Array ( [0] => 9 )

Primo piano

  • Romania vuole chiarimenti sul nuovo riposo autisti

    Romania vuole chiarimenti sul nuovo riposo autisti

    Il 20 agosto 2020 entrerà in vigore il primo Regolamento della riforma europea dell’autotrasporto e l’associazione degli autotrasportatori rumena Untrr chiede all’UE chiarimenti sul rientro degli autisti.

Podcast K44

Normativa

Fita chiede più sicurezza in autotrasporto marmo


Nelle ultime ore sono emersi maggiori dettagli sul grave incidente di Torano, causato dal ribaltamento di un mezzo d'opera adibito al trasporto delle scaglie di marmo lungo un ravaneto. Al volante del veicolo c'era Lurand Llanaj, un camionista albanese di 32 anni che aveva appena concluso l'acquisto di un mezzo d'opera ribaltabile usato, per svolgere in proprio il trasporto di scaglie di marmo dalle cave agli impianti di lavorazione a valle.
La mattina di sabato scorso, Llanaj stava facendo pratica di guida col camion vuoto sulle strette e ripide strade d'arroccamento, ossia quelle che conducono ai punti di scavo del marmo insieme a un collega, Pasquale D'Amico. Mentre manovrava in un tornante, si è spento il motore, impedendogli di controllare il veicolo, che ha cominciato a indietreggiare verso nella scarpata sottostante. D'Amico è riuscito a lanciarsi in tempo dalla cabina, mentre il neo-padroncino è rimasto un istante di più in cabina, probabilmente nel vano tentativo di riaccendere il motore e salvare il camion. Il volo di trenta metri non gli ha lasciato alcuna speranza. Llanaj lascia la moglie e una figlia di quattro mesi.
Questo grave incidente ripropone la questione della sicurezza nel trasporto del marmo che, nonostante il netto miglioramento dei veicoli, resta sempre un'attività molto pericolose, sia nella movimentazione dei blocchi interi, sia in quella delle scaglie. Lo ribadisce a TrasportoEuropa Angelo Lattanzi, responsabile della Fita CNA Liguria, che conosce molto bene i problemi del trasporto marmo di Massa Carrara, essendo stato per 23 anni responsabile dell'associazione proprio nella provincia toscana. "Questo grave incidente mostra che la sicurezza sui luoghi di lavoro deve ancora affermarsi".
Lattanzi chiede regole specifiche per chi guida sulle strade di arroccamento dei bacini marmiferi: "Sono strade ripide, sterrate, con strette curve a gomito che richiedono continue manovre in retromarcia sul vuoto", egli spiega. "La giovane vita si è spenta principalmente a causa dell'inesperienza, ma l'inesperienza non può appartenere al caso o alla fatalità".
Oggi qualsiasi titolare di patente C può mettersi alla guida di un mezzo d'opera a quattro assi e inerpicarsi sul queste pericolose strade. "Per svolgere questo mestiere occorre avere tanta esperienza e conoscenza dei luoghi in cui si transita e questo lo sanno bene i trasportatori del marmo in blocchi che hanno veicoli a tre o quattro assi classificati eccezionali, che hanno appreso l'esperienza pian piano, stando accanto ad un conducente esperto che spesso era il padre, lo zio o il fratello".
Da oltre vent'anni, Lattanzi invoca precise norme che aumentino la sicurezza di questo lavoro. "Alla base c'è un problema culturale, ossia il fatto che in Italia la strada – sia quella a quattro corsie sia quella sterrata delle cave – non è considerata un luogo di lavoro per gli autisti, quindi ogni incidente rientra nella casistica di quelli stradali e non di quelli sul lavoro". In concreto, il dirigente della Fita Liguria chiede che le istituzioni fissino delle norme per le infrastrutture e per la formazione degli autisti. "Ciò vale anche per le strade di arroccamento interne alle cave, che pur non essendo pubbliche sono assegnate in concessione dagli enti locali".

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • Mercedes svela l’Actros speciale Edition 2

    Mercedes svela l’Actros speciale Edition 2

    Mercedes-Benz Trucks svela un’edizione speciale dell’ammiraglia stradale Actros, denominata Edition 2, che sarà venduta da gennaio 2021 in soli quattrocento esemplari. Per chi vuole un veicolo industriale personalizzato e completo di equipaggiamenti per comfort e sicurezza.

Logistica

  • Nuovi transpallet  e stoccatori Still per corsie strette

    Nuovi transpallet e stoccatori Still per corsie strette

    Still amplia la gamma di equipaggiamenti progettati per il carico e scarico dei veicoli industriali e per lo stoccaggio in corsie strette con il transpallet EXH-S 20/25 e lo stoccatore doppio EXD-S 20. Posto di guida più confortevole e sicuro.

Mare

  • Ripresa estiva del container al porto di Genova

    Ripresa estiva del container al porto di Genova

    Ad agosto, il porto di Genova resta in rosso rispetto allo stesso mese del 2019 ma mostra un recupero rispetto ai mesi precedenti per quanto riguarda il tonnellaggio complessivo. Ma i container crescono anche rispetto allo scorso anno, compresi quelli gateway pieni.