Array ( [0] => 13 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Irruzione di Militant nella sede Confetra di Roma


Cresce ancora la tensione sulla vertenza della logistica e oggi lo scontro si è spostato dalle piattaforme a Roma, nella sede stessa della Confetra. Una nota della confederazione denuncia che la mattina di mercoledì 30 ottobre 2013 una dozzina di persone, definiti "teppisti", il cui simbolo è un casco integrale seguito dalla parola Militant, ha fatto irruzione nella sede di Roma ed ha "intimidito il personale e imbrattato la sede".
L'azione – che Confetra ritiene "militarmente programmata da tempo" - è avvenuta durante un incontro tra i rappresentanti della confederazione e le sigle confederali Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti, focalizzata a "cercare di arginare gli effetti negativi della crisi anche sul piano occupazionale". Nella nota, Confetra aggiunge che la confederazione "Ha denunciato da tempo le azioni di protesta violenta che vengono organizzate contro le aziende di logistica da parte dei sindacati S.I. Cobas e ADL Cobas non firmatari del contratto collettivo del trasporto merci".
Il presidente di Confetra, Nereo Marcucci, denuncia anche che questo fenomeno non è ancora ritenuto degno di attenzione da parte dei Governi, che dimostrano scarsa sensibilità alla politica dei trasporti: "Abbiamo presentato in tutte le opportune sedi sia proposte di sviluppo del settore, unica strada per difendere l'occupazione, sia accordi sindacali innovativi per ridurre la precarietà, sia richieste di attenzione delle organizzazioni per garanzie di security antiterrorismo che prevengano azioni di infime minoranze violente".
Nel suo sito web, il Colletivo Militant riconosce l'azione, affermando che una trentina di militanti "ha occupato per alcuni minuti la sede romana di Confetra", scaricando negli uffici alcuni pacchi di rifiuti. Secondo il gruppo, l'azione è stata attuata "In appoggio alle lotte che in questi mesi hanno coinvolto i magazzini di tutta Italia", contro l'accordo siglato lo scorso 1° agosto con i sindacati confederali e contro il licenziamento di 17 persone dopo lo sciopero della logistica del 25 ottobre scorso.

Nel pomeriggio di mercoledì è giunta la solidarietà di Fita Cna a Confetra. L'associazione degli autotrasportatori definisce l'azione "Un atto gravissimo che dimostra quanto sia teso il clima generale nel nostro settore su tematiche difficili come il rinnovo del contratto nazionale di lavoro". Il presidente di Fita, Cinzia Franchini, afferma che: "Simili atti sono vergognosi, intollerabili e per questo li condanniamo con assoluta fermezza".

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata

 Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter bisettimanale con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • Dimissioni dei vertici camion dell’Unrae

    Dimissioni dei vertici camion dell’Unrae

    Annunciate le dimissioni improvvide del presidente della Sezione Veicoli Industriali, Franco Fenoglio, e di quello della Sezione Rimorchi dell'associazione dei costruttori di veicoli esteri Unrae.

Logistica

  • Le proposte di Fedespedi per il Recovery Fund

    Le proposte di Fedespedi per il Recovery Fund

    L'associazione degli spedizionieri Fedespedi indica le priorità per il trasporto delle merci e la logistica da inserire nel programma di spesa che il Governo italiano dovrà presentare all'UE per ottenere le risorse del Recovery Fund. Tre temi: digitalizzazione, connettività e sostenibilità.

Mare