TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Il Lötschberg raddoppierà i binari

E-mail Stampa PDF

La società svizzera BLS ha presentato il piano per completare entrambe le canne del tunnel di base ferroviario. I lavori saranno suddivisi in due tappe (la prima da 820 milioni di euro) ma si discute se questa scelta sia la più conveniente.


Lötschberg galleria lavori posa binariBLS, la società ferroviaria svizzera che gestisce un tratto fondamentale della rete lunga oltre 400 km tra Berna e il Sempione, ha rotto gli indugi. Ha presentato all'Ufficio Federale dei trasporti un piano per completare entrambe le canne della galleria di base del Lötschberg, inaugurata ormai dodici anni fa, nel 2007, ma operativa quasi unicamente su un solo binario. Se realizzare una sola canna, allora fu una scelta economica quasi obbligata per non mettere troppa carne al fuoco visto l'impegno finanziario del San Gottardo, ora appare un'opzione con il fiato corto. In pochi anni, e in anticipo rispetto alle previsioni, il tunnel di base è diventato rapidamente un collo di bottiglia per la crescita del trasporto ferroviario merci attraverso le Alpi. In parole povere, è crisi per troppo successo. Ogni giorno lo percorrono fino a 60 treni merci, mentre gli altri vengono dirottati sulla linea storica di montagna. In dettaglio la galleria di base è lunga 34,6 km, di questi 14 km sono in esercizio a doppio binario (su due canne), altri 14 km solo nella canna est mentre l'altra è stata scavata ma lasciata al rustico, così come gli ultimi 4 km a partire dall'imbocco nord, mentre restano da scavare integralmente 7 km della canna ovest.
Ora BLS ha avviato la progettazione dettagliata dell'intervento e la pianificazione delle opere per ricevere l'approvazione dei lavori entro la metà del 2020, quindi pubblicare le gare nel 2021, avviare i cantieri nel 2021/2022 per completare il tunnel entro la fine del 2028. I finanziamenti rientrano in un più ampio programma federale di investimenti infrastrutturali, suddiviso in due tappe, la prima indicata come Fase di ampliamento 2025 la seconda come Fase 2035 (da 11,5 miliardi di euro), da qui la necessità di BLS di stringere i tempi per accelerare l'intervento.
Progettato da BLS Netz, la società che si occupa dell'infrastruttura, l'investimento è diviso in due parti. La prima prevede il completamento dell'infrastruttura con tutte le relative installazioni tecniche della canna già scavata fin dall'origine ma non ancora attrezzata. Questo comporta comunque l'adeguamento dell'interconnessione di Mitholz che richiede un costo aggiuntivo sul quale sorgono perplessità. La seconda fase è quella più complessa perché si tratta di scavare la porzione di tunnel mancante e di garantire comunque anche collegamenti di sicurezza prima e dopo i lavori. La prima fase, quella già pianificata, comporta un investimento di 820 milioni di euro. Questa impostazione dei lavori non trova però tutti concordi, in quanto con una differenza relativa, valutata in 375 milioni di euro, sarebbe possibile fin da subito completare tutte e due le canne su due binari, senza costi aggiuntivi dovuti a opere che in una visione globale non sarebbero necessarie.
Piermario Curti Sacchi

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 
Letture:: 1343

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ultime Logistica

Immagine
Raben acquisisce il controllo di Sittam
Venerdì 17 Maggio 2019
Il Gruppo di trasporto e logistica olandese passa dal 20% al 51% della proprietà dello spedizioniere milanese, potenziando così la sua presenza nel... Leggi tutto...
Immagine
Amazon trasforma dipendenti in autotrasportatori
Venerdì 17 Maggio 2019
Negli Stati Uniti il colosso del commercio elettronico offre tre mesi di paga e 10mila dollari a chi vuole intraprendere la consegna a domicilio... Leggi tutto...
Immagine
Amazon entra nel mondo dei rider
Venerdì 17 Maggio 2019
Il colosso del commercio elettronico investe 575 milioni di dollari in Deliveroo, la società specializzata nella consegna di cibo usando... Leggi tutto...
Immagine
Spinelli aprirà distripark a Vado Ligure
Giovedì 16 Maggio 2019
Il Gruppo genovese ha rilevato un'area di 22mila metri quadrati nel retroporto di Savona. Intanto ha perso il ricorso al Tar contro Derrick per la... Leggi tutto...
Immagine
Ceva chiarisce sull’amministrazione giudiziaria
Giovedì 16 Maggio 2019
Dopo la comunicazione che il Tribunale di Milano ha posto la filiale italiana in amministrazione giudiziaria, l'azienda ha diffuso un chiarimento... Leggi tutto...
Immagine
Francia cerca 54mila addetti per logistica e trasporto
Giovedì 16 Maggio 2019
L'associazione dell'autotrasporto francese Fntr spiega che la maggior parte delle richieste riguarda gli autisti di veicoli industriali , ma anche le... Leggi tutto...
Immagine
Ceva Logistics Italia va in amministrazione giudiziaria
Mercoledì 15 Maggio 2019
Il Tribunale di Milano ha disposto l'amministrazione giudiziaria per la divisione Contract Logistics della filiale italiana della multinazionale... Leggi tutto...
Immagine
Solidarność mobilita i facchini di Amazon
Mercoledì 15 Maggio 2019
I sindacati polacchi hanno avviato una vertenza contro il colosso del commercio elettronico, minacciando uno sciopero se non saranno raddoppiati i... Leggi tutto...

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed