TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Autostrade sotto inchiesta per rapporti su viadotti

E-mail Stampa PDF

Dopo alcune perquisizioni avvenute il 30 gennaio 2019 negli uffici di Autostrade per l'Italia e della sua controllata Spea, la procura di Genova ha posto sotto indagine dodici loro dipendenti perché avrebbero falsificato i rapporti sullo stato di cinque viadotti autostradali.


Guardia Finanza cappelloL'inchiesta sul crollo del ponte Morandi sta aprendo altri filoni d'indagine che interessano la società Autostrade per l'Italia e le sue controllate. Uno nuovo è emerso il 30 gennaio 2019, quando la Guardia di Finanza ha compiuto perquisizioni nelle sedi della società autostradale, della sua controllata Spea Engineering (che esegue le verifiche tecniche) e negli uffici dell'Ufficio tecnico sicurezza autostradale. Questo fascicolo ha già scritto una dozzina di nomi sul registro degli indagati, appartenenti a dipendenti delle due società sospettati di avere falsato i rapporti sulle condizioni di cinque viadotti autostradali: il Gargassa e il Pecetti sull'autostrada A26, in Liguria; il Moro sull'A14, in Abruzzo; il Paolillo sull'A16, tra Puglia e Campania; il Sei Luci, collegato al ponte Morandi di Genova.
Secondo l'accusa, le relazioni sulle condizioni di questi cinque ponti sono state in qualche modo "ammorbidite" dai dirigenti indagati per mostrare uno stato di manutenzione migliore di quello effettivamente rilevato. A dicembre, il ministero dei Trasporti li ha ispezionati, rilevando alcuni ammaloramenti in piloni e solette che non erano sufficientemente evidenziati nelle relazioni. Questo filone è nato da alcune dichiarazione acquisite nell'indagine sul crollo del ponte Morandi, secondo cui le relazioni dei tecnici che avevano svolto i controlli erano a volte cambiate dai vertici indagati della Spea. E furono proprio i magistrati ad avvisare il ministero dei Trasporti, che ha avviato le ispezioni sui cinque viadotti.
Dopo la notizia dell'inchiesta, Autostrade per l'Italia ha diffuso una nota, datata 30 gennaio 2019, dove afferma che questi cinque viadotti non comportano alcun rischio per la sicurezza. "Già lo scorso 4 dicembre, la società ha inviato al ministero delle Infrastrutture e Trasporti un report sui viadotti in questione – Gargassa, Pecetti (A26), Moro (A14), Paolillo (A16), Sarno (A30) – contenente il dettaglio degli interventi manutentivi già realizzati o in corso, nonché delle verifiche effettuate. In nessun caso è stato riscontrato alcun problema riguardante la sicurezza di tali opere che, peraltro, sono state oggetto di verifica anche da parte dei competenti uffici ispettivi del ministero", scrive Aspi. Per quanto riguarda il viadotto Sei Luci "la Direzione di Tronco di Genova conferma di aver eseguito in quattro giorni (23-27 dicembre 2018) un intervento di ripristino locale del calcestruzzo copriferro, che non comportava alcuna influenza sotto il profilo statico. Anche questo intervento è stato formalmente comunicato a tutte le autorità competenti. E' quindi del tutto destituita di fondamento qualsiasi informazione che consideri tali Viadotti a rischio".

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 
Letture:: 1101

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ultime Logistica

Immagine
Nuovi scioperi nella logistica
Mercoledì 20 Febbraio 2019
Il sindacato di base SiCobas ha organizzato uno sciopero nelle piattaforme del corriere Gls contro la ristrutturazione, partendo dal licenziamento di... Leggi tutto...
Immagine
Tempi duri per i creditori del Gruppo Artoni
Mercoledì 20 Febbraio 2019
Il liquidatore del Gruppo emiliano ha ceduto gli asset a Fercam-Prelios per 47,9 milioni e vanta crediti per 14,4 milioni, a fronte di un ammontare... Leggi tutto...
Immagine
Trattativa per assunzioni Artoni in Fercam
Martedì 19 Febbraio 2019
Dopo la decisione di cedere gli asset del corriere emiliano all'azienda di autotrasporto e logistica altoatesina, il 12 febbraio 2019 si è svolto un... Leggi tutto...
Immagine
FM Logistic potenzia logistica dei farmaci
Lunedì 18 Febbraio 2019
La società francese ha aperto una piattaforma di diecimila metri quadrati a Bucarest, in Romania, dedicata alla distribuzione di prodotti... Leggi tutto...
Immagine
Scoperta fabbrica di falsi pallet Epal
Lunedì 18 Febbraio 2019
La Guardia di Finanza di Noto, in provincia di Siracusa, ha scoperto un capannone dove si riparavano pedane in legno certificate Epal senza avere... Leggi tutto...
Immagine
Frode a Bologna tra coop di logistica
Venerdì 15 Febbraio 2019
Il 15 febbraio 2019, la Procura di Bologna ha emesso un'ordinanza di sequestro per otto milioni e ha denunciato otto persone accusate di avere usato... Leggi tutto...
Immagine
Amazon aprirà logistica in Romagna
Venerdì 15 Febbraio 2019
Il colosso del commercio elettronico ha avviato la costruzione di una piattaforma distributiva nel Comune di Santarcangelo, dove potrebbe impiegare... Leggi tutto...
Immagine
Agility entra nella partita di Panalpina
Venerdì 15 Febbraio 2019
La compagnia logistica svizzera conferma un dialogo in corso con quella kuwaitiana per affrontare la scalata di Dsv, sulla quale emergono divergenze... Leggi tutto...

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed