Array ( [0] => 9 )

Primo piano

  • La Romania vuole reclutare autisti in Asia

    La Romania vuole reclutare autisti in Asia

    Il Governo rumeno si sta muovendo per reclutare autisti di veicoli industriali in alcuni Paesi asiatici e per fornire loro la Carta di qualificazione del conducente tramite esami in inglese e spagnolo.

Podcast K44

Normativa

Cronaca

    Ricozzi risponde a Spediapi su autotrasporto

    Sentenza di Trieste - Sulla disposizione del Tribunale che ha concesso ad un autotrasportatore un risarcimento da parte del committente per il mancato pagamento dei costi minimi, Clara Ricozzi afferma che "è sbagliato dire che per i trasporti fatti nel 2009 si sono applicate le disposizioni della legge 127/10: si dimentica, infatti, che l'art. 83 bis della legge 133/08 già forniva elementi sufficienti per determinare i costi d'esercizio e che il Ministero pubblicava già le famose tabelle dei costi del gasolio e della relativa incidenza. È, poi, palesemente contraddittorio accusare il trasportatore di aver proposto un prezzo 'illegale', con l'intento di rifarsi su una legge non ancora emanata! Oltretutto, è singolare che un'impresa committente, sicuramente più strutturata di un padroncino, non si ricordi di consultare le tabelle dei costi del gasolio, e l'incidenza degli stessi sui costi totali, prima di accettare un prezzo che poi scopre essere illegale". Il segretario della Consulta aggiunge che "visti i rapporti di forza fra committenza e vettori, è quanto meno azzardato affermare che l'autotrasportatore, 'vincitore' della vertenza promossa a Trieste per il corrispettivo relativo a prestazioni effettuate nel 2009, si era aggiudicato una 'gara di appalto'. Mi sembra che la corsa ad ottenere il miglior ribasso sia propria dei committenti, che poi trovano terreno fertile in una categoria contrattualmente più debole, per di più fiaccata dalla crisi economica".

    Liberalizzazione - Ricozzi precisa anche che non è vero che le tariffe obbligatorie per l'autotrasporto siano state abrogate per un'imposizione dell'Antitrust e neppure che vennero condannate dalle autorità comunitarie, come scritto nel documento di Spediapi: "È vero, invece, che la scelta si fondò su un'intesa con la gran parte degli autotrasportatori, visto il non funzionamento del sistema di tariffe a forcella (che nessuno rispettava) e che la Commissione europea non ha interferito sulla disciplina interna dei singoli Stati, limitandosi a pretendere, com'è ovvio, che fossero applicate le regole europee sulla liberalizzazione dei trasporti internazionali di merce. Il sistema tariffario obbligatorio sul mercato interno non fu oggetto di alcuna procedura d'infrazione, ma la Commissione europea ha poi analizzato la legge di riforma del 2005, per controllare che la liberalizzazione introdotta con la stessa rispettasse le regole della concorrenza". Nel merito dei costi minimi, Clara Ricozzi aggiunge che "lo Stato non interviene, o meglio non interviene più, dopo la legge 32/05 e il decreto legislativo 286/05, per fissare 'tariffe minime', ma la stessa disciplina varata nel 2005 parla di liberalizzazione regolata' dell'attività di autotrasporto, e non di 'deregulation' tout court".

    Tempi di pagamento - Clara Ricozzi contesta la tesi, avanzata da Spediapi, che ci sia una normativa sui tempi di pagamento delle fatture valida solamente per l'autotrasporto: "La disciplina dei tempi di pagamento, fissata dalla direttiva CE 2000/35 è stata da tempo recepita in Italia, con il decreto legislativo 231/02, che è espressamente richiamato dalla legge 127/10". Infine il segretario della Consulta commenta la possibilità che l'associazione dei piccoli spedizionieri ricorra a Bruxelles contro la Legge 127/10, replicando che: "al Governo italiano non mancano strumenti per difendersi: come ha detto anche ieri l'ingegner Moretti (amministratore delegato di FS, ndr), che certo non è un amico dell'autotrasporto, sarà difficile far accettare il principio che si può lavorare sotto costo, sforando i parametri di sicurezza previsti dalle norme. Questo vorrebbe dire non libertà di concorrenza, ma Far West".

    © TrasportoEuropa -  Riproduzione riservata

    CONTENUTI SPONSORIZZATI

    Accordo quadro tra Astre e Scania per l’acquisto di camion
    Astre ringrazia l’autotrasporto con un video
    Progetto ADRIPASS per avvicinare le regioni europee
    Con Astre Plus i lotti di pallet corrono nell’ultimo miglio
    Menu completo d’intralogistica per gli associati Astre
    LCT collabora con la Protezione Civile contro la Covid-19
    previous arrow
    next arrow
    Slider

     

Videocast K44

Autotrasporto

  • K44 podcast: la riforma dell’autotrasporto UE inquina?

    K44 podcast: la riforma dell’autotrasporto UE inquina?

    La Commissione Europea ha diffuso uno studio che mostra come l’obbligo di rientro in sede dei camion che svolgono autotrasporto internazionale dopo otto settimane, previsto dal Primo Pacchetto Mobilità, può aumentare l’impatto ambientale del trasporto. Vero problema o manovra politica per modifiche? Ne parla Paolo Cesaro in questo podcast di …

Mare

  • I porti di Anversa e Zeebrugge uniti rincorrono Rotterdam

    I porti di Anversa e Zeebrugge uniti rincorrono Rotterdam

    I due principali porti container del Belgio, Anversa e Zeebrugge, si fondono per offrire un'unica entità al trasporto globale di container. Nel 2020 hanno movimentato 13,8 milioni di teu, più del traffico dell’intera portualità italiana e vicino a quello di Rotterdam.

TECNICA

K44 videocast: quale sarà il motore del 2040

TECNICA

GM sviluppa un sistema elettrico completo per logistica urbana

TECNICA

Schiphol sperimenta trattore per bagagli autonomo

TECNICA

La Cina progredisce nel camion autonomo

TECNICA

Semirimorchi aerodinamici di Schmitz Cargobull
previous arrow
next arrow
Slider

LOGISTICA

I Trasporti escono dal ministero dei Trasporti

LOGISTICA

Due viceministri e un sottosegretario ai Trasporti

LOGISTICA

Allarme per l’approvvigionamento dei pallet in legno

LOGISTICA

Supermulta da 773 milioni e denunce a quattro società per i rider

LOGISTICA

Fercam apre da remoto una filiale in Svezia
previous arrow
next arrow
Slider

BREXIT

La Brexit frena anche Amazon in Gran Bretagna

BREXIT

DB Schenker riprende le spedizioni per Gran Bretagna

BREXIT

DHL Express sospende alcune spedizioni verso la Gran Bretagna

BREXIT

Palletways sospende spedizioni per Gran Bretagna

BREXIT

DPD riattiva le spedizioni con la Gran Bretagna
previous arrow
next arrow
Slider

CAMIONSFERA

Altera cronotachigrafo, multa di 5500 euro

CAMIONSFERA

Denunciato camionista in Sicilia per manomissione cronotachigrafo

CAMIONSFERA

Cambio al volante di Scania dal primo maggio

CAMIONSFERA

Pontremolese in concessione per completarla

CAMIONSFERA

Arresti a Napoli contro rapinatori dell’autotrasporto

CAMIONSFERA

Guida 21 ore in un giorno e senza AdBlue, multa per autista e azienda

CAMIONSFERA

Arriva un nuovo operatore per il telepedaggio in Italia

CAMIONSFERA

Indagine per omicidio stradale sul tamponamento dell’A32

CAMIONSFERA

Autotrasporto protesta contro due autovelox sulla Fi-Pi-Li

CAMIONSFERA

Sciopero degli autisti della logistica Amazon di Padova

CAMIONSFERA

Tampone in Germania, lunghe code al Brennero

CAMIONSFERA

Il 2021 inizia in positivo per i veicoli industriali

CAMIONSFERA

Ferrovia trans-afghana tra l’Asia centrale e il Mar Arabico

CAMIONSFERA

Pagamento telematico del pedaggio in Marocco con DKV

CAMIONSFERA

Ispettorato Lavoro concede lavoro a chiamata per i camionisti
previous arrow
next arrow
Slider