TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Il paradosso dei conti di Panalpina Italia

E-mail Stampa PDF

Il Cda di Panalpina Trasporti Mondiali ha deciso la liquidazione della società e il licenziamento di 136 dipendenti giustificandolo con risultati costantemente e pesantemente negativi. Ecco che cosa emerge dall'analisi dei bilanci degli ultimi quattro esercizi.


Panalpina sede LogoNella lettera redatta dal Consiglio d'amministrazione di Panalpina Trasporti Mondiali (filiale italiana della multinazionale logistica svizzera) il 7 novembre 2019 per spiegare la decisione di mettere in liquidazione la società insieme con 136 dipendenti appare un quadro fosco della situazione contabile dell'impresa. Si parla di "continue perdite" che hanno richiesto il ripianamento di tredici milioni tra il 2015 e il 2018, con 5,7 milioni nel 2018. In più, sono emerse "latenti problematiche fiscali" dopo alcuni accertamenti dell'Agenzia delle Entrate sugli esercizi dal 2012 al 2014. Perciò, per porre fine a questa "emorragia finanziaria ed economica", il Cda ha deciso la chiusura della società. Ricordiamo che ciò avviene poco dopo la conclusione dell'acquisizione dell'intera Panalpina da parte della multinazionale danese Dsv. Poiché si tratta della chiusura di un'impresa diventata storica nel panorama italiano, che comporta il licenziamento di numerose persone, TrasportoEuropa ha letto i bilanci della società, che sono depositati alla Camera di Commercio.
Emerge che nel 2015 la perdita della filiale italiana di Panalpina è stata di quasi 1,9 milioni, scesi leggermente a poco più di 1,7 milioni nel 2016, per risalire a 5,8 milioni nel 2017. Quest'ultimo dato è quello più rilevante, ma bisogna precisare che comprende anche un accantonamento di 1,1 milioni di euro per affrontare sanzioni dell'Agenzia delle Entrate. Nel 2018 il quadro cambia completamente, perché Panalpina Trasporti Mondiali registra un utile di 1,3 milioni. Questo segno positivo include un'immissione di capitale di 5,7 milioni versato dalla Casa madre come contributo in conto esercizio.
Per comprendere questi dati altalenanti bisogna considerare anche la sanzione di 1,1 milioni emessa dall'Agenzia delle Entrate dopo l'analisi dei bilanci dal 2012 al 2014, che per quanto ci risulta sarebbe stata decisa perché gli ispettori dell'Agenzia hanno considerato eccessivo il transfer price pagato dalla filiale italiana al quartier generale svizzero. Ricordiamo che il transfer price è il metodo con cui una multinazionale distribuisce tra le sue filiali nazionali i costi comuni pagati dalla sede centrale. È un'operazione legittima, che però viene tenuta sotto controllo dagli organismi fiscali perché potrebbe essere anche un modo per trasferire utili da Paesi con fiscalità superiore a quello dove ha sede la multinazionale con lo scopo di ridurre l'impatto fiscale. Sarebbe quindi interessante capire come è stato calcolato il transfer price di Panalpina Trasporti Mondiali anche nel periodo successivo, ossia dal 2015 al 2017, e sapere perché invece nel 2018 è stato attivato un rilevante flusso contrario, creando così un utile d'esercizio.
Sul versante dei costi, emerge che quello del lavoro è diminuito dal 2014 (quando era di 10.457.998 euro) al 2017 (con 9.300.986 euro), mentre nel 2018 è cresciuto a 10.196.567 euro, a causa di nuove assunzioni per potenziare le vendite. Nello stesso periodo, il fatturato è aumentato da 113.980.942 euro del 2014 a 169.367.529 euro del 2018. Per questo tipo di aziende, che hanno elevati costi esterni, vale anche il valore aggiunto che dopo essere calato da 7.828.396 euro a 5.760.470 euro dal 2016 al 2017, nel 2018 è salito a 12.552.825 (cifra che comprende il contributo giunto dalla Casa madre e che al netto di questo si attesta a circa 6,8 milioni).
Completando l'analisi del 2018, anno prima della liquidazione, emerge che Panalpina Trasporti Mondiali ha ottenuto un margine operativo lordo positivo di 2.356.258 euro, a fronte di uno negativo l'anno precedente di 3.540.516 e un risultato operativo positivo di 1.964.926 euro a fronte di uno negativo del 2017 di 3.800.696 euro. Tolte le imposte e i proventi ed oneri finanziari, nel 2018 Panalpina Trasporti Mondiali ha prodotto un risultato netto positivo di 1.321.844 euro, contro uno negativo dell'anno precedente di 5.821.039 euro. È una differenza di 7.142.883 euro, superiore al flusso di denaro arrivato dalla Svizzera.
Questi numeri non bastano per fare una valutazione completa dello stato della società ma evidenziano un paradosso: per quattro anni la società ha generato perdite, culminate nel 2017 con un rosso di oltre cinque milioni e non risulta che in questo periodo abbia attuato riduzioni di personale o azioni di cassa integrazione e comunque tale voce di costo è rimasta sostanzialmente identica. Nel 2018 c'è stato un evidente miglioramento della situazione e l'azienda ha assunto nuovo personale, come mostra anche l'aumento del costo relativo, aumentando il fatturato il valore aggiunto e portando in nero il margine operativo lordo, il risultato operativo e quello netto. Una buona base di partenza per il futuro e invece l'anno successivo arriva improvvisamente la liquidazione dipingendo un quadro disastroso della società. Una decisione insolita, se non fosse che nel frattempo è avvenuto un fatto nuovo: l'intera Panalpina è stata acquisita dalla concorrente Dsv.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 
Letture:: 6004

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ultime Infrastrutture

Immagine
Russia e Crimea unite da due ponti
Venerdì 24 Gennaio 2020
All'inizio di gennaio 2020 è stato completato il collegamento attraverso il mare di Kerč tra la penisola e la regione russa inserito in un nuovo... Leggi tutto...
Immagine
Magistratura sequestra tratto autostrada A2
Giovedì 23 Gennaio 2020
Il 22 gennaio 2020 la procura di Cosenza ha attuato il sequestro probatorio per il tratto di autostrada Salerno-Reggio Calabria tra gli svincoli di... Leggi tutto...
Immagine
Piano da 86 miliardi per le ferrovie tedesche
Mercoledì 15 Gennaio 2020
Firmato a gennaio 2020 con il Governo federale il programma decennale di investimenti 2020-2029. Si punta essenzialmente sulla manutenzione... Leggi tutto...
Immagine
A14 riaperta ai camion entro gennaio 2020?
Martedì 14 Gennaio 2020
Nel pomeriggio del 14 gennaio 2020, il ministero dei Trasporti ha fornito parere favorevole alla riapertura per i veicoli industriali del viadotto... Leggi tutto...
Immagine
Viadotto Cerrano spostato di 7 cm
Lunedì 13 Gennaio 2020
Il documento del Gip di Avellino che ha vietato il transito dei veicoli pesanti sul ponte dell'autostrada A14 rivela che le pile si sono spostate,... Leggi tutto...
Immagine
Meno camion sotto il Frejus nel 2019
Venerdì 10 Gennaio 2020
Lo scorso anno il numero dei veicoli industriali che ha usato la galleria stradale tra Italia e Francia è diminuito dell'1,85%, ma cresce quello... Leggi tutto...
Immagine
Duecento gallerie autostradali a rischio
Venerdì 10 Gennaio 2020
Il 7 novembre 2019 il Consiglio superiore dei Lavori Pubblici ha inviato al ministero dei Trasporti un rapporto realizzato dopo ispezioni tecniche... Leggi tutto...
Immagine
Austria imprigiona i camion sulle autostrade
Giovedì 09 Gennaio 2020
Tra i nuovi divieti per i veicoli industriali introdotti da Vienna a gennaio 2020 c'è anche quello di uscire dalle autostrade a Wattens e Innsbruck... Leggi tutto...

Ricerca

Video


Normativa

Normativa
Immagine
Polstrada più severa con chi non si ferma all’alt
Martedì 03 Settembre 2019
Chi non si fermerà a una intimazione degli agenti della Polizia Stradale potrà essere denunciato per resistenza a pubblico ufficiale. Leggi tutto...
Immagine
Ecco come cambia esame per conseguire la Cqc
Lunedì 26 Agosto 2019
La Gazzetta Ufficiale numero 195 del 21 agosto 2019 ha pubblicato il Decreto del ministero dei Trasporti del 5 luglio 2019 che porta importanti... Leggi tutto...
Immagine
Eliminate restrizioni ad agenzie consulenza per revisioni
Venerdì 23 Agosto 2019
La circolare numero 22267 emessa il 10 luglio 2019 dalla Direzione Generale per la Motorizzazione (ministero dei Trasporti) ha annullato le... Leggi tutto...
Immagine
Chiarimenti sul traino di rimorchi extracomunitari
Lunedì 08 Luglio 2019
La circolare numero 2 del 2019 diffusa dal ministero dei Trasporti il 28 maggio 2019 fornisce alcune precisazioni sulle norme da applicare quando un... Leggi tutto...
Immagine
Anas cambia condizioni autotrasporto eccezionale
Venerdì 05 Luglio 2019
La società stradale ha rettificato alcune procedure per autorizzare il transito sulla sua rete stradale di convogli eccezionali per peso. Leggi tutto...
Immagine
Chiarimenti su gasolio per consorzi e coop d’autotrasporto
Lunedì 17 Giugno 2019
L'Agenzia delle Entrate ha accolto le richieste provenienti dagli autotrasportatori per permettere la deducibilità e detraibilità delle spese dei... Leggi tutto...
Immagine
Tutto quello che dovreste sapere sulla Cqc
Mercoledì 12 Giugno 2019
Il 6 giugno 2019, il ministero dei Trasporti ha diffuso un documento che raccoglie tutti chiarimenti sul conseguimento e il rinnovo della Carta di... Leggi tutto...
Immagine
Cosa cambia dal 15 giugno nel cronotachigrafo
Venerdì 07 Giugno 2019
Dal 15 giugno 2019 tutti i veicoli industriali di prima immatricolazione dovranno montare la nuova generazione di cronotachigrafo digitale, che... Leggi tutto...
Immagine
Cassazione, nessun reato se autista manomette cronotachigrafo
Lunedì 06 Maggio 2019
Il 2 maggio 2019 la Prima Sezione della Corte di Cassazione ha stabilito che la manomissione del cronotachigrafo è reato solo se è commessa... Leggi tutto...
Immagine
Riposo settimanale autisti, non necessaria la prova
Mercoledì 24 Aprile 2019
La Commissione Europa ha precisato che per dimostrare che l'autista non ha svolto il riposo settimanale regolare in cabina nei Paesi dove è vietato... Leggi tutto...
Immagine
Non sempre possibile la revoca automatica della patente
Venerdì 22 Febbraio 2019
La Legge 41 del 2016 che introduce i delitti di omicidio stradale di lesioni personali stradali gravi o gravissime ottiene il via libera della Corte... Leggi tutto...
Immagine
Revisioni dei camion anche ai privati
Mercoledì 09 Gennaio 2019
La Legge Finanziaria 2019 estende la possibilità di svolgere la revisione periodica presso centri privati anche ai veicoli con massa complessiva... Leggi tutto...
Immagine
Il muletto può salire sul camion
Venerdì 21 Dicembre 2018
L'associazione dell'autotrasporto Anita comunica che dopo una lunga azione al ministero dei Trasporti ha ottenuto il ripristino della possibilità di... Leggi tutto...
Immagine
Valida la sanzione per tempo guida in Paese estero
Giovedì 25 Ottobre 2018
La sentenza emessa il 26 settembre 2018 dalla Corte di Giustizia Europea conferma che gli organi di controllo possono emettere una sanzione per la... Leggi tutto...
Immagine
Chiarimento su ricorsi revoca patente per carenze psicofisiche
Mercoledì 19 Settembre 2018
Una nota del ministero dei Trasporti approfondisce alcuni aspetti sui ricorsi presentati nei casi di sospensione o revoca della patente di guida a... Leggi tutto...