Cipe libera cinque miliardi per infrastrutture

Stampa

La riunione del 6 dicembre 2011 del Comitato Interministeriale ha sbloccato importanti investimenti, tra cui quelli per il Terzo Valico tra Genova e Milano, dedicati anche ad infrastrutture per il trasporto stradale e ferroviario.

Gli investimenti approvati dal Cipe il 6 dicembre 2011 riguardano diverse importanti opere per il trasporto. In ambito ferroviario, il provvedimento più importante riguarda l'assegnazione di 1,1 miliardi di euro per il secondo lotto del Terzo Valico, con contestuale autorizzazione per l'avvio dei lavori. Il Cipe ha anche assegnato 919,2 milioni per la linea ad alta velocità fra Treviglio e Brescia. Per quanto riguarda le strade, il Comitato ha preso atto dell'ottemperanza delle condizioni previste da una sua precedente ordinanza, per la definitiva aggiudicazione del megalotto 3 della Statale Jonica, nel tratto fra l'innesto della Statale 534 a Roseto Capo Spulico.

Il Cipe ha anche assegnato 123,3 milioni di euro per investimenti stradali e ferroviari destinati ad interventi medio piccoli nel Mezzogiorno. Al nord, il Comitato ha stanziato 65 milioni di euro per il comparto Sud Ovest (tangenziale ovest Magenta-Vigevano) e 87 milioni di euro alla Valtellina per la costruzione del secondo lotto della statale di Morbegno.

Ma c'è anche una nota negativa: il mancato finanziamento del collegamento ferroviario tra Monza e Chiasso, che è un'opera ritenuta necessaria per le connessioni con il Gottardo. Il Cipe ha comunaue confermato i 90 milioni stanziati per la Rho-Gallarate.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata


Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti: