mariel si trova ad una cinquantina di chilometri dall'Avana e, secondo quanto ha dichiarato Raul Castro, avrà una funzione strategica nello sviluppo economico dell'isola, togliendo così alla capitale il ruolo centrale del commercio internazionale. Il porto di Mariel - che sarà completato nel 2015 - potrà ospitare portacontainer post panamax avrà un ruolo sia come gateway per Cuba, sia come transhipment per il Centro Sud America. Per tale motivo, l'investimento di un miliardo di dollari è stato in gran parte sottoscritto dal Brasile (682 milioni di dollari) ancora ai tempi del presidente Lula.
Però c'è ancora un ostacolo al completo sviluppo del nuovo porto cubano: l'embargo degli Stati Uniti, che impedisce a diverse importanti compagnie di scalare nell'isola. In compenso, Mariel ha un grande vantaggio geografico: si trova vicino all'uscita del Canale di Panama, quindi potrà sfruttare la crescita di traffico prevista alla fine dei lavori di potenziamento del canale. Il nuovo porto ha una capacità di 800mila teu l'anno.
Secondo i programmi del Governo cubano, intorno allo scalo dovrebbero sorgere insediamenti industriali, commerciali e logistici. Già alcuni Paesi, tra cui spiccano (oltre al Brasile) la Cina, la Malaysia e l'Angola hanno espresso interesse per la nuova area speciale istituita nella zona del porto. Il terminal container sarà gestito da PSA International.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter bisettimanale con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

Logistica

Mare

  • Il porto di Ravenna potenzia lo scalo ferroviario

    Il porto di Ravenna potenzia lo scalo ferroviario

    Il porto di Ravenna investe 74 milioni di euro per potenziare lo scalo ferroviario merci, con risorse stanziate da Rete Ferroviaria Italiana e dall’Autorità portuale. Sarà ricostruito il ponte Teodorico con un’unica campata.