Array ( [0] => 9 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Cronaca

    Saltato nuovo accordo per autotrasporto Eni Taranto


    Lo afferma il notiziario online CosmoPolis, secondo cui l'accordo raggiunto (ma non firmato) tra il consorzio degli autotrasportatori Logistica Trasporti e Servizi, che finora serviva la distribuzione dei carburanti prodotti dalla raffineria di Taranto, e l'Eni prevederebbe una quota dell'85% per le imprese della regione, e del 15% per i due nuovi vettori coinvolti dalla società petrolifera, ossia Bertani-Turrizziani di Frosinone e Gavio-Agogliati di Alessandria. La firma avrebbe dovuto avvenire la mattina del 6 giugno, ma nessuno si sarebbe presentato.
    CosmoPolis spiega la mancata firma con un evento connesso all'inchiesta giudiziaria Marenero, conclusa lo scorso aprile con 109 indagati con l'accusa di avere rubato gasolio nella raffineria di Taranto, Tra le persone coinvolte, c'erano anche dipendenti di alcune imprese di autotrasporto aderenti al consorzio LTS. Si tratta di un reato avvenuto nel 2008 e che, secondo i magistrati, sarebbe stato "reiterato e sistematico" e condotto da una "struttura criminale". La frenata dell'Eni sarebbe dovuta al fatto che il legale di una delle imprese associate al LTS e coinvolta nell'inchiesta avrebbe chiesto la sospensione del procedimento giudiziario nei confronti del suo cliente.
    Proprio in seguito all'indagine Marenero, l'Eni ha deciso di trasferire una parte consistente degli autotrasporti alle due imprese nazionali, togliendola al consorzio LTS. La stessa Eni spiega il meccanismo attuato: in base alle regole di appalto, le accuse mosse dalla Guardia di Finanza avrebbero dovuto comportare lo scioglimento automatico e anticipato di tale appalto. La nuova formulazione dell'appalto, prosegue la società, prevede che la metà del volume movimentato prima di Marenero fosse trasportato dai precedenti vettori tarantini, mentre il restante 50% fosse trasportato dai vincitori di una gara d'appalto, ossia Bertani-Turrizziani e Gavio-Agogliati, con la clausola che il 30% di tale quantità venisse comunque subappaltata agli autotrasportatori di Taranto.
    Il nuovo regime avrebbe dovuto entrare in vigore il 1° giugno, ma il giorno prima è iniziato il fermo degli autotrasportatori tarantini, ancora in corso, che comporta presidi ai cancelli della raffineria, con interruzione del flusso dei camion. In seguito alla protesta, Eni comunica che la soglia del 30% del subappalto Bertani-Gavio è stata aumentata al 50% per tutto il 2014, portando così il 75% del servizio ai vettori locali (50% del loro appalto diretto più 25% del subappalto).
    Sulla vicenda, Il consorzio LTS precisa che dopo l'indagine ha allontanato gli associati indagati e ha rinnovato i vertici, quindi non c'è più alcuna ragione di cambiare le regole dell'appalto. Riguardo alla rimodulazione proposta dall'Eni, il consorzio sottolinea che il subappalto comporta comunque minori introiti e che gli autotrasportatori locali sono stati esclusi dalla parte più remunerativa del trasporto, ossia quello del carburante agli aeroporti.

    © TrasportoEuropa - Riproduzione riservata

     


      Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

     bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

    CONTENUTI SPONSORIZZATI

    Accordo quadro tra Astre e Scania per l’acquisto di camion
    Astre ringrazia l’autotrasporto con un video
    Progetto ADRIPASS per avvicinare le regioni europee
    Con Astre Plus i lotti di pallet corrono nell’ultimo miglio
    Menu completo d’intralogistica per gli associati Astre
    LCT collabora con la Protezione Civile contro la Covid-19
    previous arrow
    next arrow
    Slider

     

Videocast K44

Autotrasporto

Mare

TECNICA

K44 videocast: quale sarà il motore del 2040

TECNICA

GM sviluppa un sistema elettrico completo per logistica urbana

TECNICA

Schiphol sperimenta trattore per bagagli autonomo

TECNICA

La Cina progredisce nel camion autonomo

TECNICA

Semirimorchi aerodinamici di Schmitz Cargobull
previous arrow
next arrow
Slider

LOGISTICA

Allarme per l’approvvigionamento dei pallet in legno

LOGISTICA

Supermulta da 773 milioni e denunce a quattro società per i rider

LOGISTICA

Fercam apre da remoto una filiale in Svezia

LOGISTICA

Sindacati interrompono negoziato su Ccnl Logistica e Trasporto

LOGISTICA

K44 videocast: quale sarà il motore del 2040
previous arrow
next arrow
Slider

BREXIT

La Brexit frena anche Amazon in Gran Bretagna

BREXIT

DB Schenker riprende le spedizioni per Gran Bretagna

BREXIT

DHL Express sospende alcune spedizioni verso la Gran Bretagna

BREXIT

Palletways sospende spedizioni per Gran Bretagna

BREXIT

DPD riattiva le spedizioni con la Gran Bretagna
previous arrow
next arrow
Slider

CAMIONSFERA

Altera cronotachigrafo, multa di 5500 euro

CAMIONSFERA

Denunciato camionista in Sicilia per manomissione cronotachigrafo

CAMIONSFERA

Cambio al volante di Scania dal primo maggio

CAMIONSFERA

Pontremolese in concessione per completarla

CAMIONSFERA

Arresti a Napoli contro rapinatori dell’autotrasporto

CAMIONSFERA

Guida 21 ore in un giorno e senza AdBlue, multa per autista e azienda

CAMIONSFERA

Arriva un nuovo operatore per il telepedaggio in Italia

CAMIONSFERA

Indagine per omicidio stradale sul tamponamento dell’A32

CAMIONSFERA

Autotrasporto protesta contro due autovelox sulla Fi-Pi-Li

CAMIONSFERA

Sciopero degli autisti della logistica Amazon di Padova

CAMIONSFERA

Tampone in Germania, lunghe code al Brennero

CAMIONSFERA

Il 2021 inizia in positivo per i veicoli industriali

CAMIONSFERA

Ferrovia trans-afghana tra l’Asia centrale e il Mar Arabico

CAMIONSFERA

Pagamento telematico del pedaggio in Marocco con DKV

CAMIONSFERA

Ispettorato Lavoro concede lavoro a chiamata per i camionisti
previous arrow
next arrow
Slider