Chiesta condanna a vice-ministro Trasporti per spese Liguria

Stampa

Il procuratore aggiunto del Tribunale di Genova ha chiesto una condanna a tre anni e quattro mesi per il leghista Edoardo Rixi nel processo sulle "spese pazze" nella Regione Liguria tra il 2010 e il 2012.


Giudice Martelletto Fotolia 71240213 XSSi sta svolgendo a Genova il processo su alcune spese sostenute da ventuno consiglieri regionali della Liguria tra il 2010 e il 2012, che l'accusa ritiene illegittime. Tra gli imputati c'è anche il vice-ministro ai Trasporti, Edoardo Rixi, che in quel periodo era capogruppo regionale della Lega. Il 15 ottobre 2018, il procuratore aggiunto, Francesco Pinto, ha chiesto la condanna a tre anni e quattro mesi per Rixi. L'accusa sostiene che i consiglieri avrebbero usato centinaia di migliaia di euro di soldi pubblici stanziati per i gruppi regionali al Consiglio in spese personali, facendosi rimborsare cene, viaggi, gite al lunga park, birre, gratta e vinci, ostriche, fiori e biscottini. L'accusa afferma che in alcuni casi i consiglieri avrebbero recuperato anche scontrini lasciati da altri avventori, mentre in altri gli importi erano modificati a mano. Diverse ricevute si riferivano a giorni festivi, come Natale o Capodanno. Gli imputati sono accusati a vario titolo di peculato e falso.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!


Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti: